Mac OS Leopard (parte 3)

Bootcamp e Spotlight.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-12-2007]

Parte 3 di 3 - Torna all'inizio

Sono ormai lontani i timori che il Mac sia un sistema operativo incompatibile con il mondo Microsoft e i suoi prodotti. Oggi anche gli ultimi dubbi vengono definitivamente spazzati via con "Bootcamp", un'applicazione, già testata in beta sotto Tiger, che permette di installare nativamente sulla stessa macchina sia Leopard sia Windows.

Basta un semplice clic su Impostazione assistita di Bootcamp e in brevissimo tempo verrà creata una partizione apposita per installare il sistema operativo made in Redmond. Nessun problema di driver, incompatibilità o conflitti. Nessun limite caratteristico degli emulatori. Anche gli utenti più terrorizzati, oppure i professionisti che non possono rinunciare a specifici software, potranno in questo modo passare a Mac senza remore. Sarà sufficiente tener premuto il tasto opzione all'avvio, optare per uno dei due sistemi operativi, e lavorare senza problemi.

Notevolmente cresciuto rispetto alla versione Tiger, Spotlight è uno dei più avanzati e potenti desktop search engine. Infatti, potrete cercare file non solo all'interno del vostro Mac, ma anche in altri Mac collegati in rete.

La ricerca funziona sia con i nomi di file sia tramite parole all'interno degli stessi, siano essi documenti Pdf, Excel, Word, file immagine e musicali. Sarà inoltre possibile effettuare operazioni matematiche semplici e complesse, il tutto occupando pochissime risorse e a una velocità strabiliante. Le ricerche effettuate potranno essere catalogate in apposite cartelle (dette smart), registrate in base ai criteri utilizzati. Analoga funzione svolge la barra laterale del finder.

Sul piano prettamente tecnico, altre novità riguardano l'inedita progettazione dello schedulatore della Cpu, ossia un segmento del sistema operativo che effettua la selezione del processo in coda al quale allocare la risorsa, garantendo migliori tempi di risposta e migliore ripartizione della memoria.

La coda di processi risulta oggi strutturata secondo un ordine gerarchico, valorizzando le architetture dei nuovi processori. È stata inoltre migliorata l'allocazione dinamica dei file di swap, favorendo in tal modo una più veloce restituzione dello spazio su disco al liberarsi della memoria.

Si realizza così una maggiore fluidità di utilizzo, specie quando la macchina è sottoposta a importanti carichi di lavoro. Infine, sono stati incrementati i processi per utente, passando da 100 a 266, salva la possibilità di superare anche tale limite.

Parte 3 di 3 - TORNA ALL'INIZIO

1 - Prime impressioni e installazione
2 - Finder, Space e Time Machine
3 - Bootcamp e Spotlight

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

A parter l'applicazione, so che basta modificare alcuni files per ridurre il numero dei backup... a me hanno consigliato questo procedimento: qui l'articolo originale. Leggi tutto
19-12-2007 17:39

Grazie, ma sono contrario ad installare cose di "terze parti" che fanno ciò che un altro software dovrebbe fare. Continuerò ad usare DejaVu, il sistema di bk incluso con Toast. Leggi tutto
19-12-2007 15:42

Purtroppo, l'aumento di ram almeno ad UN giga, meglio a DUE, è necessario per poter utilizzare Leopard. Per il boot ho trovato rallentamenti anche sul mio Mac; per i crash, sono certo che la patch 10.5.2, attesa per metà gennaio, renderà molto più stabile il sistema. Leggi tutto
17-12-2007 16:23

Prova questa utility. Ti permette di dilazionare i backup. Leggi tutto
17-12-2007 16:06

Ho comprato un iMac 20" 2,4Ghz con 2Gb di RAM. Siccome smanetto e partiziono, ho rifatto l'installazione. Nella confezione ho trovato Tiger e l'aggiornamento a Leopard. Installato Tiger, la macchina mi ha chiesto se volevo recuperare i dati da un altro computer. Avendo un powerbook, ho detto sì. Mi sono ritrovato un clone esatto... Leggi tutto
17-12-2007 15:33

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi comportamenti ritieni che sia da evitare in assoluto?
Essere fuori sincrono: quando voce, tono, ritmo, posizione e movimenti non comunicano la stessa cosa si genera confusione e si viene ritenuti poco affidabili o sinceri.
Gesticolare eccessivamente: fare ampi gesti con le mani oppure giocare per esempio con i capelli o il telefono comunica insicurezza.
Tenere un'espressione neutra: la mancanza di un feedback dato dall'espressione facciale fa pensare all'interlocutore che l'argomento non interessi.
Evitare il contatto visivo: non guardare l'altro negli occhi comunica una sensazione di debolezza e lascia pensare che si stia nascondendo qualcosa.
Sbagliare la stretta di mano: non deve essere né troppo debole né troppo forte, o genererà in entrambi i casi un'impressione errata (servilismo o aggressività).
Inviare segnali verbali e non verbali opposti: se l'espressione facciale è opposta a ciò che le parole dicono, l'interlocutore non si fiderà.
Non sorridere: il sorriso comunica sicurezza, apertura, calore ed energia, e spinge a sorridere di rimando. Ugualmente errato sorridere sempre.
Roteare gli occhi: è un segno di frustrazione, esasperazione e fastidio; comunica aggressività.
Usare il cellulare durante una conversazione: lascia pensare che l'argomento non interessi e sia certamente meno importante dell'oggetto tra le mani.
Incrociare le braccia: l'interlocutore penserà che siamo sulla difensiva. Inoltre, se le mani non sono in vista crederà che abbiamo qualcosa da nascondere.

Mostra i risultati (1542 voti)
Ottobre 2020
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Tutti gli Arretrati


web metrics