Microsoft porta Windows sui navigatori satellitari

Windows Embedded NavReady 2009 promette di sostituire i sistemi proprietari e di controllare autoradio, telefonino e Gps con un'unica soluzione.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-06-2008]

Microsoft porta Windows sui navigatori satellitari

I vecchi slogan non muoiono mai: prima di Your potential. Our passion, il motto di Microsoft era Dove vuoi andare oggi?. Se non fosse già stato usato, sarebbe perfetto per la presentazione di Windows Embedded NavReady 2009, il sistema operativo sviluppato a Redmond per i Pnd.

Pnd è l'ennesimo acronimo cui probabilmente bisognerà abituarsi e sta per Portable navigation devices, ossia tutti quei dispositivi che integrano un ricevitore Gps e un software adatto per gestire gli spostamenti: visto il diffondersi del Gps nelle apparecchiature più disparate, telefonini in primis, la definizione di navigatore è infatti ormai un po' stretta.

Scopo di NavReady è aggiungere funzionalità ai Pnd, integrandoli con i servizi Web (infatti supporta Live Search e Live Search Maps per trovare i punti d'interesse) e permettendo loro di connettersi con i cellulari dotati di Bluetooth.

Inoltre, grazie ai servizi Msn Direct (che dunque subiranno le trasformazioni di cui si parlava qualche tempo fa), si potranno ricevere informazioni utili come il prezzo della benzina nelle stazioni più vicine, spiega Microsoft. Ancora, si potrà anche connettere il Pnd al laptop dotato di Windows Vista per usarlo come display secondario, accedendo ai dati conservati sul Pc senza nemmeno accenderlo: è la funzionalità SideShow.

La base su cui Windows Embedded NavReady 2009 è stato costruito è Windows Embedded CE 5.0, che già viene utilizzato da alcuni produttori di sistemi di navigazione come sistema cui aggiungere un'interfaccia grafica proprietaria. NavReady, invece, permetterebbe di affidarsi in toto alla soluzione di Microsoft senza la necessità di sviluppare software in proprio: Mio Technology, per esempio, ha già annunciato che intende utilizzare NavReady nella prossima generazione di navigatori.

Tramite Bluetooth, inoltre, sarà possibile controllare le funzionalità multimediali delle automobili equipaggiate con lo stesso protocollo direttamente da un unico dispositivo, così come gestire le chiamate del cellulare. In pratica si avrà qualcosa di simile a un unico pannello di controllo dal quale gestire le varie periferiche. D'altra parte, in questa direzione Microsoft ha già mosso più di qualche passo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

vuoi mettere avere sul volante accanto al volume dell'autoradio i fatidici tre tasti contr-alt-del ? 8)
18-6-2008 11:47

Una macchina basata su windows??? Non c'è il rischio che in fase di sorpasso in autostrada mi si blocchi tutto e il quadro comandi inizi a mostrare la celebre schermata blu? :lol: :lol: :lol: Leggi tutto
18-6-2008 10:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3461 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics