La delusione degli operatori alternativi a Telecom

"Gli impegni di Telecom sono insufficienti a creare vera concorrenza". Nessuna separazione funzionale, nessun impegno sulla fibra.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-08-2008]

I principali operatori concorrenti di Telecom Italia hanno espresso profonda insoddisfazione e preoccupazione per la qualita' degli impegni presentati da Telecom Italia all'Autorita' per le Garanzie nelle Comunicazioni.

I carrier alternativi ritengono infatti che le proposte dell'ex monopolista siano assolutamente insufficienti, non contribuiscano allo sviluppo di un mercato realmente concorrenziale e non contengano alcun impegno sulla rete di nuova generazione in fibra ottica.

Ad avviso dei concorrenti la proposta di Telecom non risponde alle esigenze di effettiva applicazione dei principi di parità di trattamento e non discriminazione, attuabile solo attraverso la separazione funzionale, e non aggiunge nulla alla regolamentazione vigente.

Non solo: Telecom Italia avanzerebbe richieste di alleggerimento degli obblighi regolamentari in assenza di un reale miglioramento del quadro competitivo, e di aumento del costo dei servizi all'ingrosso.

Gli operatori, nell'ambito delle procedure previste dalla consultazione, discuteranno con l'Authority nel dettaglio il documento dell'incumbent e proporranno le necessarie modifiche per creare un mercato davvero concorrenziale, obiettivo realizzabile solamente attraverso una separazione funzionale della rete.

E' questa l'opinione degli operatori alternativi a Telecom. Gli amministratori delegati di numerosi carrier concorrenti hanno infatti firmato un comunicato stampa in cui ribadivano questi principi: Paolo Bertoluzzo (Ad Vodafone Italia), Luigi Gubitosi (Ad Wind), Stefano Parisi (Ad Fastweb), Mario Mariani (Ad Tiscali Italia), Corrado Sciolla (Ad BT Italia), Marco Bragadi (Ad Tele2), Achille De Tommaso (Ad Colt Italia) e Stefano Luisotto (Ad Welcome Italia).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi la funzione di salvataggio delle password nel browser?
Sì, è molto utile
Sì, ma ora non lo farò più perché non è sicuro.
Sì, ma solo per password di poco conto.
No, per sicurezza non ho mai memorizzato alcuna password nel browser.
No, perché? Le password si possono salvare?

Mostra i risultati (5885 voti)
Gennaio 2022
Iliad smentisce le voci di fusione e lancia la fibra
Iliad e Vodafone, fusione in vista
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 gennaio


web metrics