In prova: Panda Global Protection 2009

IL TEST DI ZEUS - Antivirus, antispam, firewall, ottimizzazione del Pc e backup online in un unico prodotto.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 10-10-2008]

Panda Global Protection 2009

L'offerta di Panda Security per il 2009 si articola in tre prodotti che si possono considerare in successione: ciascuno integra le funzioni del precedente e ne aggiunge di ulteriori.

Il software di base si chiama Antivirus Pro e, contrariamente a quanto suggerisce il nome, non fornisce solo la protezione contro i virus ma integra anche un firewall e una protezione antispam. Poi c'è Internet Security, che ad antivirus e firewall aggiunge il controllo genitori (o parental control).

In cima troviamo Global Protection, che oltre alle funzioni degli altri prodotti presenta funzionalità di backup e di ottimizzazione del computer e si pone allo stesso livello di soluzioni come Norton 360 di Symantec e Total Protection di McAfee. È proprio questo lo strumento per la sicurezza che abbiamo testato.

L'installazione è semplice e veloce: l'utente deve soltanto scegliere se optare per quella minima (se ha meno di 256 Mbyte di memoria), per quella tipica o per quella personalizzata. In quest'ultimo caso potrà scegliere quali componenti della suite installare.

Prima di procedere all'installazione vera e propria, il programma controlla la presenza di eventuali software antivirus già presenti sul Pc. Nel nostro caso era presente un antivirus gratuito e Panda ha chiesto il via libera per la sua disinstallazione, necessaria per poter procedere.

Solo alla fine, una volta completata la procedura, è necessario inserire il codice di attivazione posto su un adesivo all'inteno della scatola (che assomiglia a una custodia per Dvd). La mancata registrazione non impedirà l'attivazione della protezione né l'aggiornamento del database delle minacce, ma alcune funzionalità non saranno accessibili.

Non c'è bisogno di istruire il firewall: Global Protection 2009 riconosce da sé le applicazioni più comuni installate e configura automaticamente le regole necessarie; ognuno potrà poi personalizzarle a piacimento tramite la schermata di configurazione.

La finestra principale, tramite la quale si accede alle varie funzioni, è a prima vista pulita e ordinata; lascia solo un po' perplessi la duplicazione di opzioni simili per la scansione, presenti sia sotto la voce Stato - Antivirus - Impostazioni che sotto la voce Analisi - Impostazioni.

Quelle raggruppate nella scheda Analisi riguardano le scansioni immediate, mentre quelle nella scheda Stato sono impostazione generali (e quindi c'è una certa differenza) ma all'inizio la cosa può generare un po' di confusione.

Una scansione completa del sistema, eseguita con le impostazioni di default (quindi comprendendo anche i file compressi, gli archivi di posta e tutti i file, ma senza analisi euristica) non impiega molti minuti per essere portata a termine.

Le prestazioni si confermano buone anche facendo una scansione che sia la più approfondita possibile; inoltre Global Protection dispone di una funzione che riduce il carico del processore durante la scansione, in modo da permettere di lavorare nonostante l'antivirus sia in esecuzione.

In effetti il rallentamento, su un computer nemmeno troppo recente, è praticamente impercepibile: si può continuare a lavorare senza preoccuparsi che tutto si blocchi da un momento all'altro.

I punti di forza della soluzione offerta da Panda, però, si chiamano TruPrevent 2.0 e Intelligenza Collettiva.

La prima è una tecnologia di individuazione del malware (per la quale Panda consiglia di avere almeno 1 Gbyte di Ram) che opera attraverso l'analisi del comportamento al fine di scovare minacce sconosciute le cui definizioni non siano ancora entrata nei database della società.

L'intelligenza collettiva, invece, nonostante il nome da fantascienza, è qualcosa di tutt'altro che minaccioso: si tratta di una sorta di cloud computing volto alla raccolta e alla condivisione delle informazioni sui malware scovati dai 4,5 milioni di computer che fanno parte della comunità, con un funzionamento che ricorda DeepGuard di F-Secure.

Ogni volta che il software rileva una possibile minaccia, tutte le informazioni relative vengono passate ai Data Center di Panda che provvedono ad analizzarle e ad attrezzare per la difesa tutti i membri dell'intelligenza collettiva.

Il valore aggiunto della soluzione Global Protection sta anche nelle funzioni di backup: è possibile impostare il programma per eseguire una copia automatica dei file più importanti da aggiornare secondo un intervallo definibile a piacere e anche creare Cd o Dvd di backup.

Inoltre Panda fornisce anche un anno di utilizzo del servizio di backup via Internet gestito da Docoom: gli acquirenti hanno a disposizione 2 Gbyte per l'archiviazione online dei file importanti. Il servizio, sfortunatamente, è disponibile solo in inglese e in spagnolo.

Per poterlo utilizzare occorre scaricare un relativamente piccolo file eseguibile (poco più di 3 Mbyte) che installerà il programma Docoom Backup; il servizio deve essere attivato creando un account per il quale occorre fornire il proprio indirizzo e-mail.

PANDA GLOBAL PROTECTION 2009
Prezzo Euro 74,90 (Iva inclusa) licenza per 12 mesi
Euro 44,94 (Iva inclusa) licenza per 6 mesi
Pro leggerezza, efficienza, funzioni di backup e ottimizzazione del sistema
Contro prezzo leggermente più alto della media, backup online solo in inglese o spagnolo
Funzionalità 5
Documentazione e facilità d'uso 4.5
Condizioni Commerciali 3.5
Giudizio Globale 4

Nel complesso la soluzione di Panda si presenta facile da usare, poco avida di risorse e piuttosto efficiente; nelle classifiche dei software antivirus, d'altra parte, i programmi di Panda generalmente riescono a ottenere una buona posizione.

La possibilità di salvare online i file più importanti è sicuramente un'opzioni molto gradita; occorre tuttavia fare attenzione alle tariffe che verranno applicate dopo la scadenza del periodo di utilizzo gratuito (il sito di Docoom presenta dei prezzi che partono da 5 euro mensili per 5 Gbyte di spazio). Inoltre, 2 Gbyte possono sembrare molti ma per un'archiviazione completa è forse meglio rivolgersi a soluzioni dedicate alternative.

Infine, la questione dei prezzi: il sito di Panda riporta un prezzo base - per la versione installabile su un massimo di 3 Pc - di 44,94 euro per 6 mesi di assistenza (che include aggiornamenti giornalieri, avvisi proattivi sui nuovi virus e supporto tecnico 24 ore su 24, 365 giorni su 365 via email e Internet), mentre per un anno di protezione si sale a 74,90 euro: è un costo effettivamente un po' elevato, superiore - anche se non di molto - a quello di altri prodotti, come Kaspersky o F-Secure, che però si limitano alle funzioni di Internet Security.

Ciascuno dovrà quindi valutare l'importanza che possono rivestire le funzioni di backup e di ottimizzazione del Pc (pulitura dei file non necessari e temporanei e deframmentazione del disco) e decidere se valgano la differenza di prezzo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (5)

Ho 2 pc e su uno ho Panda e sull'altro ho Kaspersky. Devo dire che sono davvero soddisfatto di entrambi. Per questo li consiglio a tutti e visto che qui si commentava Panda ho risposto al commento. :wink:
25-10-2008 22:34

Doppio impiego? :lol: Leggi tutto
23-10-2008 16:50

Giuro che ho pensato: Ecco l'opinione di uno che lavora a Panda :-) Poi ho visto altri tuoi messaggi sul forum in cui consigli Kaspersky...
23-10-2008 10:07

Panda davvero un ottimo antivirus ! Leggi tutto
23-10-2008 09:59

panda e amici Leggi tutto
10-10-2008 17:46

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual il tuo linguaggio di programmazione preferito, tra questi?
PHP
Java
C#
VB.Net

Mostra i risultati (1296 voti)
Settembre 2021
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Luglio 2021
Nuovo digitale terrestre, tutto rimandato
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 16 settembre


web metrics