Moorestown, il successore di Atom

La nuova piattaforma tecnologica equipaggerà i Mobile Internet Device del prossimo futuro e consumerà dieci volte meno.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-10-2008]

Intel Moorestown prototipo Mid Lincroft Taipei Idf

I processori Atom sono un successo ma già Intel sta pensando al successore, che integrerà un intero sistema su un unico chip ed equipaggerà i Mobile Internet Device, o Mid.

Il primo prototipo di questa nuova generazione è stato presentato a Taipei in occasione dell'Intel Developer Forum; il suo nome in codice è Moorestown.

Esteticamente assomiglia a uno smartphone touchscreen ma il suo punto di forza sono le prestazioni, decisamente superiori grazie al System-On-Chip Lincroft: un unico dispositivo, costruito con tecnologia a 45 nanometri, che integra Cpu, Gpu, controller della memoria e un encoder/decoder video.

Il successore di Atom promette consumi 10 volte inferiori rispetto alla generazione attuale e supporto alla connettività 3G, WiMax, Wi-Fi e Bluetooth, oltre che a un gran numero di periferiche di input e di output (tramite l'hub denominato Langwell).

Modulo Gps e supporto alla Tv mobile completeranno la dotazione di Moorestown, dispositivo pensato per portare Internet dovunque costringendo la potenza di un Pc nelle dimensioni di un telefonino.

Ora Intel deve solo convincere partner e utenti della bontà della decisione di usare un processore x86 al posto - per esempio - di un Arm per svolgere le stesse funzioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il flop di Windows 8 sembra replicare tristemente quello di Vista e c'è chi comincia a sostenere che Microsoft sia ormai sulla via del declino, dopo aver mancato clamorosamente il successo anche nei telefonini, nei tablet e nei dispositivi embedded.
Windows 8 è perfettamente stabile, facile da usare e non richiede hardware particolare: non è affatto un flop e Microsoft non è in declino.
La qualità del software Microsoft è in calo da anni: mancano soprattutto in visione e in integrazione. Stanno spingendo su troppi fronti, perdendo di vista la qualità complessiva.
Ognuno deve fare bene il proprio mestiere e basta. Microsoft si concentri su Windows, lasciando perdere Zune e tutto il resto; Google insista sui motori di ricerca, non sui social network, la mail o gli occhialini.

Mostra i risultati (6446 voti)
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Tutti gli Arretrati


web metrics