Il fungo della Patagonia che produce biodiesel

Il "micodiesel" potrebbe essere la soluzione all'esaurirsi dei carburanti fossili e alle difficoltà di produzione delle alternative attuali, come l'etanolo e l'idrogeno.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-11-2008]

Fungo gasolio diesel Patagonia Gary Strobel

La produzione industriale per soddisfare i bisogni mondiali è ben lontana, ma una grande attenzione si sta concentrando sul Gliocladium Roseum, un umile fungo scoperto da Gary Strobel, scienziato della Montana State University.

La particolarità di questo fungo, trovato negli alberi della foresta pluviale della Patagonia, è di produrre un mix naturale di idrocarburi che somigliano molto al gasolio.

"Quando ho controllato le analisi dei gas sono rimasto sbalordito" - ha spiegat Strobel - "Stavamo praticamente guardando del carburante diesel".

Ciò che è importante non è il fugo in sé, ma gli enzimi che contiene e che sono responsabili della degradazione della cellulosa nei vapori "diesel". Non solo: la presenza di basse quantità di alcool e esteri renderebbe la bruciatura ancora più pulita di quella del bioetanolo.

L'importanza della scoperta di Strobel, oltre che dall'esaurimento delle riserve di petrolio, è data dalla difficoltà di sostenere la produzione di biocombustibili con i metodi attuali.

Partire dalla cellulosa, materiale abbondante, per ricavare gasolio pulito consentirebbe anche di abbattere i costi di produzione dei carburanti non inquinanti.

Alla Yale University stanno già analizzando il genoma del fungo sotto la direzione del dottor Scott Strobel, figlio di Gary.

Secondo Strobel, poi, questa scoperta potrebbe portare a rivedere alcune teorie sulla formazione del petrolio greggio, a partire dalla sua origine fossile: "Potrebbe darsi che organismi come questo producano una parte - magari non tutto - del petrolio greggio del mondo".

Come già detto, la strada che potrebbe portare a una commercializzazione di un nuovo tipo di biocarburante è stata appena intrapresa e si annuncia lunga e irta di ostacoli; tuttavia l'entusiasmo con cui sono iniziate le ricerche fa ben sperare.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

se non sbaglio hanno inventato una "vernice solare" ossia una vernice che trasforma la superficie che ricopre in un pannello fotovoltaico. bene...via il motore a scoppio, via il serbatoio, alleggeriamo le auto e mettiamoci motori elettrici, riempiamo il buco lasciato dal motore radiatore cambio ecc di batterie e verniciamo... Leggi tutto
6-11-2008 11:43

Leggi tutto
6-11-2008 11:40

{Scafato}
il fungo...ma la cellulosa... Leggi tutto
6-11-2008 11:23

Siamo a cavallo! Leggi tutto
6-11-2008 09:41

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te quale diventerÓ realtÓ per prima?
Le aule intelligenti: conosceranno gli alunni e offriranno un'esperienza di apprendimento personalizzata ed efficace.
Torneremo a fare la spesa sotto casa: i negozi uniranno la varietÓ degli acquisti online al piacere di fare acquisti direttamente in un posto conosciuto.
Useremo il DNA per stabilire terapie su misura: cloud computing e computer congnitivi rendereanno l'esame del DNA veloce ed economico.
Un guardiano digitale sostituirÓ le password: conoscerÓ le nostre abitudini e individuare i tentativi di furto d'identitÓ.
Smart City: le cittÓ faranno arrivare sugli smartphone dei cittadini informazioni personalizzate basate sulle abitudini e le preferenze degli abitanti stessi.

Mostra i risultati (1187 voti)
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Tutti gli Arretrati


web metrics