In prova: UbiEst UbiSafe Box

IL TEST DI ZEUS - Un dispositivo Gps di localizzione dedicato ai genitori che vogliono sapere sempre dove vanno i figli, in nome della "tranquillità in famiglia".



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-11-2008]

UbiEst UbiSafe Box

UbiSafe Box è un localizzatore Gps piccolo e leggero (pesa 70 grammi), pensato per far sì che chi lo porta sia sempre rintracciabile. È un dispositivo che fa parte della più ampia famiglia UbiSafe, che comprende software e hardware progettati per lavorare insieme.

Il sito ufficiale non fa mistero dei destinatari principali del prodotto: le famiglie, o meglio i genitori che vogliono sapere sempre dove si trovino i propri figli, siano essi adolescenti che tornano tardi la sera o bambini che si allontanano per giocare.

In realtà il produttore stesso suggerisce almeno altri due usi alternativi: come sistema per ritrovare gli animali domestici (può essere appeso, per esempio, al collare del cane) o come antifurto (se lasciato in auto, con l'accortezza di controllare la carica della batteria). Le famiglie, tuttavia, sono i destinatari principali.

Il funzionamento è molto semplice. Innanzitutto il genitore deve convincere il proprio figlio (o la propria figlia, naturalmente) a portare con sé il localizzatore e a tenerlo acceso.

Questo aspetto sgombra il campo dai dubbi sulla violazione di privacy che si potrebbero esprimere. Infatti affinché avvenga il tracciamento ci vuole il pieno consenso della persona che porta con sé il localizzatore. Chi non desidera essere localizzato, anche temporaneamente, basta che prema il pulsante di spegnimento; oppure che non porti con sé il dispositivo.

Questo non sgombra completamente il campo dagli usi illeciti, per esempio infilare di nascosto il localizzatore nella borsetta della moglie. Ma facciamo alcune considerazioni: il localizzatore deve essere tenuto all'aperto per garantire una buona ricezione dai satelliti; l'apparecchio è piccolo ma non così piccolo da passare inosservato; infine, la batteria non è eterna. Per tutti questi motivi, riteniamo che sia piuttosto difficile riuscire a localizzare qualcuno senza il suo consenso.

Ubisafe Box in sé non richiede una particolare manutenzione: una volta caricata la batteria (il cui stato è indicato da un piccolo led), è sufficiente accenderlo tramite l'unico pulsante presente perché si attivi la ricerca del segnale Gps.

A questo punto il dispositivo è pronto per essere indossato tramite l'apposita pochette (o semplicemente infilato in tasca, anche se la posizione deve essere tale da non impedire la ricezione dai satelliti).

Ora il figlio è pronto per uscire. Dovunque vada, gli apprensivi genitori potranno rintracciarlo in due modi: usando l'interfaccia web, a cui si accede dal sito di Ubisafe, o tramite il proprio cellulare o smartphone.

Scegliendo il primo metodo, dopo la creazione dell'account, madri e padri avranno a disposizione un'area riservata accessibile tramite la voce MyUbisafe.

Da lì potranno registrare l'apparato Ubisafe Box tramite la finestra di configurazione, e visualizzare una mappa sulla quale localizzare il figlio pellegrino.

Potranno anche avviare la modalità tracciamento che, come si può immaginare, servirà a registrare gli spostamenti della persona sotto controllo, impostando un intervallo a piacere tra la registrazione di una posizione e l'altra e il numero massimo di localizzazione da effettuare (che può anche essere impostato su "infinito").

Se i genitori sono dotati di uno degli smartphone compatibili (la lista è sul sito), possono installarvi l'applicazione UbiSafe, che permette la localizzazione direttamente dal telefonino: non dovranno così restare in casa davanti al Pc ma potranno seguire gli spostamenti del loro bersaglio da praticamente qualsiasi luogo.

Se invece hanno un modello di cellulare vecchio o comunque non supportato, possono avvalersi del servizio Sms: inviando un messaggio di testo a un numero di servizio otterranno la posizione del Box, la velocità a cui si sta spostando e l'ora del rilevamento.

Il rilevamento della velocità permette di introdurre un'altra opzione: la modalità allarme.

È possibile infatti impostare alcuni limiti che, se superati, attivano l'invio di un avviso ai controllori.

Per esempio si può impostare una velocità massima al di sotto della quale il figlio deve restare: qualora la superasse, ecco che i genitori verrebbero immediatamente avvisati e potrebbero quindi prendere i provvedimenti del caso.

Oppure le mamme con bambini piccoli potranno attivare la modalità geo-fencing: stabiliranno una perimetro, basato su una distanza massima da loro stesse, entro il quale il bambino può muoversi liberamente. Se il recinto venisse superato, esse verrebbero immediatamente avvertite sul telefonino e potrebbero recuperare il piccolo prima che finisca nei guai.

In un certo senso, è un ottimo oggetto per deresponsabilizzare le madri, che potranno così portare i bambini al parco e "dimenticarsi" di loro... finché non suona l'allarme.

Occorre dire che il dispositivo svolge egregiamente la propria funzione di localizzazione, sebbene il segnale sia facilmente disturbato dalla presenza di ostacoli anche non proprio imponenti. Un treno affollato, per esempio, è stato sufficiente per far perdere il contatto con il satellite, anche se il Box si trovava vicino al finestrino.

Ad ogni modo la localizzazione è precisa, anche se ovviamente non precisissima (ma questo è un limite della tecnologia Gps, non di UbiSafe): anche restando fermi in un punto, in localizzazioni successive sulla mappa venivano indicati alternativamente tre indirizzi diversi, seppure l'uno nelle immediate vicinanze dell'altro.

Qualche perplessità riguarda l'autonomia, non troppo generosa. La battaria interna, non sostituibile dall'utente, ha una durata dichiarata di 120 ore (5 giorni) in standby mentre, se la localizzazione è attiva, secondo il manuale è in grado di sopportare fino a 150 richieste di localizzazione.

Ciò fa sì che UbiSafe Box possa tornare utile per monitorare spostamenti brevi, che durano al massimo una giornata; per periodi più lunghi è necessario avere la possibilità di caricare il dispositivo o sperare che la persona "sotto controllo" non se ne dimentichi.

A parte ciò, comunque, dal punto di vista tecnico non ci sono punti negativi da segnalare: il servizio all'aperto funziona, non richiede conoscenze particolari da parte di chi dev'essere controllato né da parte di chi controlla e l'interfaccia Web è abbastanza chiara, anche se richiede un minimo di studio per capire come configurare e registrare i vari dispositivi.

I manuali e le guide (presenti anche sul sito in formato elettronico) aiutano a districarsi tra le varie e numerose opzioni offerte, presentando in modo completo le varie possibilità.

UBIEST UBISAFE BOX
Prezzo Euro 199,99 (per 12 mesi)
Pro Localizzazione precisa; presenti numerose opzioni.
Contro Risente molto degli ostacoli; autonomia migliorabile.
Funzionalità 5
Documentazione e facilità d'uso 4
Condizioni Commerciali 3
Giudizio Globale 4

Le cifre necessarie per avvalersi dei servizi di UbiSafe non sono proprio contenute anche se - si sa - la sicurezza e la comodità non hanno prezzo.

Il dispositivo UbiSafe Box costa 199,99 euro per 12 mesi di utilizzo e comprende il servizio UbiSafe Web (per la localizzazione via Internet).

UbiSafe Mobile, per la localizzazione tramite gli smartphone compatibili, costa 14,99 euro se acquistato per un mese; salendo a 3 mesi si spendono 37,94 euro e chi vuole invece acquistarlo per un anno deve spendere 119,99 euro.

Il servizio UbiSafe Sms, per chi non possiede un cellulare recente, funziona "a crediti": 20 crediti costano 7,99 euro e, crescendo, si può arrivare a comprare 500 crediti in una volta, spendendo 99,99 euro.

Per completezza segnaliamo anche l'esistenza di UbiSafe Plug-in, un modulo da installare sui cellulari compatibili, che vengono così resi localizzabili tramite UbiSafe Mobile e UbiSafe Web (chi possiede il cellulare adatto, quindi, potrebbe adottare questa soluzione in luogo del Box). Un mese costa 7,99 euro; 3 mesi costano 19,99 euro e 12 mesi, infine, 69,99 euro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il GPS per tenere sotto controllo il gatto
L'orologio da polso per monitorare la posizione dei bambini

Commenti all'articolo (2)

{daniele}
Mi permetto di segnalare anche un'altra soluzione: PeTra! (www.sentirsisicuri.it) Caratteristiche principali di PeTra: - tutte le funzioni e il design di un moderno cellulare - invio richiesta soccorso tramite pulsante radio grande quanto una moneta di 2 euro - localizzazione anche all'interno con dispositivo opzionale (all'esterno con... Leggi tutto
17-12-2010 14:59

Utile anche per chi non si ricorda dove ha parcheggiato
26-11-2008 22:26

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I tuoi sogni sono a colori o in bianco e nero?
A colori
In bianco e nero
In 3d, anche senza occhialini
Un po' come capita

Mostra i risultati (1618 voti)
Agosto 2020
Rassegnatevi, il nuovo Edge non si può disinstallare
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics