Un pulsante per risolvere i problemi di Windows

Alcune pagine della Knowledge Base di Microsoft mostrano il bottone "Fix it": sistemerà i malfunzionamenti del sistema senza che l'utente debba intervenire.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-02-2009]

Microsoft bottone Fix It Knowledge Base supporto

Quante volte è capitato di cercare la soluzione a un problema con Windows all'interno della sterminata Knowledge Base di Microsoft? E quanto volte la soluzione era composta da una lunga serie di passi che sarebbe stato bello poter automatizzare, così da poterli eseguire con un solo clic?

Ci hanno pensato anche a Redmond e, silenziosamente, hanno iniziato a inserire in alcuni articoli - pochi, per ora - un bottone recante l'immagine di un uomo con in mano una chiave inglese e la scritta Fix it. Un esempio può essere trovato nell'articolo che riguarda un problema relativo a Windows Script.

"Se sappiamo quali sono i passi da compiere, perché non dovremmo inserirli in uno script?" si chiede Lori Brownell, manager di Microsoft con il compito di occuparsi del supporto online, spiegando l'innovazione.

Certo, non tutti si fidano del gigante di Redmond: per costoro c'è sempre la possibilità di seguire manualmente le istruzioni, ma secondo Microsoft la strada giusta è quella dell'automazione.

L'azienda sta pensando di introdurre un pulsante Fix it anche nell'utilità di Windows che genera i rapporti sugli errori di sistema, nel caso in cui una soluzione sia già disponibile e possa essere applicata automaticamente.

Brownell vede un futuro in cui, essendo umanamente impossibile creare software esenti da bug, saranno i programmi stessi a scovare i problemi e a sistemarli.

Nel presente, invece, c'è da sperare che questa possiiblità non comporti il fiorire di siti in apparenza simili a quello di Microsoft ma che, con un clic su Fix it, installano un trojan sul Pc.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 12)

Non voleva formattare, ma accedendo ad un partizione del disco corrotta (ci vuole pochissimo) o che non è sua il Windows chiede assurdamente di formattarlo con un avvertimento che non dice molto. Un utente poco esperto ci casca come un salame. Ciao Leggi tutto
7-9-2009 09:48

Incosciente chi progetta un sistema operativo che fa una simile domanda senza prima suggerire un salvataggio dei dati.- Ma strano ancora di più che una persona che si mette a formattare non sapesse che avrebbe eliminato tutti i dati dal PC..... Quando ho dovuto formattare per reinstallare XP, e solo in casi davvero seri, mi sono... Leggi tutto
7-9-2009 09:30

:lol: :lol: :lol: :lol: Bellissima la INCORNICIO ! :lol: :cincin: :inc: :inc: :viva: Leggi tutto
15-2-2009 05:27

Campo minato e profezie Leggi tutto
13-2-2009 21:35

le procedure automatiche che guaio ! Ad un mio cliente apparve "disco non valido lo formatto ?" e lui rispose "si" e si mangio i dati di un mese di lavoro ! :lol: bè con il nuovo sistema non avrà la crisi di coscenza d'aver premuto "si" ! :lol: :lol: :lol: La cosa è più grave quando esistono motivi... Leggi tutto
9-2-2009 15:12

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google è veramente brutta! Più che un auto è un'ovovia.
Ci toglierà il piacere di guidare e la nostra vita sarà un po' più triste.
Avrà un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarà maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi più lunghi o più lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non è chiaro di chi sarà la responsabilità civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
Sarà esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocità o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno più: già immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (1887 voti)
Agosto 2020
Mozilla licenzia il 25% dei dipendenti
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics