Call center sempre più all'estero

Campagna contro il trasferimento all'estero dei call center dei gestori telefonici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-12-2009]

Slc-Cgil, il sindacato della Cgil per i lavoratori delle Tlc, promuove una campagna nazionale contro il trasferimento all'estero delle attività e dei call center dei principali gestori telefonici italiani.

Secondo i dati della Cgil, Wind nel 2010 trasferirà in Romania almeno 300-400 posti di lavoro, tanto che i dirigenti dell'azienda rumena a cui sarà appaltato il lavoro stanno formandosi nel centro di Pozzuoli.

H3G (il gestore 3) già oggi avrebbe affidato in outosourcing ad aziende operanti a Tirana, Bucarest, Tunisi per un totale di 400 lavoratori. H3G ha già preannunciato che la percentuale di lavoro appaltato aumenterà e che saranno seguiti direttamente solo i clienti "a 5 stelle" (i migliori).

British Telecom, secondo stime prudenziali, darebbe lavoro a circa 100 operatori in Romania ed Albania.

Il gruppo Vodafone, di cui fa parte ora anche Tele2, darebbe lavoro (attraverso i suoi fornitori Comdata, Comdata Care, E-Care) a circa 300 lavoratori in Romania e sono in corso trattative per l'Albania.

Per Telecom Italia una stima di massima, sempre della Cgil, identifica in almeno in 500-600 i lavoratori che opereranno per Tim-119 in Tunisia, Albania, Romania, Turchia, Argentina.

Fastweb ha diversi fornitori che, per i picchi di traffico, si servono di call center in Albania e Romania.

La Cgil chiede una moratoria immediata della delocalizzazione all'estero per evitare di perdere nuovi posti di lavoro in Italia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Vodafone deve reintegrare 150 dipendenti

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 24)

Ma uffa, perche' bianco o nero e non semplicemente ragionevoli. Guarda che per cambiare le regole del commercio mondiale e' una buona scusa quella di dire, eh ma tu produci inquinando e sfruttando minori ... Una buona forma di pressione e si potrebbe dar sui denti a certi stati. Quanto al consumismo qui la faccenda e' piu' facile, non... Leggi tutto
15-12-2009 13:17

sarà.... ma anche così si va a finir male, stai sicuro! magari moriremo consumisti fino in fondo, se ti può consolare :roll:
15-12-2009 12:39

Io sono il paese X e ti fornisco 100 di un materiale per te fondamentale e 10.000 di cacchiate. Digirun e' presidente del consiglio e dice vabbe io il 100 di materiale fondamentale lo voglio ma le 10.000 di cacchiate no, del resto ho fatto i conti e noi esportiamo vestiti di alta moda solo per 95 non ci conviene. Il paese X cosa... Leggi tutto
15-12-2009 11:59

Ovviamente sarebbe un'autarchia SELETTIVA... cosa compra da noi la romania? cosa compra da noi la cina? cosa compra da noi l'india? cosa compra da noi la korea, le filippine la la malesia, il vietnam e compagnia bella noi produciamo "lusso" loro non hanno soldi per comprarlo, in cambio ci vendono le loro ciofeche mal... Leggi tutto
14-12-2009 18:39

Devo assolutamente trovarti una confezione di surrogato del caffe' marca "Ventennio", se la assaggi vedrai che cambi idea sull'autarchia ;-) E per il resto se tu metti barrierone le mettono anche gli altri e quindi guadagni posti perche' devi produrre locale, li perdi perche' pure gli altri fanno uguale e non puoi esportare.... Leggi tutto
14-12-2009 15:33

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai una carta fedeltà o di raccolta punti?
Ebbene sì, ne ho diverse. E non ci trovo niente di male.
Mi sono lasciato infinocchiare. Ne ho qualcuna e mi vergogno un po'.
Lungi da me!

Mostra i risultati (2425 voti)
Aprile 2020
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Tutti gli Arretrati


web metrics