Due strumenti open source per accedere ai file di Outlook

Microsoft ha rilasciato sotto licenza Apache due nuovi tool.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-05-2010]

Outlook tool open source Pst Apache license

Microsoft ha deciso di continuare sulla strada inaugurata lo scorso ottobre, quando annunciò che avrebbe aperto il formato proprietario dei file di Outlook, e per questo ha svelato la nascita di due nuovi progetti open source.

Scopo di entrambi è consentire agli sviluppatori un facile accesso alle informazioni conservate all'interno dei file Pst e si pone nella linea indicata a suo tempo all'azienda dall'Unione Europea, ossia l'apertura verso una maggiore interoperabilità.

"La portabilità dei dati è diventata una necessità crescente per i nostri utenti e partner" diceva Microsoft facendo buon viso alle richieste della Commissione e al fine di evitare altri guai per abuso di posizione dominante.

Così oggi diventano disponibili gli strumenti Data Structure View Tool e File Format Development Kit, entrambi rilasciati sotto licenza Apache.

Il primo strumento mostra una visualizzazione grafica della struttura interna al file Pst, facilitando così il lavoro degli sviluppatori; il secondo è una libreria che permette di accedere ai dati contenuti nei file, consentendo così la creazione di nuove applicazioni che ne fanno uso.

E se per ora l'apertura del formato Pst è solo in lettura, presto sarà abilitata anche la scrittura, aggiornando il Development Kit e dando davvero il via alla completa interoperabilità.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

{ken}
omissis "La portabilitÓ dei dati Ŕ diventata una necessitÓ crescente per [noi, l'unica speranza per mantenere] i nostri utenti e partner"
26-5-2010 23:26

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Parlamento una proposta di legge vorrebbe obbligare i nuovi esercizi pubblici (ristoranti, negozi e via dicendo) a mettere a disposizione gratis degli utenti la possibilitÓ di navigare col Wi-Fi in Internet. Secondo te...
╚ una novitÓ giusta e moderna.
╚ un obbligo (costoso) in pi¨, da evitare.
Ottimo, ma si dovrebbero prevedere degli sconti fiscali per l'esercente.
La connessione sarÓ lenta, e poi con gli smartphone il Wi-Fi chi lo usa oggi?
Non mi interessa.
Non saprei.

Mostra i risultati (2511 voti)
Settembre 2020
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tim e Wind Tre, crescono le tariffe
Il chip nel cervello di Elon Musk
Tutti gli Arretrati


web metrics