Due strumenti open source per accedere ai file di Outlook

Microsoft ha rilasciato sotto licenza Apache due nuovi tool.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-05-2010]

Outlook tool open source Pst Apache license

Microsoft ha deciso di continuare sulla strada inaugurata lo scorso ottobre, quando annunciò che avrebbe aperto il formato proprietario dei file di Outlook, e per questo ha svelato la nascita di due nuovi progetti open source.

Scopo di entrambi è consentire agli sviluppatori un facile accesso alle informazioni conservate all'interno dei file Pst e si pone nella linea indicata a suo tempo all'azienda dall'Unione Europea, ossia l'apertura verso una maggiore interoperabilità.

"La portabilità dei dati è diventata una necessità crescente per i nostri utenti e partner" diceva Microsoft facendo buon viso alle richieste della Commissione e al fine di evitare altri guai per abuso di posizione dominante.

Così oggi diventano disponibili gli strumenti Data Structure View Tool e File Format Development Kit, entrambi rilasciati sotto licenza Apache.

Il primo strumento mostra una visualizzazione grafica della struttura interna al file Pst, facilitando così il lavoro degli sviluppatori; il secondo è una libreria che permette di accedere ai dati contenuti nei file, consentendo così la creazione di nuove applicazioni che ne fanno uso.

E se per ora l'apertura del formato Pst è solo in lettura, presto sarà abilitata anche la scrittura, aggiornando il Development Kit e dando davvero il via alla completa interoperabilità.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

{ken}
omissis "La portabilitÓ dei dati Ŕ diventata una necessitÓ crescente per [noi, l'unica speranza per mantenere] i nostri utenti e partner"
26-5-2010 23:26

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi i motori di ricerca soprattutto per approfondire quello che hai...
... letto sui social network
... sentito alla radio
... ricevuto sul cellulare (Sms/Mms)
... letto su giornali o riviste
... visto in Tv
... visto per strada
... passaparola

Mostra i risultati (1101 voti)
Settembre 2021
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 23 settembre


web metrics