L'amico di Facebook si trasforma in molestatore

Erano diventati amici sul social network, poi lui aveva iniziato a seguirla e molestarla. I carabinieri l'hanno arrestato per stalking.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-09-2010]

Facebook stalking Firenze ragazzo albanese arresta

Non conosce pause l'attività degli stalker: l'ultimo episodio riguarda una ragazza albanese, abitante a Firenze dove lavora come cameriera, perseguitata da un connazionale conosciuto attraverso Facebook e che risiedeva nella stessa città, ma da irregolare.

Può darsi che condividere la stessa nazionalità e scoprire di abitare nella stessa città del ragazzo diventato amico sul social network sia stato il motivo che ha spinto la giovane ventiduenne a condividere il proprio numero di telefono.

Da quel momento sono però iniziate le vessazioni: il venticinquenne ha iniziato a perseguitarla, a pedinarla e a molestarla, apparendo ogni volta che lei usciva di casa o tornava dal lavoro. L'articolo continua sotto


Quando la situazione è diventata insostenibile la ragazza si è rivolta ai carabinieri, per aiutare i quali ha poi deciso di fare da esca. Così, quando il suo connazionale l'ha intercettata sull'autobus che la riportava a casa dal lavoro e ha tentato di abbracciarla e toccarla, i militari presenti in borghese sono intervenuti, cogliendolo in flagrante.

Ora sul venticinquenne - che davanti ai carabinieri ha provato a giustificarsi facendosi passare per il fidanzato di lei - pende l'accusa di stalking e molestie sessuali.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Stalkerware, i software utilizzati per spiare il partner

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Inoltre su FB hai la possibilità di decidere COSA condividi e con CHI! Basta perdere 10 minuti per adeguare le impostazioni di privacy.... ma non tutti lo fanno.... :roll: Leggi tutto
6-9-2010 18:36

E già, io chiuderei anche le discoteche, certe cose succedono anche lì... O il posto di lavoro... Si sentono spesso notizie di molestie sul lavoro, poi che altro possiamo chiudere? Suvvia... la colpa non è di facebook, ma delle persone che lo usano in determinati modi... Inutile fare di tutta l'erba un fascio.... Leggi tutto
6-9-2010 08:38

È vero, più che altro poi dare l'amicizia su fb se uno ci ha scritto molte informazioni personali :roll: non è come stare su una chat...porta molte persone a conoscere cose di te subito :wink: e se dai l'amicizia "al cane e al porco" qualche rischio lo corri. Mi spiace poi per la ragazza ma effettivamente la prudenza non è... Leggi tutto
4-9-2010 16:26

Ma la colpa e' di FB????? Leggi tutto
3-9-2010 20:47

Chiudete Facebook non se ne può più di queste storie....basta limitatelo mettetelo a pagamento...trovate un modo per limitarne il suo uso inconsapevole e indiscriminato
3-9-2010 16:22

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Annunci come quello di NVIDIA sull'appliance GRID per il Cloud gaming suggeriscono che il fenomeno stia acquisendo rilevanza, ma storie di insuccesso come OnLive sembrano indicare mancanza di trazione tra gli utenti. Hai qualche esperienza in merito?
Sì, e sono stato soddisfatto
Sì, ma sono rimasto deluso
No, ma penso che possa avere successo
No, e fallirà perché ci sono alternative più interessanti per videogiocare

Mostra i risultati (194 voti)
Dicembre 2021
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 6 dicembre


web metrics