Bing si allea con Facebook, la ricerca diventa sociale

Tra i risultati del motore di Microsoft ora appaiono le pagine consigliate dagli amici. Tutto grazie al pulsante "Mi piace".



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-10-2010]

Microsoft Bing Facebook ricerca social mi piace

Bing adesso ha una carta in più per competere con Google: Facebook. Il motore di ricerca di Microsoft ha stretto un accordo di collaborazione con il social network, facendo diventare la ricerca "più sociale".

Una delle funzionalità più usate di Facebook è il tasto Mi piace. D'ora in avanti, se si è fatto login sul social network e si compie una ricerca con Bing, il motore restituirà tra i risultati anche quelle pagine per le quali gli amici hanno espresso apprezzamento.

Per esempio: se cerchiamo informazioni su un ristorante e uno dei nostri amici ha premuto Mi piace sulla pagina del locale, i risultati di Bing ci diranno che uno dei nostri contatti di Facebook lo consiglia.

Allo stesso modo, cercando una persona apparirà il link al suo profilo, con tanto di foto, e così via per ogni argomento che possa essere stato apprezzato dai nostri amici di Facebook. L'articolo continua sotto

Per proteggere la privacy, ogni utente del social network può decidere di disattivare l'integrazione con Bing, mentre partendo dal motore di ricerca sarà un popup che chiederà se consultare anche Facebook: ignorandolo per quattro volte, la ricerca nel social network verrà attivata di default.

In questa fase iniziale questa funzione è disponibile soltanto negli Stati Uniti: in Italia stiamo ancora aspettando una vera versione di Bing, che non sia solo una veste grafica sovrapposta al vero Live Search. Quando ciò succederà, probabilmente potremo avere anche l'integrazione con Facebook, difficilmente prima.

Nessuna informazione relativa alle ricerche - a partire dalle chiavi - viene poi condivisa con Facebook, e i risultati ottenuti sono derivati soltanto da cià che è stato esplicitamente autorizzato e condiviso dagli utenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

In microsoft si allerebbero con chiunque pure Osama e Ahmadinejad, pur di battere Google! :evil: :evil: Ma il successo non dipende solo dal fuoco di sbarramento o dal numero degli alleati, ma in un mercato libero e competitivo di accesso alle informazioni, sono la qualità di queste ultime ad essere il metro finale di paragone :o
16-10-2010 18:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (349 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics