Ragazza si spoglia in aeroporto per protesta contro i body scanner

L'originale protesta di una blogger contro le misure di sicurezza troppo invadenti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-11-2010]

Furrygirl spoglia protesta body scanner aeroporto

La blogger nota con il nickname Furrygirl (che si autodefinisce blogger del sesso ed è attiva anche su Twitter) ha deciso di inscenare una protesta particolare contro i le misure di sicurezza troppo invadenti (body scanner o perquisizioni) in vigore negli aeroporti americani.

All'aeroporto di Seattle, dopo aver optato per una perquisizione, si è spogliata rimanendo in biancheria intima e ha ripreso tutto con una videocamera, pubblicando poi il filmato sul proprio blog, attualmente irraggiungibile a causa dell'elevato numero di connessioni.

"Anziché sentirmi spaventata e umiliata come la TSA vorrebbe, sto cercando di godermi quest'esperienza più che posso" ha spiegato la blogger prima della perquisizione.

Qui sotto, il video.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Tecnocontrollo e diritti civili
Assembla un ordigno con oggetti acquistati al duty free

Commenti all'articolo (4)

Forse hai visto troppi filmini porno e poche donne in carne ed ossa. Non č che tutte se la depilino tutto l'anno, eh. Leggi tutto
10-12-2010 14:18

Quasi quasi l'invito a cena e sulla porta... le faccio trovare un body scanner! :lol:
23-11-2010 21:35

Non ho capito l'avatar. E' pelosa di suo o tendenzialmente č un po' troppo amica degli animali da pelliccia (vivi)?
23-11-2010 20:26

E l'hanno arrestata per oltraggio al pubblico pudore?!
23-11-2010 19:25

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te, come nascono la maggior parte delle bufale che girano su Internet?
Come scherzi rivolti esclusivamente ad amici e conoscenti (che poi involontariamente li propagano in giro)
Dalla "buona volontą" di persone che credono di fare un favore al mondo diffondendo dicerie e stranezze dandole automaticamente per buone
Dalla curiositą di vedere se una propria invenzione possa diventare "famosa" sulla rete, ma anche quanta gente ci arriverą a credere e con che velocitą si propagherą
Dalla volontą di creare disinformazione su determinati argomenti
Altro (specificare)

Mostra i risultati (2276 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 23 gennaio


web metrics