Lush UK violato, rubati i numeri delle carte di credito

I dati sottratti sono già stati usati in maniera fraudolenta.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-01-2011]

Lush UK carte di credito hacker

Il sito Web inglese del produttore di cosmetici Lush è stato compromesso e, nell'arco di quattro mesi, sono stati sottratti i dati delle carte di credito di numerosi clienti, compresi quelli che hanno fatto acquisti online nel periodo molto trafficato delle feste natalizie.

Parte di questi dati è già stata utilizzata in maniera fraudolenta e, se si visita la pagina Facebook di Lush, si può rendersi conto di come i clienti siano tutt'altro che contenti.

Le conseguenze di questo attacco sono state talmente gravi, per non parlare dell'effetto disastroso sulla fiducia che Lush era riuscita a creare intorno al proprio negozio online, che l'intero sito dell'azienda è stato disattivato e sostituito da un'unica pagina che fornisce solo qualche indicazione sull'accaduto.

Si legge: "Il monitoraggio di sicurezza indica che siamo ancora sotto attacco, e sono in atto continui tentativi di ingresso illecito al sistema. Per maggiore tranquillità suggeriamo a tutti i nostri clienti che hanno effettuato acquisti ONLINE presso di noi nel periodo compreso tra il 4 ottobre 2010 e il 20 gennaio 2011 di contattare le rispettive banche dal momento che i dati delle loro carte di credito potrebbero essere stati compromessi".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

B chiaro e diretto, unica pecca (ma questo porterebbe ad un altro dibattito :lol: ) che avrebbero dovuto usare la parola craker. Il problema intrinseco delle carte di credito che il loro utilizzo specie sul web fa riferimento ad un metodo semplice ma troppo insicuro per il mondo di oggi, chiaro che poi succedono queste cose :(... Leggi tutto
28-1-2011 22:48

Eheheheh, il sito recita: :lol: :lol: :lol: Leggi tutto
27-1-2011 23:09

Dati carta di credito Leggi tutto
27-1-2011 14:37

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual il maggior problema tra questi?
La gente comune non capisce molto di scienza.
La stampa e i media non mettono in risalto le scoperte veramente importanti.
La stampa e i media semplificano troppo le scoperte scientifiche.
La gente comune si aspetta soluzioni semplici e veloci.

Mostra i risultati (1768 voti)
Aprile 2020
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics