Tassa di concessione governativa, al via la campagna per i rimborsi

La tassa sui cellulari è illegittima: l'ADOC lancia una campagna nazionale per chiederne il rimborso agli operatori.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-02-2011]

ADOC rimborso tassa concessione governativa mobile

In Italia, tutti coloro che hanno un abbonamento mobile - privati o aziende che siano - devono pagare la tassa di concessione governativa.

Da quando però la Commissione Tributaria Regionale del Veneto ha riconosciuto l'illegittimità di detta tassa si apre la possibilità di chiedere un rimborso per il pagamento di qualcosa che non era dovuto, risalendo fino a 3 anni fa.

La Commissione si è rifatta al Codice delle Comunicazioni Elettroniche, entrato in vigore con il decreto legislativo n. 295/2003, che ha liberalizzato il mercato eliminando la necessità della concessione governativa, e quindi della tassa relativa.

Per aiutare gli utenti a formulare la richiesta l'Associazione per la Difesa e l'Orientamento dei Consumatori ha lanciato una campagna ad hoc e preparato una lettera di diffida che è possibile inviare al proprio operatore.

L'entità del rimborso potrebbe non essere indifferente. ADOC ha calcolato che nel caso di un contratto privato, su cui grava una tassa mensile di 5,16 euro, si arriva a 185,76 euro nei tre anni; nel caso di un contratto business (12,91 euro mensili) la cifra è di 464,76 euro.

Per cercare di ottenere il rimborso è necessario inviare la lettera - che si trova sul sito dell'associazione, in formato DOC - tramite raccomandata con ricevuta di ritorno alla sede legale dell'operatore, allegando anche copia delle fatture e ricevute di pagamento; una copia, via fax o email, si può inviare a ADOC.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 12)

.Maurizio Vicentini.
Buongiorno, a seguito del vostro articolo "Tassa di concessione governativa, al via la campagna per i rimborsi" del 28.02.2011, ho provveduto a scaricare il modulo dal sito dell'ADOC e a spedirlo, corredato di tutta la documentazione richiesta, alla Vodafone e, per conoscenza, all'ADOC stessa. Questa la (ovvia) risposta di... Leggi tutto
13-4-2011 08:29

Il decreto in questione non è il 295/2003 (Inesistente) ma il seguente: Decreto Legislativo 1 agosto 2003, n. 259 "Codice delle comunicazioni elettroniche" pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 214 del 15 settembre 2003 - Supplemento Ordinario n. 150 quindi vigente dal 16 settembre 2003, non capisco la limitazione agli... Leggi tutto
2-3-2011 13:21

Chi deve rimborsare? Leggi tutto
2-3-2011 07:25

Siccome non mi è chiaro, qualcuno potrebbe dirmi se adesso è abolita in automatico? Quindi se faccio un abbonamento ora, non esiste più?
1-3-2011 15:39

Evvai, ce l'hanno fatta! Ovviamente restituire tutto il maltolto pareva troppo carino, tre anni di soldi rubati dallo Stato sono più che sufficienti, nevvero? :shock: Comunque in linea di principio concordo con uibbs2, anche se anni fa di fronte alla presentazione di una cartella assolutamente non dovuta da parte di Equitalia mi sono... Leggi tutto
1-3-2011 13:13

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2435 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics