LizaMoon infetta quattro milioni di siti

Lo "scareware" spinge i visitatori ad acquistare un falso antivirus che invece compromette la sicurezza del PC.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-04-2011]

Lizamoon scareware Websense Security Labs SQL

LizaMoon è il nome che Websense Security Labs ha assegnato all'ultimo attacco di tipo SQL injection che sta compromettendo moltissimi siti.

Sfruttando alcune vulnerabilità note di certe web application, come le versioni non aggiornate di diffusi CMS, LizaMoon infetta i siti e redirige i visitatori verso una pagina dove li aspetta uno scareware.

In pratica, gli utenti vengono spinti a credere che sul loro computer sia installato un trojan; per liberarsene, vengono invitati ad acquistare e installare un software che si spaccia per un antivirus.

Chi abbocca non solo perde il denaro speso per acquistare il falso rimedio ma compromette anche il proprio PC.

Fino a venerdì, i siti compromessi da LizaMoon erano 500.000; oggi le stime parlano di più di quattro milioni di siti.

A complicare la situazione c'è il fatto che soltanto 17 dei 43 motori antivirus disponibili - come spiega Websense - sono attualmente in grado di riconoscere lo scareware come minaccia e proteggere i propri utenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

Dato che non ho ancora avuto il "piacere" di incontrare la bestiolina, mi limito a riportare le info che trovo nei siti specializzati. Le chiavi di registro da modificare sono le seguenti: In HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon va cancellata la stringa Shell In... Leggi tutto
5-4-2011 22:21

Devo ammettere che in effetti procurano lavoro, ma non necessariamente solo dai privati :D. Gli sprovveduti ci sono anche nelle aziende Leggi tutto
5-4-2011 09:21

Lo scareware installato da Lizamoon si chiama Windows Stability Center e il programma di avvio viene creato in %UserProfile%\Application Data\Microsoft\nomerandom.exe %UserProfile% = cartella del proprio profilo Per Windows XP corrisponde a C:\Documents and Settings\nomeutente. Per Windows Vista/7 corrisponde a C:\Users\nomeutente.
5-4-2011 08:03

Noi invece solitamente si avvia in modalitÓ prompt dei comandi e si cancella in toto la cartella TEMP di internet explorer contenuta nell'account utente pi¨ tutti i file eseguibili lý contenuti, quindi lanci un regedit e ripristini ad explorer.exe la shell di default. Aaaah, se non ci fossero questi troiai che circolano per la rete... Leggi tutto
4-4-2011 21:31

ne ho comprato 2 copie...... :D
4-4-2011 20:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Parlamento una proposta di legge vorrebbe obbligare i nuovi esercizi pubblici (ristoranti, negozi e via dicendo) a mettere a disposizione gratis degli utenti la possibilitÓ di navigare col Wi-Fi in Internet. Secondo te...
╚ una novitÓ giusta e moderna.
╚ un obbligo (costoso) in pi¨, da evitare.
Ottimo, ma si dovrebbero prevedere degli sconti fiscali per l'esercente.
La connessione sarÓ lenta, e poi con gli smartphone il Wi-Fi chi lo usa oggi?
Non mi interessa.
Non saprei.

Mostra i risultati (2492 voti)
Agosto 2020
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics