Il phishing Cartasì che sfrutta Sony

Un sito di phishing ospitato dal sito dell'azienda giapponese mette in pericolo i navigatori italiani.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-05-2011]

Sony sito Tailandia Cartasì truffa phishing

È stata F-Secure ad accorgersi per prima dell'ultima truffa apparsa online e che, per sfortuna o accanimento, coinvolge un'altra violazione informatica ai danni di Sony.

Questa volta a venir compromesso non è stato il PlayStation Network ma il sito aziendale tailandese; eppure, nonostante la nazionalità del server violato, le vittime sono tutte italiane.

All'interno del portale di Sony Tailandia c'era infatti un sito-trappola destinato agli utenti di Cartasì, l'istituto italiano che emette carte di credito.

I clienti che abboccavano alle email di phishing venivano rediretti versi quel sito, dove inserivano i propri dati e li consegnavano ai malintenzionati che hanno escogitato la truffa.

Sony, informata del problema, ha immediatamente bloccato l'URL incriminato e fatto sparire il sito pericoloso dal web.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

Mi pare ovvio che tutti adesso punteranno su Sony per mettere in pratica frodi telematiche, lì sembra esserci terreno molto fertile... :evil:
24-5-2011 16:26

Sarà che molti pensano che per sony sia un orribile 2011 ed è così ma alla fine sono solo gli utenti molti ignari di tante politiche sony che per ora ne hanno fatto le spese a sony che gli frega :twisted: speriamo nelle cause legali. (tralasciando questo ultimo episodio, dal pshing bisogna semrpe stare attenti a che sito si sta... Leggi tutto
21-5-2011 22:54

{umby}
Il fatto che ne sia incappata la Sony, non fa tanta notizia, a guardar bene il fenomeno é generale.Il fatto che ci siano ancora degli I*****i che credono ancora a Babbo Natale e cliccano su qualsiasi cosa gli arrivi per posta, neppure questo fa notizia!Sono anni che girano questi phishing....P.S. per la redazione:C'é un... Leggi tutto
20-5-2011 22:59

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Numerosi utenti lamentano disservizi con i coupon-sconto. Quale di questi inconvenienti giudichi più grave?
La difficoltà nell'ottenere i rimborsi (o l'avere come rimborso un altro coupon anziché i soldi).
Non avere un livello adeguato di assistenza al cliente.
L'impossibilità di prenotare un servizio nonostante si sia acquistato il voucher (a causa di scarsa disponibilità da parte di chi eroga quel servizio).
Il trattamento diverso, da parte di chi eroga il servizio, nei confronti di chi paga con un coupon rispetto agli altri clienti.
Il ritardo nella consegna dei prodotti.
La non corrispondenza dell’acquisto effettivo con l’offerta iniziale.
La mancanza di modalità specifiche per i reclami.
Il fatto che l'esercizio per il quale si è acquistato il voucher ha chiuso o il servizio non è più attivo.
La mancata emissione della ricevuta fiscale da parte dei portali.
Non ho mai riscontrato alcuno di questi inconvenienti.

Mostra i risultati (1094 voti)
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Tutti gli Arretrati


web metrics