Preso l'hacker che ha attaccato CIA e Sony

Arrestato un diciannovenne sospettato di far parte di LulzSec. Ma da LulzSec smentiscono.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-06-2011]

Arrestato 19enne Hacker LulzSec Sony Cia

Dopo la CIA, il Senato statunitense e Sony il gruppo di hacker Lulz Security ha preso di mira anche l'FBI e un'agenzia britannica, la SOCA, il cui scopo è combattere il crimine organizzato.

Ad annunciarlo è stato il gruppo stesso sulla propria pagina Twitter, in cui ha parlato della compromissione di oltre 1.000 account, mentre l'FBI ha fatto sapere di aver chiuso il sito violato - che appartiere a InfraGard, partner del Bureau - per precauzione.

Intanto però le indagini hanno portato all'arresto di un diciannovenne britannico accusato di far parte di LulzSec e che sarebbe responsabile degli attacchi a CIA e Sony.

Il giovane pirata informatico sarebbe caduto in una trappola tesagli dall'unità di Scotland Yard che contrasta il crimine online durante un'inchiesta condotta proprio con l'FBI.

Da LulzSec intanto smentiscono tramite Twitter che la persona arrestata faccia parte della loro organizzazione (vedi commenti nel forum).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Florida, impianto di depurazione delle acque “hackerato”

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

Si le tue considerazioni sono giuste alla fine ci può stare tutto però, la verità è nascosta al pubblico. Leggi tutto
22-6-2011 22:42

Straccio di dato di fatto?........ inconfutabile oltretutto? .... mi sa che optano per la seconda :? In spagna mi sembra che gli arresti siano stati fatti solo per spaventare, ma che in realtà non avessero niente di valido. Anche se in giro ad ogni arresto sembra che abbiano catturato qualche capo e poi non è mai vero. ... Leggi tutto
22-6-2011 15:07

Sì ma ci vuole un errore per essere beccato. Non è così diretta la conclusione. La sicurezza non esiste, ok.... E non so se anche nella controparte vengano usati mezzi da "media di massa" o da "servizio segreto" come il mentire per creare paura o per ....boh... per cosa? Perché dovrebbero scrivere su Twitter che... Leggi tutto
22-6-2011 15:00

L'hanno ucciso in un agguato, trasportato il corpo per centinaia di chilometri per raggiungere il più vicino oceano, imbarcato su una nave da guerra, buttato in mare per sfuggire l'ira degli dei in cui il ragazzo credeva. Poi hanno manipolato un paio di foto con paint e fotografato le reazioni di Obama e famiglia mente le guardano con... Leggi tutto
22-6-2011 12:28

così come? In cosa è consistita la trappola? Va bene che parliamo di cose per loro natura poco divulgabili ... però sapere qualcosa di più non guasterebbe! Lo porteranno davanti ad un giudice? O lo fucilano in segreto? Perchè se è la prima che ho detto dovranno pur esibire qualche straccio di dato di fatto! :old: Leggi tutto
22-6-2011 12:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (374 voti)
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Tutti gli Arretrati


web metrics