I nanofili d'oro che riparano il cuore

Potremo sostituire il tessuto danneggiato da un infarto con uno nuovo perfettamente efficiente, grazie alla nanotecnologia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-09-2011]

Nanofilamenti oro cuore infarto MIT

Grazie agli sforzi degli scienziati del MIT e del Children's Hospital di Boston, sta prendendo forma una nuova possibilità per riparare il cuore di chi è stato colpito da infarto.

Da tempo sono già allo studio tecniche che permettono di coltivare tessuti cardiaci per sostituire quelli danneggiati dall'infarto.

Per crearli, si usano "impalcature" microscopiche che assomigliano a delle spugne e permettono alle cellule di organizzarsi in maniera ottimale. Il problema è che l'impalcatura ha un effetto collaterale: funge da isolante tra le cellule.

«Il cuore è un apparecchio elettrico molto sofisticato» spiega Daniel Kohane, professore al MIT. I segnali elettrici devono poter attraversare le cellule, affinché queste siano in grado di battere all'unisono, «oppure il tessuto non funzionerà a dovere».

Con le tecniche attuali, il segnale elettrico arriva a una cellula e si ferma nelle vicinanze, impedendo alle cellule del nuovo tessuto di battere insieme.

Brian Timko e Tal Dvir del MIT, insieme a diversi colleghi, hanno deciso di utilizzare per le impalcature un nuovo materiale che permetta ai segnali elettrici di attraversarlo: «Abbiamo iniziato una sessione di brainstorming» - racconta Timko - «e mi è venuto in mente che è abbastanza semplice produrre dei nanoconduttori d'oro: si possono produrre della lunghezza di un paio di micron, il che è più che sufficiente per attraversare le pareti dell'impalcatura».

Quando ha messo alla prova la propria idea, Timko ha scoperto che in quel modo la trasmissione dei segnali migliorava di tre ordini di grandezza: se prima il segnale viaggiava per poche centinaia di micrometri, ora percorre diversi millimetri.


Il video mostra la differenza tra il vecchio e il nuovo tessuto

La scoperta apre le porte all'uso di questa tecnica oltre la riparazione del cuore: «credo che anche altre persone possano trarre vantaggio da questa idea» - spiega Charles Lieber, professore di chimica ad Harvard.

«Cellule muscolari, costrutti vascolari, forse persino il sistema nervoso» continua Lieber. «È un sistema semplice per avere un grande impatto sulla comunicazione delle cellule».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il cuore cresciuto da cellule della pelle

Commenti all'articolo (5)

E' una bella notizia.
27-9-2011 13:23

Certamente! Il pacemaker è un uso delle moderne tecnologie che da decenni salva la vita di milioni di persone anche se non ci facciamo caso. Cosi' anche le nano tecnologie dopo un uso industriale avranno anche un uso medico. Ciao Leggi tutto
27-9-2011 12:37

credo che ci siamo quasi, tempo 10 anni e la nanotecnologia sarà fondamentale nella medicina. Leggi tutto
27-9-2011 08:56

anche questa potrebbe essere una ottima applicazione delle nanotecnologie, che stanno promettendo risultati molto importanti. Vedremo se le varie applicazioni possibili in vari campi (ambientale, salute, sanificazione, disinquinamento, energia etc etc) davvero funzioneranno. Che sia in arrivo una nuova rivoluzione industriale?
27-9-2011 08:22

Bellissima scoperta, non per altro perchè c'è una miglioria di trasmissione energetica che nemmeno con tecniche a base di staminali si avrebbe, se vogliamo trascurare l'immenso vantaggio che coservano cioè la compatibilità con l'organismo che vannoa riparare. Se riuscissero a risolvere il problema "dell'impalcatura isolante"... Leggi tutto
26-9-2011 21:24

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Il numero di multe per l'utilizzo di smartphone alla guida è aumentato del 18% nel primo semestre 2017. Il direttore del servizio di Polizia Stradale propone il ritiro della patente fin dalla prima infrazione, con una sospensione di un minimo di 15 giorni. Sei d'accordo?
No

Mostra i risultati (2166 voti)
Dicembre 2020
Microsoft brevetta la tecnologia per eliminare le riunioni inutili
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Tutti gli Arretrati


web metrics