Ozono, un buco largo 26 milioni di km quadrati

Il buco nell'ozono sopra l'Antartide quest'anno è più vasto della media.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-10-2011]

Buco Ozono antartide NASA 26 milioni km2

Tutti gli anni, durante la primavera antartica, lo strato di ozono che copre la regione polare meridionale si assottiglia.

Si tratta di un fenomeno naturale, scoperto intorno agli anni '80 del secolo scorso, ma che com'è ormai noto è influenzato anche dall'emissione di alcune sostanze tra cui i clorofluorocarburi che, per questo motivo, sono da tempo banditi in molti Paesi.

Secondo i dati pubblicati dal Goddard Space Flight Center della NASA, quest'anno il buco nell'ozono sopra la regione antartica ha raggiunto un'estensione eccezionale: non la maggiore di sempre (nella classifica delle maggiori estensioni è nona) ma comunque di tutto rispetto, ammontando a oltre 26 milioni di chilometri quadrati.

Il picco stagionale corrispondente all'estensione massima per quest'anno è stato raggiunto lo scorso 12 settembre. Una pagina dedicata del sito della NASA mostra l'evolversi della situazione.

Paul Newman, del Goddard Center, spiega che a causare un buco più vasto della media sono state le temperature più fredde della norma; ciò nonostante, non è il caso di allarmarsi: «sebbene relativamente vasta, l'area del buco dell'ozono di quest'anno è rimasta all'interno dei limiti che ci aspettavamo, considerati i livelli di sostanze chimiche che distruggono l'ozono emesse dall'uomo che continuano a persistere nell'atmosfera».

Tali sostanze, grazie agli sforzi internazionali, stanno diminuendo, ma «vi sono ancora grandi quantità di sostanze che fanno danni» come spiega James Butler, della National Oceanic and Atmospheric Administration.

Secondo i modelli matematici elaborati da NASA e NOAA e basati sulle misurazioni compiute da palloni-sonda e satelliti, lo strato di ozono dovrebbe risanarsi entro la metà di questo secolo ma il buco sopra l'Antartide resisterà altri 20 anni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te come stanno cambiando gli attacchi informatici?
Ci sono sempre più attacchi automatizzati verso i server anziché verso gli individui.
Gli attacchi sono più globali, dall'Europa all'America all'Asia all'Australia.
L'impatto maggiore è sui conti aziendali e sui patrimoni medio alti.
Gli attacchi colpiscono istituzioni finanziarie di tutte le dimensioni.
Gli hacker sono sempre più veloci.
I tentativi di transazioni sono più estesi e più elevati.
Gli attacchi sono più difficili da rilevare.
E' aumentata la sopravvivenza dei server.

Mostra i risultati (1504 voti)
Aprile 2020
Tanti invocano l'app anti-coronavirus
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Tutti gli Arretrati


web metrics