Metti un token nella carta di credito

Visa ha presentato CodeSure, una carta di credito con display Lcd e minitastiera integrati.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-11-2011]

Visa CodeSure

Visa sta introducendo in Europa un nuovo formato di carta di credito, dopo un lungo periodo di studi e prove pilota con banche partner e clienti effettuate sin dal 2009 assieme a NagraID Security ed Emue Technologies.

La nuova carta integra una tecnologia denominata CodeSure, sistema che potrà essere presente anche su altre carte, di debito come di credito, così come quelle prepagate.

La novità di CodeSure consiste in una modalità di autentificazione sicura in tutte quelle transazioni in cui il titolare della carta non può essere fisicamente presente e non dunque possono essere utilizzati né il chip presente nella carta né il PIN, come ad esempio nelle transazioni online oppure al telefono.

All'interno della "carta" trovano posto un display Lcd, una tastiera numerica e una batteria integrata, capace di fornire una autonomia di 3 anni (sostanzialmente pari alla vita della carta). Il tutto è in grado di generare codici di autenticazione sicuri. L'articolo prosegue dopo il filmato.

Al momento del bisogno l'utente, digitando sul tastierino numerico il proprio codice PIN, otterrà un codice visualizzato sul display (utilizzabile una sola volta), come già avviene con i sempre più diffusi token bancari utilizzati per dare disposizioni via web sul proprio conto corrente. Il codice ottenuto sarà utilizzato per autenticare la transazione sicura mediante la già nota Verified by Visa.

Allo stesso modo il codice generato potrà essere usato anche quale PIN monouso per l'accesso ai servizi di banca telefonica, di convalida delle transazioni nei servizi di online banking in sostituzione proprio del token e per altri servizi online dove sia richiesta l'identificazione sicura della transazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

sembra un'ottima idea...
8-11-2011 14:42

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Negli spazi per i commenti alle notizie, in che modo si comportano i maggiori siti di informazione online?
Sono eccessivamente censori. Se i loro articoli subissero lo stesso trattamento, accuserebbero di dittatura.
Mostrano una spudorata tendenza a privilegiare i commenti favorevoli alle loro linee editoriali.
Si limitano alle normali regole del vivere civile e delle leggi in vigore.
Danno importanti spazi e a volte dovrebbero contenere gli "ardori" dei commentatori con maggiore decisione.
Sodoma e Gomorra! Va bene la libertÓ d'opinione ma c'Ŕ un limite a tutto.

Mostra i risultati (1453 voti)
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Windows 11, inizia la seconda fase degli update
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 30 novembre


web metrics