Così la polizia ottiene i dati da Facebook

Cryptome rivela come fanno le forze dell'ordine a farsi consegnare i dati degli utenti: coinvolte anche Microsoft, AOL e Blizzard.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-11-2011]

cryptome linee guida facebook

Se fino a oggi quando si parlava di pubblicazione di documenti riservati la mente correva immediatamente a Wikileaks, ora anche l'analogo sito Cryptome si è guadagnato le luci della ribalta.

Fondato nel 1996 da John Young, Cryptome è forse sconosciuto al grande pubblico ma ben noto ad aziende come Microsoft, con cui ha avuto a che fare soltanto l'anno scorso.

Il motivo del contrasto era lo stesso che ha portato il sito oggi all'attenzione mondiale: la pubblicazione di materiale pensato per non essere diffuso, in particolare le procedure adottate dai vari fornitori di servizi per garantire alla polizia l'accesso ai dati degli utenti.

Su Cryptome - via Public Intelligence - si trovano per esempio le spiegazioni su come fanno le forze dell'ordine a ottenere tutte le informazioni su un dato utente di Facebook, fornendo l'ID numerico dell'utente stesso.

La richiesta va inviata via email o fax; la risposta arriva sotto forma di email o CD-ROM (se i dati sono molti) dopo due settimane (al massimo entro sei): conterrà praticamente tutto, dai numeri di telefono alle attività eseguite sul social network. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Cosa ne pensi della richiesta di Berlusconi e del Pdl di mettere un freno alle intercettazioni?
E' sacrosanta! Voglio poter parlare liberamente al telefono! - 8.7%
Si abusa di questo strumento di indagine. Bisognerebbe limitarne l'uso e limitare i costi che ne derivano. - 14.4%
Non faccio nulla di male, per cui non me ne può fregare di meno. - 7.4%
Stanno solo cercando di coprire le loro malefatte. Le intercettazioni devono restare disponibili nella "toolbox" degli investigatori. - 25.9%
Sono dei farabutti. Dovrebbe essere tolta loro ogni copertura e dovrebbero essere costretti ad agire alla luce del sole! Altro che bavaglio e privacy! - 43.6%
  Voti totali: 6901
 
Leggi i commenti (19)
Dando un'occhiata ai file pubblicati si trovano inoltre guide che illustrano come estrarre informazioni personali dall'iPhone o da programmi come Skype o la chat di Yahoo.

Vi sono anche altre informazioni interessanti: scorrendo il materiale si scopre per esempio che Facebook conserva, di ogni utente, le informazioni relative agli indirizzi IP usati negli ultimi 90 giorni (e li fornisce alla polizia dietro richiesta), così come fa AOL (che conserva anche le email per un periodo che può andare da 24 ore a 30 giorni, ma per averle occorre un mandato), mentre Hotmail si limita a 60 giorni.

Altre aziende non si preoccupano di cancellare i log, nonostante esistano in proposito delle normative contrarie (per lo meno in Europa): Blizzard, per esempio, conserva le informazioni indefinitamente.

Occorre dire, tuttavia, che le informazioni pubblicate da Cryptome non costituiscono esattamente una novità: per esempio, le linee guida di Facebook sono già state rese note dalla Electronic Frontier Foundation.

Inoltre, quelle pubblicate dal sito di Young risalgono al 2008, mentre Facebook stesso ha deciso, forse nel tentativo di smorzare i toni, di rendere pubblicamente note le linee guida di quest'anno.

Perché le forze dell'ordine abbiano accesso alla maggior parte dei dati degli utenti, infine, occorre per lo meno un mandato, e per i dati maggiormente riservati è necessario l'ordine di un tribunale; solo nei casi di emergenza esistono metodi per agire più rapidamente, illustrati proprio nelle linee guida.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Che sono anche quelle, solitamente, più usate... :roll:
1-12-2011 19:23

Beh... la procedura ufficiale non sembra poi così male. Sono le procedure NON ufficiali che mi preoccupano .... :?
30-11-2011 15:18

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sul tuo Pc (o notebook) c'è installato un hard disk oppure un disco a stato solido?
Entrambi
SSD: è più veloce di un hard disk, si guasta meno, consuma poco.
Disco fisso: è più affidabile, più economico e più capiente di una memoria flash.
Disco fisso sul Pc, SSD sul notebook.
Non so cosa ci sia installato: sono un utente, non un meccanico.

Mostra i risultati (2628 voti)
Maggio 2022
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Apple, Google e Microsoft svelano il sistema che eliminerà le password
Una storia di phishing bancario diversa dal solito: il ladro beffato
Aprile 2022
Una dura lezione dall'Internet delle Cose
Bug nell'app Messaggi, e la batteria si scarica in fretta
Gli USA ottengono l'estradizione di Assange
L'utility che ripulisce Windows 11 è in realtà un trojan
Hacker cinesi sfruttano VLC per diffondere malware
Quando l'intelligenza artificiale bara: l'aneddoto degli husky scambiati per lupi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 27 maggio


web metrics