Megaupload, libertà nuovamente negata per Kim Dotcom

Respinto l'appello per ottenere la libertà su cauzione: troppo alto il rischio di fuga.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-02-2012]

dotcom liberta cauzione negata

Per la seconda volta, la Nuova Zelanda ha negato la libertà su cauzione a Kim Dotcom, fondatore di Megaupload.

Già una volta, subito dopo l'arresto, l'avvocato di Dotcom aveva presentato la richiesta per la libertà su cauzione, ma questa era stata negata.

Aveva allora fatto ricorso all'Alta Corte, ma i giudici hanno confermato la sentenza dei colleghi, sostenendo che è troppo grosso il rischio che Kim Dotcom si dia alla fuga, evitando il processo e l'estradizione negli USA in cui l'FBI spera. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Confessa. Hai mai acquistato un farmaco online?
Assolutamente no, è un reato.
Fossi matto! E' un rischio per la salute.
Non si dovrebbe... ma lo ammetto, qualche volta è successo.
Lo faccio abitualmente anche se è contro la legge o pericoloso.

Mostra i risultati (3724 voti)
Leggi i commenti (21)
Sul creatore di Megaupload pendono diverse accuse, che solo in parte riguardano la pirateria: gli investigatori americani parlano di «violazione delle leggi sul diritto d'autore, uso improprio dei mezzi elettronici, associazione a delinquere finalizzata all'estorsione, riciclaggio di denaro».

Nel futuro di Kim Dotcom e degli altri arrestati c'è dunque la possibilità di una condanna sino a 50 anni di carcere: la loro attività avrebbe permesso loro di accumulare oltre 175 milioni di dollari (la stima iniziale è stata vista al rialzo), causando peraltro 500 milioni di dollari di perdite per i detentori del copyright.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

Sarei curioso di sapere cosa significa, fra le imputazioni: Forse l'utilizzo del PC quale arma impropria per finalizzare l'estorsione? Se non mi dai i soldi ti tiro il server... :roll: Leggi tutto
11-2-2012 18:13

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Ogni quanto tempo il tuo Pc è affetto da malware?
Una o due volte l'anno.
Tre o più volte l'anno.
E' successo una volta e mai più.
Mai.

Mostra i risultati (2714 voti)
Novembre 2022
Da Intel i processori con gli optional a pagamento
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Windows 11, inizia la seconda fase degli update
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 novembre


web metrics