Facebook, la Timeline arriva anche sulle pagine aziendali

Il diario diventa obbligatorio anche per aziende, marchi e per tutti coloro che gestiscono una Pagina.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-03-2012]

facebook timeline aziende

Facebook l'aveva già annunciato: l'adozione di Timeline per i profili degli utenti era solo una parte del progetto, che in seguito sarebbe stato esteso anche alle Pagine.

Ora quel momento è arrivato: il social network ha annunciato che entro il 30 marzo anche le Pagine cambieranno aspetto, e assumeranno quello del diario, che una certa divisione ha causato tra gli utenti.

Pare che molte lamentele siano dovute al fatto che, con il diaro, i vecchi post tornano in evidenza, a volte imbarazzando coloro i quali li avevano scritti.

Per chi gestisce le Pagine, questa caratteristica della nuova impostazione grafica è già diventata invece un aspetto positivo: basti guardare la pagina del New York Times, aggiornata per risalire sino al 1851, anno di fondazione.

Oltre a ciò, Timeline permette alle aziende che usano Facebook come strumento di marketing di mettere più in evidenza foto di prodotti e iniziative; gli amministratori possono poi decidere di disattivare la bacheca dei messaggi e se consentire il tagging delle immagini.

Sondaggio
Secondo te, Google+ avrà successo? Soppianterà Facebook?
Google+ non avrà successo. Ma comunque lo userò più di Facebook. - 10.3%
Google+ avrà successo. Ma preferisco Facebook. - 12.0%
Google+ non avrà successo. Pertanto rimango su Facebook. - 20.7%
Google+ avrà successo. "Mi piace" più di Facebook. - 19.2%
Non frequento i social network. - 37.8%
  Voti totali: 2546
 
Leggi i commenti (10)

Per il resto, la Timeline delle Pagine è sostanzialmente identica a quella dei profili: una grande foto in apertura (la "copertina"), al di sotto della quale si trovano i post in ordine cronologico inverso e, sulla destra, la "linea del tempo".

Come già detto, chiunque gestisca una Pagina ha tempo sino al 30 marzo per sperimentare la novità; poi sarà attivata in automatica.

Molte aziende e marchi famosi hanno già provveduto al cambio, senza specificare se sia loro gradito; diversamente hanno fatto gli utenti comuni che, secondo un sondaggio di SodaHead, non hanno apprezzato la novità nel 70% dei casi, e addirittura il 19% sarebbe passato a Google+ per colpa di Timeline.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Facebook lancia gli album condivisi

Commenti all'articolo (1)

Ma qualcuno che invece mandi a FanXXXo sto roscio, nulla eh? Nessuno che pensa ad una cosa davvero seria? Mannaggia EVA, oh! E BASTA!!!! Tutto passa.. non vi siete ancora stancati della sua superbia e spocchia???? :violin:
2-3-2012 23:20

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la più grande inquietudine che hai a casa e che la domotica potrebbe risolvere?
Sentirsi insicuri in casa quando si è lì da soli.
Che le persone lascino le luci accese quando non serve.
Dimenticarsi se le porte sono state chiuse a chiave o se le finestre sono state chiuse a dovere.
Familiari anziani non autosufficienti quando in casa sono soli.
Preoccuparsi della sicurezza quando siamo lontani.
Perdere tempo a girare per casa ad accendere o spegnere le luci.
Preoccuparsi che le attrezzature della cucina (per esempio il forno) siano state lasciate accese accidentalmente.
Preoccuparsi che la casa sembri vuota quando siamo lontani.
Possibili incidenti nelle zone della casa che non sono adeguatamente illuminate durante la notte.
La casa è troppo calda o troppo fredda per il dovuto comfort.

Mostra i risultati (999 voti)
Marzo 2021
Come difendersi da un robot di Boston Dynamics
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 1 marzo


web metrics