Google insegue Bing con Knowledge Graph

Il motore di ricerca più usato si evolve per offrire risultati più precisi, basandosi sulle attività degli utenti. [VIDEO]



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-05-2012]

google knowledge graph

«Cose, non stringhe» (nel senso di "sequenze di caratteri"): riassume così Google, nel proprio blog ufficiale, il lancio di Knowledge Graphs, l'ultima evoluzione del motore di ricerca.

Per certi versi, si potrebbe dire che Google sta facendo la stessa operazione che Bing ha già fatto alcuni giorni fa per offrire ai propri utenti risultati più pertinenti alle loro ricerche.

Con l'arricchirsi del database, infatti, per ogni chiave di ricerca Google propone un gran numero di risultati: il problema è trovare l'accezione che interessa in quel preciso momento.

Così il motore ora cambia e organizza tutti i possibili significati in maniera logica, presentandoli all'utente che potrà andare a colpo sicuro verso ciò che più gli interessa.

Per esempio, cercando Taj Mahal Google saprà capire se si sta cercando il monumento oppure il cantante basandosi sulle ricerche o sulle attività precedenti dell'utente, che dovrà aver effettuato il login per sfruttare questa possibilità.

Oppure, andando a caccia di informazioni su un personaggio storico, una breve biografia con le informazioni più importanti apparirà sul lato destro della pagina dei risultati, insieme ai collegamenti con le persone e gli argomenti correlati. L'articolo continua dopo il video.

Infine, mostrerà le ricerche effettuate più di frequente dagli altri utenti, permettendo così di scoprire curiosità insospettate.

Knowledge Graph raggiungerà nei prossimi giorni tutti gli utenti della versione statunitense di Google e sarà disponibile anche in un'edizione specifica per i dispositivi mobili (smartphone e tablet).

Sondaggio
Utilizzi i motori di ricerca soprattutto per approfondire quello che hai...
... letto sui social network
... sentito alla radio
... ricevuto sul cellulare (Sms/Mms)
... letto su giornali o riviste
... visto in Tv
... visto per strada
... passaparola

Mostra i risultati (1091 voti)
Leggi i commenti (6)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual la politica della tua azienda nei confronti dei dispositivi mobili dei dipendenti? Bring Your Own Device oppure Corporate Owned, Personally Enabled?
BYOD
COPE
Non c' una policy dominante, dipende dagli utenti
Non lo so
Non lavoro in un'azienda

Mostra i risultati (872 voti)
Aprile 2021
Colpevoli di ransomware
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Robot assassini crescono
Tracker nelle app: cosa sta succedendo in Rete?
Recupero IVA: oltre il 50% non viene rivendicata
Quiz: sei in una zona senza copertura cellulare
Bitcoin, un dilemma etico
Hackerate 150mila videocamere di sorveglianza, tra cui quelle di Tesla
Personal killer robot
La “truffa alla nigeriana” è un classico. Del sedicesimo secolo
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 17 aprile


web metrics