gTar, la chitarra con iPhone

Ospita all'interno lo smartphone di Apple e permette a chiunque di imparare a suonare senza sforzo. [VIDEO]



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-05-2012]

gtar chitarra iphone

«Se avete mai preso in mano una chitarra per la prima volta e cercato di suonare la vostra canzone preferita, sapete quanto possa essere scoraggiante»: è questa la premessa che ha portato alla creazione di gTar, che si autodefinisce «la prima chitarra che chiunque può suonare».

Svelatasi al Techcrunch Disrupt che si è tenuto a New York dal 21 al 23 maggio, gTar è una chitarra elettrica creata per insegnare a suonare ai principianti grazie all'integrazione con un iPhone.

Dispone infatti di un alloggiamento dove si può inserire lo smartphone di Apple e, grazie all'app dedicata, permette di imparare a suonare.

L'utilizzo è semplice: si imposta un livello di difficoltà, si sceglie una canzone e si inizia a suonare seguendo i led che si accendono sul manico; i sensori rilevano ciò che si sta facendo e permettono all'iPhone di riprodurre il suono.

gTar non è ancora un prodotto in vendita: la sua realizzazione è però in corso e più certa ora che la raccolta fondi su Kickstarter ha dimostrato di procedere a gonfie vele, superando la cifra minima necessaria (servivano 100.000 dollari, ne sono stati raccolti più di 200.000).

Il prototipo di gTar mostrato all'evento di Techcrunch, peraltro, ha dimostrato che l'intenzione non è di realizzare una sorta di giocattolo, ma uno strumento più serio: per esempio il corpo della chitarra non è in plastica, ma in legno. L'articolo continua dopo il video.

gTar è alimentata da una batteria agli ioni di litio che consente tra le sei e le otto ore di autonomia (l'autonomia dell'iPhone va contata a parte) e si ricarica tramite la porta USB integrata; i suoni possono essere riprodotti, oltre che dall'iPhone, anche tramite altoparlanti o cuffie collegati tramite un jack da 1/4 di pollice.

Quando sarà in commercio, gTar costerà 450 dollari.

Sondaggio
Qual è il prodotto che più ti attira tra questi?
Un lettore di ebook
Uno smartphone di ultima generazione
Un tablet o pad
Un navigatore satellitare
Un lettore Mp3 e/o video (portatile o da salotto)

Mostra i risultati (4474 voti)
Leggi i commenti (4)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

{piero}
Deprimente... Una volta c'erano i metodi "Chitarristi in 24 ore" che ti inseegnavano giusto 4 accordi per iniziare a suonare, però poi dovevi metterci del tuo per capirci qualcosa in più sull'armonia la melodia, il ritmo, l'espressione ed il timbro... 'Sto aggeggio, per come appare, ti esercita... Leggi tutto
29-5-2012 10:08

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste minacce all'ambiente ritieni che sia quella da affrontare con maggiore urgenza?
La drastica riduzione della biodiversità: alcune stime ritengono che oltre cento specie ogni giorno si estinguano, compromettendo l'ecosistema in maniera irreversibile.
L'assottigliamento della fascia dell'ozono che protegge dagli ultravioletti dannosi: l'utilizzo di certi materiali (come i CFC) assottiglia lo strato di ozono mettendo in pericolo l'intero pianeta.
I cambiamenti climatici: l'aumento della temperatura causato dai gas serra può portare all'innalzamento dei mari e ad altre catastrofi, come inondazioni, siccità e tempeste.
I rifiuti tossici: dai pesticidi agli erbicidi fino alle scorie nucleari, tutti questi scarti hanno effetti dannosi sull'ambiente per molti anni dopo la loro produzione, contaminando acqua, aria e terra (e tutto quanto vi cresce).
L'impoverimento degli oceani: la pesca eccessiva ha decimato la fauna ittica, colpendo in particolare i grandi pesci predatori. A questa si aggiungono i rifiuti (specialmente in plastica) scaricati negli oceani e l'aumento dell'acidità dei mari.

Mostra i risultati (1694 voti)
Febbraio 2020
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Tutti gli Arretrati


web metrics