Lettori Mp3, il fai da te low cost

Autocostruirsi un Mp3 player è alla portata di tutti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-10-2012]

mp3 2

Grazie alla loro semplicità progettuale i lettori attuali lettori Mp3 sono davvero alla portata anche di quanti non si ritengono guru dell'elettronica.

In rete non mancano le risorse e le miniguide per la realizzazione "in casa" di componenti hardware di varia natura: dalle semplici pennette Usb ai più avanzati lettori multimediali.

A differenza di un lettore video, gli Mp3 player sono estremamente facili da assemblare e rappresentano un ottimo primo step per "mettere alla prova" le proprie capacità di piccolo tecnico.

In questo caso, infatti, per un realizzare un lettore Mp3 basic, non è richiesto nemmeno l'assemblaggio di una parte video, il che agevola notevolemente il processo.

Per realizzare un lettore Mp3 portatile ed economico "home made" è necessario fare un'accurata lista della spesa prima di sedersi al proprio tavolo di lavoro.

Fondamentale è procurarsi un scheda madre: questo componente, in verità, può essere acquistato anche al termine della progettazione, quando dimensioni e disposizione dei circuiti saranno più chiari. Ma nulla vieta di averlo già disponibile per l'assemblaggio.

Sondaggio
Che cosa scarichi più spesso da Internet?
Musica / video musicali
Programmi Tv (telefilm ecc.)
Film
Podcast
Software
Ebook

Mostra i risultati (2162 voti)
Leggi i commenti (11)

Impostata la base del nostro lettore inseriamo i due componenti principali, ovvero memoria e il connettore (è possibile utilizzare connettori standard o compatibili tyco electronics o Vishay).

Per la memoria è possibile realizzare un innesto di una memoria flash sia tramite collegamento a un supporto CD-ROM.

Il connettore, invece, può essere realizzato su USB o su porta infrarossi: quest'ultimo è fondamentale aggiornare i brani memorizzati tramite la connessione a una risorsa esterna (computer).

mp3 3

Infine vediamo quali componenti audio sono necessari: il sistema di amplificazione, che porta il segnale video dal decodificatore dei file memorizzati fino all'uscita audio, i componenti per il controllo del playing e skip file, e la EEPROM necessaria alla memorizzazione delle impostazioni relative al volume.

Per quanto riguarda il software di gestione, è possibile affidarsi a risorse gratuite e a firmware open source presenti su internet.

Tra i vantaggi dei software di gestione open source, l'elevato livello di personalizzazione delle configurazioni e la possibilità di accedere ad aggiornamenti e versioni gratuite.

L'assemblaggio di un lettore Mp3 fai da te con una semplice scheda SD può essere molto più facile del previsto, nonché un'ottima idea per quanti vogliono muovere i primi passi nel mondo dell'elettronica. Vediamo come iniziare nel dettaglio.

mp3 1

Il microcontrollore scelto per il progetto è il PIC12F1840, riducendo così la necessità di ulteriori componenti (condensatori, risuonatori e via dicendo). Lo schema per la realizzazione di questo progetto è estremamente semplice.

In un output si riproduce la forma d'onda modulata (PWM) amplificata da un Mosfet. La scheda SD utilizzata (l'eventuale driver può supportare SD, ma anche MMC, miniSD, microSD e altre) viene interfacciata attraverso lo SPI del microcontrollore.

Tramite un ulteriore Mosfet è possibile alimentare sia la scheda che il microcontrollore. La scheda inizialmente ha una frequenza di 375 KHz e viene successivamente settata in modo da poter comunicare i dati tramite SPI a (MHZ). Si utilizzerà un buffer per accumulare i dati audio tra il termine di un flusso di settore e lo start del successivo.

La realizzazione del driver del filesystem (uFAT) è una piccola applicazione che supporta FAT16 e consente la numerazione dei nomi dei file.

Il lettore Mp3 fai da te cosi realizzato funziona in modo molto semplice:
1. On con SD Card;
2. Inizializzazione scheda;
3. Elenco dei file nella directory principale;
4. Conteggio del numero dei file di tipo WAV (non nascosti);
5. Selezione random del file;
6. Riproduzione audio.

Qui sotto, un filmato riepilogativo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Per curiosità qualcuno ha mai messo un sensore cmos su una fotocamera analogica?
25-10-2012 21:33

Be', fare il piccolo 'saldaturaio' non è poi così difficile. Io ero completamente a digiuno di elettronica, ma seguendo alcuni schemi e consultando dozzine di guide online, sono riuscito a farmi le casse acustiche per il mio impianto Hi-Fi, compreso il lavoro di falegnameria. A parte l'immensa soddisfazione, il costo è stato più o meno... Leggi tutto
25-10-2012 17:28

Su internet. Oggi tutti quelli che hanno l'hobby del saldatore comprano la componentistica sul web, spesso anche da siti stranieri o su ebay. Costa meno che in negozio e ci si può procurare qualsiasi componente, anche il meno diffuso. Il compromesso è doversi fare una bella lista di quello che serve prima di iniziare un progetto, in... Leggi tutto
25-10-2012 16:22

Mah, pare piu' che altro una "demo" per inziare ad usare il saldatore. E devo dire qualche risultato lo sortisce.. Con il saldatore l'autore del filmato ci va giu' di brutto, ha saldato i fili direttamente sulle batterie. E come fara' a cambiarle? Anche la SD, saldata sui terminali.. come si fa a scrivere? Anziche' la... Leggi tutto
25-10-2012 10:42

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2552 voti)
Agosto 2020
Falla nei chip Qualcomm, a rischio centinaia di milioni di smartphone
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics