Un anno di malware mobile e attacchi sui social network

I più significativi eventi relativi alla sicurezza accaduti nel 2012 coinvolgono smartphone, tablet e social network.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-02-2013]

L'anno appena concluso ha visto 27 milioni di nuovi malware diffusi e attacchi al 31.98% di Pc nel mondo. I Trojan continuano a essere i più distribuiti e tre esemplari su quattro identificati tra i malware dagli antivirus appartenevano a questa categoria.

Questi dati mostrano la capacità dei cyber criminali di automatizzare la creazione di nuove varianti di malware, evidenziata anche dalla media delle minacce diffuse ogni giorno, che sale a 74.000.

Nel 2012 i Trojan hanno dominato la scena come mai prima d'ora. Tre attacchi su quattro sono stati causati da Trojan (76.56%), guadagnando dieci punti in più rispetto al 2011.

Una delle ragioni della crescita è dovuta all'aumento dell'utilizzo di kit exploit, come BlackHole, in grado di sfruttare le molteplici vulnerabilità del sistema per colpire i computer senza alcun intervento degli utenti. Al secondo posto troviamo i virus (8%), mentre i worm si stagliano sul gradino più basso del podio, con il 6.44% di infezioni.

Le nazioni con il più elevato numero di PC colpiti sono state Cina (54.89%), Corea del Sud (54.15%) e Taiwan (42.14%), ma è positivo che il numero di computer infetti sia diminuito rispetto al 2011, anno in cui Taiwan, ad esempio, aveva raggiunto il 52%.

Sondaggio
Ogni quanto tempo il tuo Pc affetto da malware?
Una o due volte l'anno.
Tre o pi volte l'anno.
E' successo una volta e mai pi.
Mai.

Mostra i risultati (2580 voti)
Leggi i commenti (38)

I paesi più "sicuri" sono Svezia (20.25%), Svizzera (20.35%) e Norvegia (21.03%).

Nel settore della telefonia mobile, Android ha incrementato la propria quota di mercato ed è diventato una delle piattaforme preferite dai cyber criminali per il furto di dati e denaro degli utenti.

I siti di social network fanno parte della vita digitale degli utenti e hanno quindi subito numerosi attacchi. Facebook e Twitter continuano a essere i più popolari e i più sfruttati dai cyber criminali per ingannare gli utenti, colpire i sistemi e rubare informazioni confidenziali. Anche LinkedIn stato coinvolto in un attacco in cui sono stati rubati 6.5 milioni di password di accesso.

Ulteriore protagonista del 2012, i Ransomware come Police Virus, che ha colpito centinaia di migliaia di computer in tutto il mondo, estorcendo denaro agli utenti.

Tra i principali trend per il 2013 predominerà lo sfruttamento delle vulnerabilità da parte dei cyber criminali, senza dubbio il metodo preferito per colpire e compromettere i sistemi in modo trasparente. Anche azioni di cyber spionaggio e attacchi ad Android saranno tra i protagonisti dei prossimi mesi.

I dati diffusi in questo articolo sono tratti dal report annuale 2012 pubblicato da Panda Security.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Veramente l'articolo parlava di 20% dei PC e non di 1 su 20. Quindi sarebbe 1 PC su 5. Molto probabile che siano quelli con Windows. :D
20-2-2013 00:09

I paesi nordici piu' sicuri: solo un PC su 20! Magari proprio quelli con Windows! lol ;)
8-2-2013 09:08

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual la pi grande inquietudine che hai a casa e che la domotica potrebbe risolvere?
Sentirsi insicuri in casa quando si l da soli.
Che le persone lascino le luci accese quando non serve.
Dimenticarsi se le porte sono state chiuse a chiave o se le finestre sono state chiuse a dovere.
Familiari anziani non autosufficienti quando in casa sono soli.
Preoccuparsi della sicurezza quando siamo lontani.
Perdere tempo a girare per casa ad accendere o spegnere le luci.
Preoccuparsi che le attrezzature della cucina (per esempio il forno) siano state lasciate accese accidentalmente.
Preoccuparsi che la casa sembri vuota quando siamo lontani.
Possibili incidenti nelle zone della casa che non sono adeguatamente illuminate durante la notte.
La casa troppo calda o troppo fredda per il dovuto comfort.

Mostra i risultati (980 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Windows XP, il codice sorgente finisce in Rete
Tutti gli Arretrati


web metrics