The Pirate Bay intenta causa per violazione di copyright

Il sito dei pirati si arrabbia contro chi gli pirata il sito.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-02-2013]

piratebay ciapc

Venire a sapere che The Pirate Bay ha intenzione di far causa a qualcuno per violazione di copyright è già una notizia curiosa in sé, ma se quel qualcuno è un'associazione anti-pirateria la situazione si fa ancora più strana.

Tutto è cominciato quando il finlandese CIAPC - di recente diventato famoso a livello mondiale per aver confiscato il laptop di una bambina di nove anni - ha lanciato un sito legato a una nuova campagna anti-pirateria che graficamente è identico a The Pirate Bay.

Per essere precisi, non è solo identico esternamente: utilizza proprio lo stesso CSS del famoso tracker, mentre il logo è sostituito da una nave che affonda (con l'intento quindi di comunicare un messaggio chiarissimo).

Gli amministratori della Baia, quando l'hanno scoperto, sono andati su tutte le furie. «Siamo oltraggiati da questo comportamento. La gente deve capire che cosa è giusto e che cosa è sbagliato. Rubare materiale come questo su Internet è una minaccia all'economia mondiale» ha dichiarato un portavoce, aggiungendo poi: «Se nemmeno l'IFPI (cui il CIAPC è associato, ndr) e i suoi amici non riescono a rispettare il copyright, forse è il caso di lasciarlo perdere, no?».

The Pirate Bay permette ai singoli di utilizzare gli elementi del sito, se ciò avviene per uso personale; le organizzazioni, diversamente, devono contattare gli admin e ottenerne il permesso: ciò è chiaramente espresso nella policy del sito.

Sondaggio
Alle prossime elezioni, voteresti il Partito Pirata, per le libertà digitali?
No, perché ho già un partito preferito. - 13.3%
Sì, perché è quello che ci vuole per difendere la libertà della Rete, e gli altri partiti sono vecchi. - 65.7%
No, perché credo che su questi temi ci si debba battere fuori dalle istituzioni. - 10.1%
No, perché ho deciso di non andare a votare. - 10.9%
  Voti totali: 3441
 
Leggi i commenti (40)

«Ci riserviamo il diritto di chiedere i danni per l'uso del sito se la policy viene violata. I danni consistono in una cifra base di 5.000 euro, più la banda e altri costi che possono insorgere a causa della violazione» spiega il portavoce.

Dato che difficilmente il CIAPC pagherà spontaneamente, The Pirate Bay ritiene che non ci sarà altra strada se non rivolgersi a un tribunale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Una Baia dei Pirati tutta da scaricare
La baia degli artisti censurata dai provider
Sequestrato notebook a bimba pirata di 9 anni
The Pirate Bay va sul cloud e diventa più difficile da chiudere
Megaparty per i dieci anni di Pirate Bay
Una sentenza su cui meditare anche in Italia
IFPI, ennesima causa a The Pirate Bay

Commenti all'articolo (5)

questa è proprio tutta da vedere :D
8-4-2013 14:11

Una volta, dalle mie parti, li chiamavano socialisti di Predappio...
8-3-2013 12:38

Vicenda a dir poco grottesca... :shock: Elogio della coerenza: quel che tuo è mio e quel che è mio è mio! Complimentoni.
8-3-2013 12:14

Questa è proprio bella, i cacciatori di pirati denunciati per pirateria, ci sarà da ridere se quelli della Baia vanno avanti...
3-3-2013 10:04

Proprio carina questa storia. Sono curiosissimo di sapere come va a finire. :D
20-2-2013 18:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In quale modo la Rete ti assiste di più per risparmiare?
Trovare gli stessi prodotti disponibili offline, ma a un prezzo inferiore
Accedere a beni introvabili nei negozi solitamente frequentati
Acquistare prodotti altrimenti inaccessibili senza sconti e promozioni online

Mostra i risultati (1839 voti)
Giugno 2020
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Da Samsung lo smartphone da usare in guerra
Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''
Da OnePlus lo smartphone che vede attraverso gli oggetti (e i vestiti)
Windows 10, inizia l'abbandono dei 32 bit
Facebook, arriva la nuova interfaccia. Senza possibilità di fuga
UE, giro di vite sui cookie
L'app che snellisce Windows 10
Windows 10, l'aggiornamento di maggio uscirà con un bug
WhatsApp, finalmente arriva il supporto a più dispositivi
Aprile 2020
Windows 10 diventa più scattante con il May 2020 Update
Rubare i dati da un Pc sfruttando le vibrazioni delle ventole
Il software per impersonare gli altri su Zoom e Skype
Tutti gli Arretrati


web metrics