Yahoo ha comprato Tumblr

L'annuncio, già anticipato nei giorni scorsi dal Wall Street Journal, è ufficiale.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-05-2013]

Tumblr

Il Wall Street Journal lo aveva già preannunciato ed ora è ufficiale: il Consiglio di Amministrazione di Yahoo ha dato all'unanimità il via libera all'acquisto di Tumblr, piattaforma di blogging nota per essere utlizzata in maniera particolare per condividere brevi pensieri e immagini di ogni genere e apprezzata in particolare dai giovani.

L'acquisto vale 1,1 miliardi di dollari e lascerà comunque a Tumblr, guidata dal suo fondatore David Karp, indipendenza nella gestione, almeno per il prossimo futuro.

La particolarità di Tumblr, che conta più di cento milioni di utenti secondo recenti stime, è la facilità di pubblicare e condividere filmati e immagini potendo inoltre personalizzare in maniera profonda l'aspetto delle proprie pagine: questo piace a tal punto che in Usa sarebbe il social network più diffuso tra i giovani dai 13 ai 25 anni.

Ciò comporta un buon posizionamento nella pubblicità online e una ottima presenza su dispositivi mobili sempre più utilizzati dai giovani, dove invece Yahoo non ha al momento una presenza rilevante.

Anche se la società non è certamente ancora particolarmente remunerativa, nel trascorso 2012 sono stati 13 milioni i dollari di attivo ma attesi in forte crescita nel corso di quest'anno, la sinergia con Yahoo dovrebbe poter dare un sensibile impulso alla redditività.

Sondaggio
Se Internet potesse migliorare la tua vita, che cosa vorresti?
Conoscere amici e comunicare
Risparmiare sugli acquisti
Innamorarti
Guadagnare tanti soldi
Imparare (lingue, culture, cucinare, suonare, ecc.)
Lavorare di meno
Altro

Mostra i risultati (3294 voti)
Leggi i commenti (9)

Un punto cruciale sarà forse la gestione dei contenuti: essendo una piattaforma molto libera, non di rado è utilizzata per condividere materiale esplicito e pornografico o molto direzionato con testi e contenuti che possono urtare la sensibilità e risultare offensivi: nulla di così particolare nel web ma che in qualche modo dovrà fare i conti con gli inserzionisti pubblicitari e gli evidenti obiettivi di migliorare la redditività della società.

In queste prime ore gli utenti non sono apparentemente molto soddisfatti dell'acquisto del loro social network da parte di una società vista come vecchia e che Marissa Mayer, classe 1975, un lungo trascorso in Google e CEO di Yahoo dalla scorsa estate, sta cercando di riportare agli antichi fasti.

L'annuncio ufficiale è stato dato oggi da Yahoo e ripreso dalla Mayer anche con un post sul suo blog, Tumblr ovviamente.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Wordpress compra Tumblr a prezzo stracciato
Yahoo sigilla il rilancio con un nuovo logo
Altavista cade sotto la scure di Yahoo

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai mai acceduto a una rete Wi-Fi di qualcuno senza il suo permesso?
No, mai.
No, ma lo farei se ne avessi la possibilità.
Sì, ma era una rete Wi-Fi pubblica approntata appositamente.
Sì, ma era una rete Wi-Fi lasciata aperta e quindi ci potevo entrare anche senza le credenziali necessarie.
Sì, una rete Wi-Fi privata di cui ho hackerato la password (o di cui ho conosciuto la password).

Mostra i risultati (1877 voti)
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Tutti gli Arretrati


web metrics