Amazon ti porta a casa frutta e verdura

Con AmazonFresh prodotti freschi e piatti pronti da scaldare si ordinano via Internet e arrivano direttamente a casa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-06-2013]

amazon fresh frutta verdura consegna

Era nato come libreria online, ma rapidamente si è espanso includendo DVD, CD musicali, software, videogiochi e poi ancora abbigliamento, giocattoli, hardware in genere, mobili e molto altro. Ora Amazon aggiunge anche frutta e verdura.

In realtà, non si tratta di una novità assoluta: già da sei anni a Seattle esiste AmazonFresh, ossia il reparto che vende prodotti alimentari freschi (frutta, verdura) o in scatola e piatti pronti da scaldare.

Entro la fine dell'anno prossimo, però, pare che Amazon voglia espandere i luoghi servizi da AmazonFresh, aggiungendo altre 40 città, negli Stati Uniti e non solo.

A sostenerlo è l'analista Bill Bishop, il quale parla esplicitamente di «ulteriori 40 mercati» ma preferisce non rivelare le fonti dalle quali ha tratto queste informazioni.

Secondo le voci, le prime città a essere raggiunte (già entro la fine del 2013) saranno Los Angeles - molto a breve, già nel corso dei prossimi sette giorni - e San Francisco; se l'esperienza si rivelerà positiva, allora AmazonFresh allargherà i propri confini.

Sondaggio
Qual è il motivo che ti spinge maggiormente (oppure no) ad acquistare online?
La facilità di acquisto
La presenza di maggiori sconti e promozioni
La possibilità di evitare i centri commerciali
Una più ampia visibilità delle promozioni in corso
La possibilità di valutare tutte le opzioni
Poter acquistare anche all'ultimo momento

Mostra i risultati (2082 voti)
Leggi i commenti (12)

Il problema principale nell'offrire questo genere di servizi, come dimostra il caso di Webvan, è rappresentato dai costi delle infrastrutture (magazzini e distribuzione): furono proprio questi a far fallire Webvan.

Amazon dispone però già di un'infrastruttura vasta ed efficiente, cui dovrebbe aggiungere le aree refrigerate; inoltre ha dimostrato nel corso del tempo di sapersi muovere con calma, senza affrettare i tempi, per valutare attentamente le possibilità di successo di un servizio prima del lancio.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
La spesa del supermercato si fa con Amazon
La frutta con malformazioni conquista i social network
Amazon Dash, la bacchetta magica per la spesa online
Le opere d'arte? Si acquistano su Amazon
Amazon annuncia smartphone con display 3D senza occhiali
Amazon e il noleggio degli ebook
L'iTunes di Amazon arriva in Italia
L'e-commerce italiano non conosce crisi
Amazon rinuncia a vendere vino

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto sei dipendente dal tuo smartphone?
Non posseggo uno smart phone.
Spesso lo dimentico e quando lo porto con me a volte lo lascio o lo dimentico spento.
Lo utilizzo con una certa frequenza, ma ne potrei fare a meno.
Per lavoro è un compagno inseparabile, ma alla sera e nei week-end lo spengo volentieri.
Lo porto sempre con me: senza mi sentirei incompleto.

Mostra i risultati (4186 voti)
Febbraio 2020
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Tutti gli Arretrati


web metrics