Le foto hanno messo l'audio



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-06-2013]

Giunti ormai nel pieno dell'era dei social media si potrebbe essere tentati di pensare che non ci sia più nulla da inventare: dopo Facebook, Instagram, Twitter e gli altri attori "minori" pare che lo spazio a disposizione sia ormai pressoché esaurito.

Un'idea tutta italiana si sta invece imponendo in questo scenario e lo sta rivoluzionando, ponendosi non come l'ennesima piattaforma sociale ma come qualcosa di diverso, divertente e accattivante.

L'idea in questione si chiama Reclog: nasce da un'intuizione avuta nel 2011 da Biagio Teseo, grafico freelance, e Giovanni Cantamessa, studente di economia aziendale.

A loro si è subito unita TIM che con il programma Working Capital - l'iniziativa di Telecom Italia per aiutare l'innovazione - ha fornito i finanziamenti necessari a fare uscire Reclog dal semplice stato di "buona idea".

Reclog si propone non come un social network ma come una "social voice" che unisce le immagini e l'audio. È un'app per iOS - e presto anche per Android e desktop - che consente di scattare fotografie abbinandovi brevi clip audio di 30 secondi per poi condividere il tutto tramite Reclog stessa oppure su Facebook, Twitter o Tumblr.

«Immaginate di sfogliare uno dei vostri album fotografici, toccare una foto e ascoltare quello che stava accadendo mentre la scattavate. Meraviglioso, vero? Questo è Reclog» spiegano i due ideatori.

La spinta che ha permesso all'app di diventare realtà è arrivata dall'interesse di TIM, che ha intravisto la possibilità di dare vita a un nuovo social media dedicato ai giovani, e alla partecipazione di Working Capital, grazie alla quale sono stati ottenuti 25.000 euro a fondo perduto da usare per lo sviluppo.

Nei primi dieci giorni di disponibilità sull'iTunes Store, Reclog ha raccolto mille utenti da tutta Italia ed è entrata nella classifica dei 26 social network più scaricati nel nostro Paese.

Uno dei suoi punti di forza è la semplicità d'uso: è sufficiente fare login (registrandosi sulla piattaforma o tramite Facebook), premere Rec & Shoot per entrare nella modalità take e quindi scattare la foto (o aggiungere l'audio a una foto già esistente). Poi si possono applicare i filtri e condividere il risultato o ancora, in assenza di connessione, mettere l'opera "in coda" perché venga condivisa alla prima occasione.

Forti del successo iniziale e del contributo ottenuto da Telecom, Teseo e Cantamessa stanno già lavorando insieme al loro team ai miglioramenti per la prossima versione, come l'introduzione degli hashtag e altre sorprese al momento tenute segrete.

Articolo sponsorizzato

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale delle seguenti affermazioni concordi maggiormente?
Il cloud computing pu˛ migliorare il contributo della funzione IT alla strategia aziendale.
Il cloud computing pu˛ aumentare la capacitÓ di innovazione dei dipartimenti IT.
La mia azienda ha giÓ implementato servizi cloud o progetta di farlo.
I servizi cloud sarÓ una componente importante per il successo della mia azienda nei prossimi 12 mesi.
Il cloud computing consente una riduzione dei costi di manutenzione dell'IT.
Il cloud computing consente una diminuzione dei costi IT e di gestione e miglioramento nell'efficienza dei processi.
Il cloud computing offre maggiori vantaggi per il business rispetto all'outsourcing tradizionale.

Mostra i risultati (585 voti)
Marzo 2020
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Tutti gli Arretrati


web metrics