Apple brevetta il display che capisce se sei arrabbiato

Il telefonino potrà reagire allo stato d'animo dell'utente.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-04-2014]

apple brevetto utente arrabbiato

L'iPhone di domani capirà se siamo arrabbiati dal modo in cui lo utilizziamo.

È questo il succo di un brevetto richiesto da Apple e che in aggiunta all'attuale tecnologia capacitiva fa uso della luce infrarossa. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual č la strategia ''mobile'' per il tuo web business?
Nessuna, spero che il traffico mobile diminuisca.
La versione mobile del mio sito.
Sto studiando il mobile proprio in questo periodo.
Non ho ancora piani o strategie.
Offrire app gratuite.
Sviluppare app da vendere.

Mostra i risultati (453 voti)
Leggi i commenti
Combinando i dati ottenuti da questi due sistemi di rilevamento, lo smartphone sarebbe in grado di capire se chi lo sta usando è in un momento di calma oppure se sia alterato: riuscirebbe infatti a valutare la forza adoperata sul touchscreen.

Tra gli utilizzi ipotizzati di questa tecnologia c'è la possibilità di creare videogiochi interattivi che rispondano agli stati d'animo dell'utente, ma anche sistemi di feedback per gli sviluppatori che possono capire che cosa non vada nell'interfaccia della loro app, in base al modo in cui essa stessa viene usata.

brevetto utente arrabbiato 01
brevetto utente arrabbiato 02

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Apple brevetta un sacchetto di carta
Apple brevetta l'SMS anti-urto
Apple brevetta l'iPhone che si ripara da solo
Apple brevetta il MacBook a energia solare
Apple, un brevetto per aumentare l'autonomia dell'iPhone

Commenti all'articolo (3)

A brevettare tutto il brevettabile e metterlo in cascina poi, alla bisogna, lo si tira fuori. Se non ce ne sarā mai bisogno o non se ne vedrā un'applicazione pratica, un giorno, si lascerā decadere il brevetto... :roll:
7-4-2014 19:23

ma siamo seri??? a che serve???
7-4-2014 17:59

{utente anonimo}
E se una delle solite associazioni di psichiatri cambierà la definizione di "arrabbiato" , dovranno modificare questo prodotto? :-D
7-4-2014 08:36

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa utilizzi per inviare messaggi privati?
Uso varie applicazioni su qualsiasi dispositivo disponibile
Uso varie applicazioni sui miei dispositivi
Uso solo applicazioni affidabili su dispositivi di fiducia
Non invio messaggi privati online

Mostra i risultati (875 voti)
Luglio 2020
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Tutti gli Arretrati


web metrics