Volvo punta sui magneti per l'auto senza conducente

Sono molto più affidabili di GPS e videocamere.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-04-2014]

Volvo self driving car

Ricevitori GPS, sensori e videocamere sembrano indispensabili quando si parla di auto che si guidano da sole: altrimenti, come farebbe il computer di bordo a capire dove si trova?

Secondo Volvo, però, queste tecnologie hanno grossi limiti difficilmente superabili. La ricezione del segnale GPS, per esempio, può essere guastata dal maltempo, e le videocamere possono venire rese inefficaci dagli ostacoli.

Così l'azienda svedese ha sviluppato una soluzione alternativa: dei magneti inseriti nell'asfalto delle strade per far sì che l'auto possa individuare la propria posizione in ogni condizione.

Per dimostrare che questa alternativa è più affidabile e sicura delle tecnologie adottate sinora, Volvo ha creato un tracciato di prova, lungo 100 metri, in collaborazione con il Ministero svedese dei trasporti.

Il tracciato è costellato da magneti circolari in ferrite (40 millimetri di diametro per 15 millimetri di spessore), posizionati 20 centimetri al di sotto della superficie stradale.

Sondaggio
Quale di questi trucchi per risparmiare benzina ti sembra più efficace?
Rimuovere i box portapacchi dal tetto quando non utilizzati.
Cercare le stazioni di servizio con i prezzi più bassi.
Controllare almeno una volta al mese la pressione delle gomme.
Eliminare oggetti inutili e pesanti dal bagagliaio.
Non superare i limiti di velocità.
Utilizzare la funzione "percorso più economico" dei navigatori.
Non adottare uno stile di guida aggressivo.
Non lasciare il condizionatore sempre acceso, indipendentemente dalla temperatura esterna.

Mostra i risultati (2819 voti)
Leggi i commenti (24)

L'auto di test è naturalmente dotata di sensori in grado di captare i campi magnetici.

«Questi magneti» - ha spiegato Jonas Ekmark, di Volvo - «creano una "rotaia" invisibile che fa scendere il margine d'errore relativo al posizionamento del veicolo a meno di un decimetro. Abbiamo messo alla prova questa tecnologia a diverse velocità e i risultati finora sono stati promettenti».

«La nostra esperienza ha dimostrato che i magneti in ferrite sono una soluzione efficiente, affidabile e relativamente economica, sia dal punto di vista delle infrastrutture che da quelle dei sensori a bordo dell'auto. Il prossimo passo è fare dei test nel traffico reale» conclude Ekmark.

Volvo Magnet Autonomous Car

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Con Volvo controlli l'auto dallo smartwatch
Apple CarPlay porta iOS sulle auto
Il progetto di Volvo per l'auto senza conducente
Da Volvo l'auto con airbag esterno per i pedoni
Volvo presenta l'auto a prova di incidente

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)

Ciao Leggi tutto
3-5-2014 15:36

Subscribe, butta una pietruzza nello stagno e i pesci vengono a galla a vedere cos'è stato... e magari tentano di mangiarsela. :wink: Mauro Leggi tutto
3-5-2014 13:54

Ho l'impressione che oggi sia sempre più diffusa la moda di fare annunci sensazionalistici, pur di far parlare di se - in questo caso dell'azienda, a prescindere della bontà e applicabilità dell'idea che viene comunicata e da qualche dato sperimentale che le dimostri. :roll:
3-5-2014 10:57

Appunto, questa è una soluziona adottata nelle fabbriche per i carrelli robotizzati e dispendiosa e insicura per un auto. Ciao Leggi tutto
3-5-2014 00:20

Molto, ma davvero molto scettico. :?
29-4-2014 15:17

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è tra questi il motivo più importante per connetterti e utilizzare una rete Wi-Fi pubblica?
Per poter usare Google Maps o altri servizi di Gps.
Nel caso in cui qualcuno debba mettersi in contatto urgentemente con me.
Per non consumare il mio piano dati.
Per poter utilizzare un social network come Facebook, Instagram, Snapchat o altri.
Per rimanere in contatto con i miei contatti di lavoro (il capo, i clienti, i colleghi ecc.).
Per utilizzare i servizi di streaming come Netflix, Google Music e simili.
Per consultare il mio conto corrente online / carte di credito / informazioni finanziarie.
Per rimanere in contatto con i miei figli / parenti.
Per usare o aggiornare le mie app di dating online.

Mostra i risultati (1177 voti)
Luglio 2020
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Tutti gli Arretrati


web metrics