McAfee lancia l'allarme sul gioco d'azzardo online

La divisione di Intel accusa i casinò online di favorire il riciclaggio di denaro.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-05-2014]

M McAfee online casino riciclaggio denaro

È abbastanza preoccupante l'ultimo rapporto rilasciato da McAfee, riguardante il fenomeno del gioco d'azzardo online e titolato Jackpot! Money Laundering Through Online Gambling.

Il punto centrale è chiaro sin dal titolo, che possiamo tradurre così: Jackpot! Il riciclaggio di denaro attraverso il gioco d'azzardo online.

Secondo i dati di McAfee, quello del gioco d'azzardo è un settore in piena espansione, destinato ad aumentare del 30% nei prossimi tre anni.

Il problema è che attira facilmente le attività criminali, che vedono nelle grandi quantità di denaro gestite dai siti di questo tipo un buon sistema per nascondere le operazioni di riciclaggio del denaro.

Il quadro complessivo, in cui si muoverebbe un numero di siti non autorizzato ben 10 volte superiore al numero dei siti autorizzati, è complicato dal fatto che l'operato delle forze dell'ordine è rallentato dal dover affrontare diverse giurisdizioni internazionali (104 per regolare 2.734 siti).

Se a ciò si aggiunge quanti operano nel cosiddetto dark web, non raggiungibile attraverso i normali motori di ricerca, si capisce come l'attività necessaria per far rispettare la legalità sia davvero enorme; così i criminali hanno gioco facile nel muovere grandissimi volumi di denaro.

Secondo McAfee i problemi principali che rendono il gioco d'azzardo tanto appetibile per le organizzazioni criminali sono tre.

Il primo è l'anonimato garantito dai siti: spesso non è necessario fornire informazioni personali per l'utilizzo di questi servizi. Tutto avviene tramite pseudonimi e valute virtuali, rendendo difficile alle forze dell'ordine seguire le operazioni.

Sondaggio
Quale di queste previsioni ritieni che diventerà realtà per prima?
Si potranno trapiantare organi di ricambio cresciuti in laboratorio.
I computer svilupperanno capacità creative, riuscendo a creare vere opere d'arte senza intervento umano.
Il teletrasporto delle persone diventerà realtà.
Su Marte e sui pianeti abitabili si costruiranno colonie nelle quali si potrà vivere per lunghi periodi.
Riusciremo a controllare il tempo atmosferico, cancellando siccità, inondazioni e catastrofi naturali.

Mostra i risultati (2013 voti)
Leggi i commenti (10)

Il secondo è l'esistenza di molte modalità di pagamento, dalle carte di credito alle carte di debito, dai bonifici agli assegni, dai trasferimenti diretti tra i giocatori agli addebiti in bolletta telefonica e molti altri ancora. Anche questa caratteristica complica il monitoraggio.

Infine, c'è il numero di siti. Come dicevamo più sopra, a fine 2013 c'erano 2.734 siti di gioco su Internet, posseduti da 867 soggetti. McAfee calcola però che ogni giorno nascano dieci nuovi siti illegali.

Per quanto riguarda l'Italia, negli ultimi sei anni s'è registrata una crescita decisa del fenomeno: siamo passati dall'unico sito autorizzato nel 2008 ai 230 di fine 2013, con una spesa da parte dei giocatori che l'anno scorso si attestava a 725 milioni di euro.

Ultimamente si assiste a uno sviluppo particolare del settore mobile: la spesa tramite smartphone è raddoppiata nel 2013.

Nel complesso, la questione non è far chiudere i siti indiscriminatamente (perché ve ne sono molti che operano all'interno della legge), ma riuscire a far applicare la legge: è questa l'opinione di Raj Samani, CTO di McAfee per l'area EMEA.

«Grazie a partnership e collaborazioni tra le autorità transfrontaliere, le forze dell'ordine, gli ISP, le società di sicurezza Informatica, il mondo accademico e le istituzioni finanziarie» - spiega Samani - «l'industria del gioco d'azzardo online può impedire ai criminali di raggiungere il jackpot e farla franca».

«La consapevolezza della situazione è il primo passo, l'azione verrà dopo. Ora che abbiamo fatto un po' di luce su questo problema, si tratta di lavorare insieme per far cessare queste pratiche illegali e scoprire il bluff del crimine informatico» conclude il CTO di McAfee.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Quando il flipper è illegale
Svizzera, fuorilegge tre casinò online
Tempo di crisi, il gioco d'azzardo online rallenta
I casinò online si sposteranno su Facebook?
Le aste a ribasso? Non convincono
Sesso e gioco d'azzardo, un matrimonio esplosivo

Commenti all'articolo (2)

C'è stato in passato almeno un caso di un grosso sito internazionale di casinò online che da un giorno all'altro è sparito, lasciando in braghe di tela tutti quelli che vi avevano depositato soldi e/o avevano vinto somme grandi e piccole. Per evitare questo tipo di problemi (e per incassare contemporaneamente un bel po' di tasse... Leggi tutto
19-5-2014 08:16

Queste cose le dicono pure la nostra Guardia di Finanza e Antimafia! Il bello è che NON PAGANO! Ovvero ogni volta che vinci grosse somme col cavolo che ti depositano i soldi!!! :lol: :lol: :lol: Spesso poi spariscono dopo aver raccolto "crediti" oppure "ripuliscono" ad tua insaputa il conto corrente/carta di... Leggi tutto
18-5-2014 13:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi di questi 10 non ha meritato il premio Nobel per la Pace?
Elihu Root, segretario di Stato USA, vincitore nel 1912, indagato per la repressione degli indipendentisti filippini.
Aristide Briand, politico francese, vincitore nel 1926, nonostante molti sostengano che gli accordi da lui voluti abbiano portato la Germania a tentare la successiva espansione verso est.
Frank Kellogg, vincitore nel 1929: la sua idea per evitare le guerre fu sconfessata di lì a breve dalla politica tedesca.
Carl von Ossietzky, giornalista tedesco, vincitore nel 1935 per aver rivelato la politica tedesca di riarmo in violazione dei trattati. Meritava il premio, ma la tempistica fu pessima: venne deportato in un campo di concentramento.
Nessuno: nel 1948 il premio non venne assegnato. Sarebbe potuto andare a Mohandas Ghandi, ma era stato assassinato e il Comitato non permise che il premio fosse assegnato alla memoria.
Henry Kissinger e Le Duc Tho, vincitori nel 1973 per aver negoziato il ritiro delle truppe USA dal Vietnam. Il primo però approvò il bombardamento contro la Cambogia; il secondo rifiutò il premio.
Yasser Arafat, Shimon Peres e Yitzakh Rabin, vincitori nel 1994, sebbene gli accordi di Oslo abbiano avuto effetti molto brevi.
Kofi Annan e le Nazioni Unite, vincitori nel 2001, investigato nel 2004 per il coinvolgimento del figlio in un caso di pagamenti illegali nel programma Oil for Food.
Wangari Muta Maathai, vincitrice nel 2004, convinta che il virus HIV sia stato creato in laboratorio e sfuggito per errore.
Barack Obama, vincitore nel 2009, appena eletto presidente degli USA.

Mostra i risultati (1830 voti)
Giugno 2020
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Maggio 2020
Windows 10, rilasciato l'update di maggio. Microsoft: ''Non aggiornate''
Immuni, rilasciati i sorgenti
Da Samsung lo smartphone da usare in guerra
Microsoft confessa: ''Sull'open source abbiamo sbagliato tutto''
Da OnePlus lo smartphone che vede attraverso gli oggetti (e i vestiti)
Windows 10, inizia l'abbandono dei 32 bit
Facebook, arriva la nuova interfaccia. Senza possibilità di fuga
UE, giro di vite sui cookie
L'app che snellisce Windows 10
Windows 10, l'aggiornamento di maggio uscirà con un bug
WhatsApp, finalmente arriva il supporto a più dispositivi
Aprile 2020
Windows 10 diventa più scattante con il May 2020 Update
Rubare i dati da un Pc sfruttando le vibrazioni delle ventole
Il software per impersonare gli altri su Zoom e Skype
Tutti gli Arretrati


web metrics