Surface Pro 3, da Microsoft un tablet da 2.000 euro

È nato per porre fine all'era dei PC portatili. E Surface Mini può attendere.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-05-2014]

surface pro 3

«Il tablet che può sostituire il portatile»: così Microsoft ha annunciato, nella giornata di ieri, il Surface Pro 3.

L'ultima incarnazione dei tablet di Redmond si presenta davvero come un'evoluzione in grado di rendere obsoleto il concetto di PC portatile; o, meglio, si presenta come un dispositivo in grado di passare da tablet a portatile a seconda delle esigenze, ma fornendo in ogni caso la potenza di elaborazione - e il sistema operativo - di un vero PC.

La prima caratteristica che appare evidente e che conferma la direzione in cui Microsoft sta muovendosi è lo schermo, che passa da una diagonale lunga 10,6 pollici a una diagonale lunga 12 pollici: la crescita delle dimensioni rende molto più comodo lavorare con il Surface Pro 3 per tutto il giorno rispetto a quanto era possibile con i predecessori.

La risoluzione aumenta di pari passo con il crescere della diagonale e arriva a ben 2.160x1440 pixel: decrescono invece peso e spessori, attestandosi rispettivamente a 800 grammi e 9,1 millimetri.

All'interno troviamo l'ultima generazione di processori Intel: sono disponibili modelli con Core i3, con Core i5 e con Core i7, ognuno con diverse opzioni per quanto riguarda la RAM e la memoria interna (i tagli vanno da 64 a 512 Gbyte).

La dotazione comprende poi il supporto a Wi-Fi 802.11a/b/g/n/ac, Bluetooth 4.0, videocamere anteriore e posteriore da 5 megapixel, altoparlanti frontali, microfono stero, porta USB, lettore di schede microSD, jack da 3,5 mm, Mini DisplayPort, porta per cover e una batteria che promette un'autonomia massima di 9 ore.

Sondaggio
Quale tra questi tablet ti sembra la migliore alternativa all'iPad mini di Apple?
Google Nexus 7, con schermo da 7 pollici, Android 4.3 e prezzo a partire da 229 euro.
Amazon Kindle Fire HD, con schermo da 7 pollici, FireOS 3.0 e prezzo a partire da 139 euro.
Amazon Kindle Fire HDX, con schermo da 7 pollici, FireOS 3.0 e prezzo a partire da 229 euro.
LG GPad 8.3, con schermo da 8,3 pollici, Android 4.4 e prezzo a partire da 249 euro.
Dell Venue 8 Pro, con schermo da 8 pollici, Windows 8.1 e prezzo a partire da 289 euro.
HP Slate 7 HD, con schermo da 7 pollici, Android 4.2 e prezzo a partire da 199 euro.
Un altro

Mostra i risultati (659 voti)
Leggi i commenti

Il sistema operativo è Windows 8.1 Pro, che consente di eseguire qualsiasi applicazione: non si tratta infatti dell'impopolare versione RT, dedicata ai processori ARM, ma dell'edizione "completa" di Windows.

Insieme al tablet sono stati presentati anche gli accessori, rinnovati anch'essi: la penna con la quale scrivere direttamente sullo schermo (venduta a 49,99 dollari) cerca di essere il più possibile simile, nella forma e nelle sensazioni fornite all'utente, a una penna vera.

La Type Cover (129,99 dollari), che svolge le funzioni sia di cover che di tastiera, non poteva mancare; è cresciuta in dimensioni (per tenere il passo con lo schermo) ed è dotata di un nuovo touchpad. Vi sono poi una docking station (199,99 dollari) e un adattatore per le reti Gigabit Ethernet (39,99 dollari).

I prezzi del Surface Pro 3 partono da un minimo di 819 euro (799 dollari in America), per la versione con processore Intel Core i3, 4 Gbyte di RAM e 63 Gbyte di memoria interna, e arrivano sino ai 1.969 euro (1.949 dollari in America) necessari per la versione migliore, con processore Intel Core i7, 8 Gbyte di RAM e 512 Gbyte di memoria interna. L'articolo continua dopo il video.

Il Surface Pro 3 non è ancora in vendita; tuttavia dal sito di Microsoft è già possibile prenotare il proprio esemplare, la cui spedizione avverrà il prossimo 31 agosto.

È infine interessante notare come, a differenza di quanto si diceva qualche giorno fa basandosi sull'invito di Microsoft, non sia stato annunciato il Surface Mini.

Pare che il prodotto sia pronto, ma Satya Nadella ha deciso di rimandare a data da destinarsi la sua presentazione, ritenendo che il momento non sia propizione per annunciare una versione ridotta di un tablet con Windows RT.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (5)

@didi71 Il prezzo non è eccessivo! Tieni conto che questo prodotto avrà un altro target di clientela! La gente che lo acquisterà punterà sulla novità, sul prodotto che fa tendenza, sulla leggerezza e trasportabilità, e in più sembra che sia un tablet potente, a caro prezzo però...e come per gli smartphone...chi si compra un S5 o un... Leggi tutto
22-5-2014 11:27

{Didi71}
819€ --> 799$: meno male che l'euro è una moneta forte. In ogni caso i prezzi mi sembrano fuori mercato.
22-5-2014 08:23

{dbp}
qualora William Gates III° pensasse di volermi fare una denuncia, per i fatti appena esposti, tirerò fuori le prove che inchiodano la microsoft e la apple computer cupertino.inc e potrò esercitare il mio diritto di fare una contro querela. da quando iniziai a scrivere sul web ho sempre detto che se qualcuno fosse stato intenzionato a... Leggi tutto
21-5-2014 23:57

{dbp}
... influenza da parte del link; esponendo fatti e non chiacchiere di marketing rivolte alla sola vendita, senza voler affrontare discorsi legati alle problematiche da me sollevate. problematiche che William Gates III° e Steve Ballmer avrebbero dovuto esporre pubblicamente, per non prendere per il culo la loro clientela. non mi risulta... Leggi tutto
21-5-2014 23:49

{dbp}
visto che si parla di microsoft surface, come fosse qualcosa che mancava e dovevamo attendere, come fosse la manna scesa dal cielo, vi invito a leggere interamente il website: link[/url] [url=http://forum.zeusnews.com/link/144590]link[/url] e vedasi quanto già scrissi su: [url]http://forum.zeusnews.com/viewtopic.php?t=63981[/url] e... Leggi tutto
21-5-2014 23:38

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi di questi 10 non ha meritato il premio Nobel per la Pace?
Elihu Root, segretario di Stato USA, vincitore nel 1912, indagato per la repressione degli indipendentisti filippini.
Aristide Briand, politico francese, vincitore nel 1926, nonostante molti sostengano che gli accordi da lui voluti abbiano portato la Germania a tentare la successiva espansione verso est.
Frank Kellogg, vincitore nel 1929: la sua idea per evitare le guerre fu sconfessata di lì a breve dalla politica tedesca.
Carl von Ossietzky, giornalista tedesco, vincitore nel 1935 per aver rivelato la politica tedesca di riarmo in violazione dei trattati. Meritava il premio, ma la tempistica fu pessima: venne deportato in un campo di concentramento.
Nessuno: nel 1948 il premio non venne assegnato. Sarebbe potuto andare a Mohandas Ghandi, ma era stato assassinato e il Comitato non permise che il premio fosse assegnato alla memoria.
Henry Kissinger e Le Duc Tho, vincitori nel 1973 per aver negoziato il ritiro delle truppe USA dal Vietnam. Il primo però approvò il bombardamento contro la Cambogia; il secondo rifiutò il premio.
Yasser Arafat, Shimon Peres e Yitzakh Rabin, vincitori nel 1994, sebbene gli accordi di Oslo abbiano avuto effetti molto brevi.
Kofi Annan e le Nazioni Unite, vincitori nel 2001, investigato nel 2004 per il coinvolgimento del figlio in un caso di pagamenti illegali nel programma Oil for Food.
Wangari Muta Maathai, vincitrice nel 2004, convinta che il virus HIV sia stato creato in laboratorio e sfuggito per errore.
Barack Obama, vincitore nel 2009, appena eletto presidente degli USA.

Mostra i risultati (1968 voti)
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Windows 11, inizia la seconda fase degli update
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 novembre


web metrics