Al Computex 2014 i processori del 2015

Intel, AMD e nVidia svelano i nuovi processori che si faranno guerra nei prossimi mesi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-06-2014]

llama intel

Il Computex di Taipei, svoltosi nei giorni scorsi, è stato l'occasione, per i principali produttori di chip, per mettere in mostra le novità che ci attendono nei prossimi mesi.

Ad aprire le danze è stata Intel: l'azienda ha presentato l'architettura Broadwell (Core di quinta generazione) a 14 nanometri, con la quale è realizzato il processore su cui si basa l'Asus Transformer Book T300 Chi, di cui abbiamo parlato.

Intel stessa, però, ha voluto mostrare le potenzialità di Broadwell portando a Taipei un ibrido tablet-notebook da lei stessa realizzato: si tratta di un prototipo che non raggiungerà mai il mercato ma è servito a mostrare di che cosa sono capaci i nuovi processori.

Il tablet, chiamato Llama Mountain, è spesso appena 7,2 millimetri (meno dell'iPad Air, che ha uno spessore di 7,5 millimetri), pesa appena 670 grammi e offre uno schermo da 12,5 pollici. Il sistema operativo è Windows 8.1.

Il processore al suo interno, costruito come detto con architettura Broadwell, il primo esemplare della nuova famiglia Core M, marchio che Intel intende introdurre per i chip a basso consumo, con un risparmio di energia sino al 45% e una produzione di calore dimezzata rispetto alla generazione precedente.

Sondaggio
Qual è il componente del PC che aggiornerai per primo?
Scheda Wi-Fi
Mouse
Tastiera
Scheda audio
Hard disk
RAM
Schermo
Scheda video
Processore
Tutto il PC

Mostra i risultati (2948 voti)
Leggi i commenti (10)

Per dimostrare l'efficienza e l'ottimale gestione energetica di questi processori, Llama Mountain è costruito senza ventole eppure non risente di alcun fenomeno di surriscaldamento; inoltre riesce ad avviare i programmi istantaneamente riducendo i tempi di attesa praticamente a zero.

Llama Mountain, come dicevamo, è un ibrido: collegando la tastiera diventa un notebook, e come tale è presentato da Intel: il confine tra tablet e computer portatile, in questo modo, sostanzialmente sparisce. Le prestazioni sono migliori rispetto ai laptop tradizionali, eppure le dimensioni sono ancora più ridotte.

I primi prodotti con Broadwell in versione mobile - dunque, salvo ripensamenti, quelli marchiati Core M - dovrebbero arrivare in tempo per gli acquisti natalizi; nel corso della prima metà del 2015 arriveranno quindi le versioni desktop e server.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
AMD svela le APU A-Series ad alte prestazioni per laptop

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (3)

{gpsv}
I prezzi vanno da 250 a 300 euro.
9-6-2014 16:14

e come no, così ci va anche un radiatore ventilato, largo quanto tutta la base d'appoggio :-(
7-6-2014 01:11

Penso che ci sia un errore: la versione da 16GB si affianca a quella da 64GB e non 200GB
5-6-2014 22:43

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una ricerca dell'Università di Lund (Svezia) mostra che avere un bambino costa al Pianeta l'emissione di 58,6 tonnellate di CO2 l'anno. In proporzione, si tenga conto che non avere l'auto fa risparmiare 2,4 tonnellate di CO2, l'essere vegani 0,8 tonnellate ed evitare un viaggio aereo 1,6 tonnellate. Lo studio conclude che una famiglia che sceglie di avere un bambino in meno contribuisce alla riduzione di emissioni di CO2 quanto 684 teenager che decidono di adottare un comportamento ecologista per il resto della vita. Cosa ne pensi?
È corretto. Farò meno figli.
Sono pazzi questi svedesi.

Mostra i risultati (1428 voti)
Ottobre 2022
DALL-E diventa libero e gratuito: immagini sintetiche per tutti
Settembre 2022
Google ti avvisa se i tuoi dati finiscono nel web
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 6 ottobre


web metrics