LinkedIn, il bug SSL non è stato ancora corretto

Dopo un anno gli account sono ancora a rischio.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-06-2014]

linkedin falla ssl

È passato oltre un anno da quando Zimperium ha scoperto una seria vulnerabilità in LinkedIn, sfruttando la quale un malintenzionato può ottenere il controllo completo su un profilo altrui.

Ci si aspetterebbe che ormai tale problema sia stato ampiamente risolto e invece ancora oggi, 12 mesi e 6 solleciti dopo, la falla resta aperta.

Un semplice attacco Man-In-The-Middle permette di intercettare le credenziali di un utente mentre queste vengono trasmesse: l'indirizzo email, la password, i messaggi letti e inviati, le connessioni e gli utenti che hanno visualizzato il profili sono le informazioni a cui si ha accesso.

Una volta entrato nel profilo, l'hacker può poi sbizzarrirsi e fare ciò che vuole; si tratta di una libertà ancora più pericolosa se l'account compromesso è quello dell'amministratore di un account aziendale.

Per condurre l'attacco, l'hacker sostituisce tutte le richieste HTTPS (e, quindi, crittografate) con altrettante richieste HTTP (non crittografate), una tecnica nota come SSL stripping.

Sondaggio
Utilizzi una VPN?
S, utilizzo un servizio gratuito.
S, utilizzo un servizio a pagamento.
No, ma mi piacerebbe risultare anonimo quando uso Internet.
No, non mi interessa essere anonimo.
Non so che cosa sia una VPN.

Mostra i risultati (1587 voti)
Leggi i commenti (8)

Su LinkedIn, il login è effettuato via SSL, in modo che nome utente e password siano crittografati; il resto della navigazione avviene però generalmente senza la crittografia, un canale in cui un Man-in-the-middle può inserirsi e intercettare le comunicazioni, applicando poi lo stripping alle richieste HTTPS.

Fortunatamente, a partire dallo scorso dicembre il social network ha iniziato la transizione a HTTPS, giungendo a servire in questo modo tutti gli utenti statunitensi ed europei; restano ancora fuori, però, tutti coloro che risiedono in altri Paesi.

Qui sotto, il video che dimostra l'attacco.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Attenzione alle app troppo curiose
4 consigli per un sito web sicuro
LinkedIn bandisce escort e prostitute
LinkedIn, compromessi 5 account su 100

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Ti piacciono i giochi e gli enigmi matematici?
La matematica l'ho lasciata a scuola e non ne sento la mancanza
La utilizzo e mi piace nel mio lavoro, non per giocarci
Si, ma il mio limite "unisci i puntini"
Quando me ne capita uno tra le mani, non mi tiro indietro
Li faccio di frequente e sono il miglior modo per mantenere attiva la mente
Giurerei che questo sondaggio nasconde un messaggio cifrato

Mostra i risultati (2990 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 5 dicembre


web metrics