E' terminata l'era di Ruggiero in Telecom Italia?

Facciamo un'analisi degli ultimi cambiamenti ai vertici.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-05-2003]

Nell'estate del 2001 Riccardo Ruggiero, figlio del Ministro degli Esteri Renato Ruggiero, arriva in Telecom Italia dopo la fusione di Infostrada con Wind. Ruggiero - con innegabili e reali capacità - ha portato Infostrada ad essere il secondo gestore di telefonia fissa del Paese, l'unico vero concorrente di Telecom Italia.

La fama di "dittatore neanche molto simpatico" lo accompagnava, certo è che era riuscito a strappare molti clienti a Telecom Italia ed era diventato famoso con la copertina dove strappava le bollette, promessa di far dimenticare ai clienti l'obbligo del canone. Ma Ruggiero, arrivato ancora sotto la proprietà di Colaninno, dopo un breve passaggio alla guida delle attività di Telecom Italia France, sotto la nuova gestione Tronchetti Provera diventa prima direttore generale di Telecom Italia Domestic Wireline (la divisione più importante cioè quella che si occupa della telefonia fissa e di Internet) e poi addirittura Amministratore Delegato accanto a Carlo Buora, uomo chiave della finanza Pirelli.

Qualche successo di immagine (ma non solo di immagine), Ruggiero lo ha raggiunto con il boom di Alice, l'offerta broadband con cui Telecom Italia ha cambiato il mercato Internet in Italia e, naturalmente, l'offerta Wholesale cioè l'offerta di Adsl "all'ingrosso" che gli stessi concorrenti di Telecom Italia devono acquistare e poi rivendere (tutti: da Yahoo a Wind fino a Tiscali, con l'eccezione di Fastweb che ha una sua rete in fibre ottiche).

Il successo di Alice ha coperto il buco dei ricavi, generato dalla concorrenza, sulla telefonia tradizionale ma questo può bastare a Tronchetti Provera che si è impegnato con gli investitori di tutto il mondo ad abbassare ancora il debito e a mantenere una redditività costante, nonostante tutto quello che si poteva vendere è stato venduto?

Che l'aria al vertice di Telecom Italia stia cambiando lo dimostrano diverse mosse: prima il siluramento di Stefano Cagnoni, già responsabile della Pubblicità di Telecom Italia Domestic Wireline, il "padre" della campagna di Alice. Ruggiero se lo era portato dietro da Infostrada - dove ricopriva lo stesso incarico - insieme a una folta squadra di giovani collaboratori.

Cagnoni, accusato pare, di non aver concordato i budget miliardari di nuove campagne con la linea Pubblicità del Gruppo Telecom (di cui Domestic Wireline fa parte) è stato spedito a guidare l'area Nord-Ovest commerciale, insomma una retrocessione in piena regola. Dopo questa scelta, giunge la notizia che Giuseppe Sala, assistente del Presidente Tronchetti Provera, è stato nominato direttore generale di Domestic Wireline, una specie di "commissariamento" della gestione Ruggiero.

Infine si fanno sempre più insistenti le voci che vogliono in partenza dal suo incarico anche Francesco Saverio Locati, responsabile dei Call Center di Telecom Italia, cioè di 12, 187, 119, che in Infostrada ricopriva l'incarico analogo (molto più in piccolo) e che sarebbe un altro uomo chiave della squadra di Ruggiero ad andarsene.

Queste manovre potrebbero preludere ad una fuoriuscita di Ruggiero dal Gruppo Telecom? Prima del suo arrivo in Telecom Italia, e anche dopo, si erano fatti i nomi di altri manager per il ruolo oggi suo: Passera, Pierluigi Celli, Casini già Ad di Blu. Non ci sarebbe da stupirsi: Tronchetti Provera non vuole essere un Presidente decorativo e di rappresentanza, sotto di lui deve esserci qualcuno di cui si fidi ciecamente, più omogeneo alla squadra di manager Pirelli che anche lui si è portato dietro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che cosa utilizzi prevalentemente per la posta elettronica?
Una webmail
Un client di posta
Entrambi

Mostra i risultati (2761 voti)
Gennaio 2021
Fregare Big Pharma con il vaccino
Alternative a WhatsApp
Un'opera da fantascienza costruita a tempo di record per scopi militari
Ho-mobile ammette la violazione dei dati dei clienti
Dicembre 2020
Il sito che svela quali tracce lasci quando navighi nel web
Zoom, arrivano l'email e il calendario
Spid creepshow, la sospensione
Windows 10, Cpu al 100% e molti problemi dopo l'ultimo update
Pirati che usano satelliti militari per comunicare e come ascoltarli
Google, i disservizi mostrano tutta la fragilità della tecnologia
CentOS, c'è un successore
La gabbia per il router che elimina le radiazioni elettromagnetiche
Falla spettacolare negli iPhone
La storia segreta di un gioiello scientifico
Microsoft brevetta la tecnologia per eliminare le riunioni inutili
Tutti gli Arretrati


web metrics