KickassTorrents nella bufera

Inseguito dalla censura, il popolare sito di torrent è costretto a cambiare continuamente dominio.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 24-04-2015]

Kickasstorrents

KickassTorrents, ormai stabilmente uno dei più popolari siti di torrent, ha una lunga storia di peregrinazioni: a mano a mano che un dominio gli viene negato, si sposta su un altro, perennemente inseguito dai difensori del copyright.

In Italia, KickassTorrents è censurato: dopo essere riemerso per un certo periodo alla fine dello scorso anno, è stato nuovamente bloccato e il fenomeno dura tuttora.

Di recente, il sito ha adottato un nuovo dominio, KickassTorrents.im, facente capo all'Isola di Man. La permanenza nella dipendenza della Corona Britannica è però durata pochissimo: meno di 24 ore.

Le autorità dell'isola hanno infatti fatto sapere che il sito non rispetta le politiche circa i soggetti che infrangono il copyright, verso i quali la prassi è di "tolleranza zero".

Gli amministratori di KickassTorrents non l'hanno presa male: la lista di domini utilizzabili è ancora molto lunga, e presto sarà attivo il nuovo indirizzo Kat.cr, facente capo alla Costa Rica.

Sondaggio
Un collaboratore di Zeus News ci ha posto il quesito: "Mio figlio ha ormai 8 anni, che grosso modo l'et in cui io ho ricevuto il Commodore 16 (avevo 9 anni). Lui per Natale vorrebbe un tablet. Che cosa gli regalo?" Secondo voi, meglio regalare...
Un tablet
Un notebook
Un Pc
Un Commodore 16
Qualcos'altro

Mostra i risultati (2297 voti)
Leggi i commenti (28)

Al momento in cui scriviamo il nuovo dominio non è ancora attivo, ma i gestori del sito affermano che l'attesa non sarà lunga. Bisognerà poi vedere quanto tempo dovrà passare prima del successivo trasferimento.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
The Pirate Bay diventa open source: chiunque può aprirne una
Le alternative a The Pirate Bay
KickassTorrents torna visibile dall'Italia

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

evidentemente sono molto fortunato visto che ci arrivo usando solo i dns di google. vedere per credere: link comunque non volevo dire che ci si arriva usando artefatti, volevo dire che il dominio .to ancora attivo a differenza di quello che scritto nell'articolo, anche il tuo secondo link porta al .to
1-5-2015 17:09

Non mi risulta. Se non sei proxato non ci arrivi (e non valgono neppure i DNS di Google). Io ho tagliato la testa al toro con due segnalibri: Kickass 1[/url] e [url=http://forum.zeusnews.com/link/167798]Kickass 2. Ma mi raccomando: scaricate solo materiale legale. Prego =) Leggi tutto
29-4-2015 01:51

Comunque a onor di cronaca il .to ancora funzionante, a differenza del .cr come segnalato che doveva sostituire un fantomatico .im
28-4-2015 09:42

I blocchi sono abbastanza facili da aggirare... Leggi tutto
26-4-2015 11:39

{Marco}
Alcuni gestori di questi sini hanno pensato di fare così, una roba tipo il Principato di Sealand il problema è che nessuno riconoscerà mai quella piattaforma come stato, per cui resta della nazione dove è costruita o del proprietario (non so di preciso come funzionano le cose in acque internazionali) e poi... Leggi tutto
25-4-2015 17:40

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se il telefonino generalmente personale, spesso il tablet condiviso in casa. E' cos?
Ho un tablet e lo uso solo io.
Ho un tablet e lo condivido con i miei familiari.
Non ho un tablet ma utilizzo quello di un mio familiare.
Non ho un tablet.

Mostra i risultati (1786 voti)
Settembre 2020
Attacco ransomware mette in ginocchio Luxottica
Ransomware blocca ospedale, muore una paziente
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tutti gli Arretrati


web metrics