Facebook cancella stage a studente che segnalò grave problema di privacy

Aveva scoperto come spiare i movimenti degli amici tramite Messenger e il social network l'ha punito.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-08-2015]

aran khanna facebook

La storia recente della sicurezza informatica è piena di episodi in cui le grandi aziende ricompensano con denaro sonante quanti segnalano loro le falle presenti nei vari prodotti: si tratta di un modo intelligente di invogliare gli altri a fare lo stesso, anziché sfruttare i bug per loschi fini.

Facebook fa eccezione: stando a quanto successo ad Aran Khanna, studente di informatica e matematica ad Harvard, il social network non solo non ricompensa, ma addirittura punisce chi scopre delle vulnerabilità.

Lo scorso maggio Khanna pubblicò un'estensione per Chrome che permetteva di tracciare accuratamente gli spostamenti di tutti gli utenti di Facebook Messenger: sfruttava il fatto che, per impostazione predefinita, Messenger condivide con chiunque la posizione.

L'estensione, dall'appropriato nome di Marauder's Map (la Mappa del Malandrino di Harry Potter), ottenne subito un discreto successo, tanto da attirare l'attenzione di Facebook.

Il giorno successivo alla pubblicazione del post che annunciava l'esistenza dell'estensione sul blog privato di Khanna, un portavoce di Facebook contattò lo studente e gli chiese di non parlare con la stampa, pur non chiedendo la rimozione del post.

Facebook deve però averci pensato su ancora un po' perché il giorno seguente, via un'email, il social network chiese la rimozione dell'estensione, che nel frattempo era stata scaricata 85.000 volte; Khanna obbedì disattivando la funzionalità di geolocalizzazione.

Sondaggio
Completa la frase con quella che ritieni più opportuna, oppure aggiungi una risposta nei commenti. Secondo te, il networking online attraverso i siti social...
Serve a costruirsi un'efficiente rete professionale.
E' particolarmente utile per cercare opportunità di lavoro.
Serve a comunicare la qualità di saper lavorare in team.
E' un'opportunità che sfruttano soprattutto i più giovani.
Elimina le barriere geografiche.
Accorcia le distanze tra amici e famigliari.
Serve a tenersi sempre aggiornati.
Permette di stabilire relazioni rilevanti.
E' lo strumento per eccellenza per creare solide relazioni professionali.
Consente di comunicare i propri successi lavorativi.
E' utile per chiedere una raccomandazione.

Mostra i risultati (933 voti)
Leggi i commenti (13)

Una settimana dopo, il social network rilasciò una nuova versione di Messenger, in cui cambiava la modalità di condivisione della posizione.

A prima vista sembrava che le cose fossero finite lì, ma in realtà la storia ha avuto un'evoluzione poco piacevole che è venuta a galla soltanto ora, dopo che lo studente ha pubblicato un elaborato sull'accaduto.

Tre giorni dopo la disattivazione dell'estensione Facebook si è infatti messa nuovamente in contatto con Khanna, dicendogli per telefono che il suo stage previsto per l'estate proprio presso il social network era stato cancellato.

Il motivo della cancellazione era che l'estensione violava le condizioni d'uso che gli utenti accettano iscrivendosi a Facebook e che il post di Khanna sul suo blog non rifletteva «gli elevati standard etici» circa la privacy degli utenti che l'azienda si aspetta dagli stagisti.

mappa malandrino
Uno screenshot della Marauder's Map

Il problema "etico" - spiega Khanna - non era dovuto tanto all'estensione quanto al fatto che nel post si descriveva il modo in cui Facebook raccoglie e condivide le informazioni di geolocalizzazione degli utenti.

Secondo Facebook, il resoconto fatto dallo studente non è corretto e presenta soltanto una visione distorta della storia, affermado che l'estensione approfittava «dei dati di Facebook in un modo che viola le nostre condizioni, e tali condizioni esistono per proteggere la privacy e la sicurezza delle persone». Dato che Aran Khanna non ha tolto l'estensione ma l'ha soltanto disabilitata, Facebook ha ritenuto che egli stesse consapevolmente violando tali condizioni.

Sarebbero quindi questi i motivi che hanno portato alla cancellazione dello stage: «Non cacciamo i dipendenti perché rendono note le falle relative alla privacy, ma prendiamo molto sul serio quando qualcuno usa male i dati degli utenti e mette in pericolo le persone».

Comunque stiano le cose, restano valide le riflessioni di Aran Khanna: senza la sua estensione e l'attenzione che la stampa gli ha dedicato, l'utente comune avrebbe mai conosciuto il livello raggiunto dalla raccolta dati operata da Facebook, e Facebook stessa avrebbe mai posto rimedio al problema di Messenger?

«Possiamo ragionevolmente aspettarci che Facebook o altri soggetti che abbiano interesse a raccogliere e condividere dati personali siano dei guardiani della privacy di cui ci si può fidare?» si chiede lo studente.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Mah.... la cosa mi sa tanto di notizia incompleta e artificiosamente presentata solo per creare "notizia". Che è successo veramente? Khanna ha segnalato la falla a FB o ha semplicemente creato l'app e l'ha messa a disposizione di tutti? Ha agito per aumentare la sicurezza di FB o solo per fare vedere al mondo quanto è bravo? In... Leggi tutto
18-8-2015 10:32

Non importa tanto "il come" ma casomai "il se". E nel caso di fessbuk, nessun dubbio che versiamo in ipotesi del primo tipo. Dato per scontato (e ora pure dimostrato) che in fessbuk ciulano dati sensibili gli utenti, peggio per chi continua a usare il network che non a caso ha fatto diventare miliardaria, in dollari,... Leggi tutto
17-8-2015 17:27

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sim o Wi-Fi?
Con Sim e piano dati attivo.
Con Sim ma senza piano dati.
Ho Sim e piano dati ma uso soprattutto il Wi-Fi.
Solo Wi-Fi.

Mostra i risultati (1506 voti)
Giugno 2022
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Grave falla in Windows, occhio ai documenti di Word
Toyota: cartucce di idrogeno per alimentare auto, case, droni
Maggio 2022
La Rete esce da TIM: nasce la Open Access italiana
DuckDuckGo consente a Microsoft di tracciare gli utenti
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 giugno


web metrics