La farsa del ''padre'' dei Bitcoin

Un copione già visto tante volte nel mondo dei ciarlatani.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-05-2016]

bitcoin

Satoshi Nakamoto è lo pseudonimo dietro il quale si nasconde l'inventore dei bitcoin. La sua reale identità non è pubblica, ma scoprirla fa gola a molti, sia per semplice curiosità, sia perché Nakamoto sarebbe ricchissimo, dato che ha generato sui propri computer i primi bitcoin, che oggi hanno un valore enorme, stimabile in centinaia di milioni di dollari.

Nel 2011 il New Yorker diceva di aver identificato chi si riparava dietro il nome di fantasia: era Vili Lehdonvirta, un economista finlandese, oppure Michael Clear, uno studente di crittografia al Trinity College di Dublino. Poco tempo dopo, altri investigatori avevano invece indicato altre persone, e nel 2013 Nakamoto era stato "identificato" nel matematico Shinichi Mochizuki. Poi era stato il turno di un fisico, Dorian Nakamoto (il cui nome completo è Dorian Prentice Satoshi Nakamoto), e del crittologo Hal Finney. Tutti avevano negato.

Stavolta la nuova identità di Satoshi Nakamoto non è emersa dalle indagini giornalistiche, ma si è fatta avanti spontaneamente. Pochi giorni fa l'imprenditore australiano Craig Wright ha infatti dichiarato di essere Nakamoto, facendosi intervistare dalla BBC e dando apparenti dimostrazioni tecniche della propria identità.

In realtà il nome di Wright era già emerso a fine 2015 grazie alle indagini di Wired e Gizmodo, ma le prove della sua identità erano sembrate subito inattendibili agli esperti nonostante il fatto che due membri della Bitcoin Foundation (Gavin Andresen e Jon Matonis) avessero dichiarato di essere convinti della veridicità delle affermazioni di Wright.

Sondaggio
Pensi che i bitcoin possano funzionare come valuta?
Certamente! Ci ho anche investito.
Sì, purché vengano sottoposti a regolamentazione.
Forse in futuro.
No.
Non ho ancora capito che cosa sia un bitcoin esattamente.

Mostra i risultati (2380 voti)

L'annuncio di Craig Wright ha generato un'impennata nel valore dei bitcoin, ma gli esperti hanno invitato alla calma, parlando apertamente di frode e demolendo in poche ore le "prove" presentate dall'imprenditore, che ha risposto dichiarando che avrebbe dato a breve la dimostrazione definitiva che lui è Nakamoto.

Ma la dimostrazione inoppugnabile, gli hanno fatto notare gli addetti ai lavori, è davvero semplice e non ha bisogno di ricorrere agli arzigogoli usati da Wright fin qui: chi dice di essere Nakamoto non deve fare altro che apporre a un messaggio nuovo la firma digitale di Nakamoto, che è nota e può essere prodotta soltanto dal vero Nakamoto, che è l'unica persona che ha la chiave privata di crittografia necessaria. La chiave per verificare questa firma è invece pubblica e quindi chiunque può controllare se Wright dice il vero. In alternativa, Wright potrebbe spendere anche soltanto una piccolissima parte dei primissimi bitcoin intestati a Nakamoto, che sono registrati pubblicamente sin dal 2009.

sorry

Il 5 maggio è arrivato il colpo di scena: Craig Wright ha detto che non fornirà altre prove e ha cancellato il proprio sito, lasciando soltanto un messaggio conclusivo nel quale si atteggia a vittima di false accuse. Un copione purtroppo già visto tante volte nel mondo dei ciarlatani: quando ti chiedono le prove di quello che dici, invece di fornirle, attacca chi te le chiede.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Bitcoin si divide in due: nasce Bitcoin Cash

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Quindi la cosa non mi sembra così esiziale... :wink:
14-5-2016 18:42

Assolutamente nulla. Lo ringraziamo e gli auguriamo tante buone cose.. :)
14-5-2016 18:29

Ok, e una volta scoperto chi è Satoshi Nakamoto, che ce ne facciamo?
14-5-2016 15:29

A me non serve ma utile strumento per altri interessati. Seguo la crypto da 4 anni quotidianamente e non c'è stato nessun rialzo in quei giorni (anzi c'è stata una lieve perdita). NB: L'ultima crescita, con grande probabilità, è da accreditare all'adozione da parte della piattaforma gaming Steam: link Leggi tutto
13-5-2016 10:11

{aldolo}
beh, che ha fatto di diverso dalla bce? si è alzato la mattina e ha deciso che esisteva una nuova moneta. bitcoin, euro. stessa roba.
12-5-2016 22:48

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale di queste affermazioni concordi maggiormente?
Il Governo sta facendo troppo poco per portare la banda larga anche nelle zone più remote.
Il Governo riuscirà a migliorare la diffusione della banda larga.
Il Governo vorrebbe fare di più per la diffusione della banda larga, ma mancano le risorse.
Il Governo non sta facendo abbastanza per reperire risorse per la banda larga.
Al Governo non frega nulla della banda larga a meno che qualche lobby o qualche gruppo finanziario o industriale gliela chieda; a quel punto troverà il modo di mettere una nuova tassa ai pensionati o ai lavoratori dipendenti per reperire i fondi.

Mostra i risultati (3423 voti)
Gennaio 2022
Iliad e Vodafone, fusione in vista
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 25 gennaio


web metrics