Scandinavia, tornano in voga le auto a legna

Il primo ministro finlandese le vuole per liberarsi dalla dipendenza dal petrolio e circolare a emissioni zero.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 06-07-2016]

el kamina

La ricerca di alternative al petrolio per sostituire la benzina o il gasolio usati nelle automobili ha portato a sviluppare motori elettrici, a idrogeno o a etanolo, ma nel nord Europa sono convinti che la soluzione sia nel legno.

Durante la seconda guerra mondiale la scarsità di carburanti aveva contribuito alla diffusione di auto dotate di gassogeno, ossia di un impianto che, a partire da legna molto secca (generalmente sotto forma di "tronchetti" di chip di legno), grazie al calore produce gas da utilizzare poi nel motore a combustione interna.

Si calcola che nel 1945 circolasse in Europa oltre 1 milione di veicoli "a legna". Nella sola Germania ce n'erano 500.000, mentre ne circolavano 73.000 in Svezia, 65.000 in Francia e 43.000 in Finlandia (autobus, veicoli privati, trattori e barche).

A rilanciare le auto con gassogeno è oggi Juha Sipilä, primo ministro della Finlandia, che ha convertito la propria Chevrolet El Camino per funzionare a legna, creando il primo gassogeno completamente automatizzato e gestito da un computer di bordo. L'auto così trasformata è stata ribattezzata El Kamina.

I sostenitori dell'auto a legna ritengono che si tratti del sistema perfetto dal punto di vista ecologico, poiché non viene immessa nuova anidride carbonica nell'atmosfera ma semplicemente viene "restituita" quella che l'albero ha consumato crescendo, chiudendo così il ciclo: in questo senso, si parla di una soluzione carbon neutral (o "a emissioni zero").

Sondaggio
Quali vantaggi ti motivano a investire in prodotti per la smart home?
Prepararsi per quando si arriva a casa dal lavoro
Sicurezza per la casa
Essere pronto ad andare a letto (temperatura, illuminazione, chiusura delle tapparelle)
Intrattenimento accessibile
Cura dei miei parenti anziani

Mostra i risultati (500 voti)
Leggi i commenti (3)

Le vaste foreste che coprono la Finlandia sarebbero inoltre sufficienti ad alimentare un'eventuale completa conversione di tutti i veicoli del Paese, riuscendo a produrre nuova legna con un tasso tale da compensare senza problemi quella che verrebbe bruciata (evitando il problema della deforestazione verificatosi in Francia nei primi anni '40).

I detrattori dei gassogeni a legna invece sottolineano come questo sistema produca alti livelli di monossido di carbonio, un gas estremamente velenoso.

Per sottolinearne la pericolosità ricordano come le auto a legna siano ritenute responsabili di un quarto di tutte le morti per avvelenamento da monossido di carbonio avvenute in Danimarca durante la seconda guerra mondiale.

L'efficienza non è poi il punto di forza delle auto a legna. Non solo devono essere dotate di un impianto che da solo, vuoto, può pesare qualche centinaio di chilogrammi, ma il potere calorifico del gas di legna (meno di 20 MJ/kg) è inferiore a quello della benzina (46 MJ/kg) e del gas naturale (54 MJ/kg).

Inoltre prima che sia possibile partire servono almeno 10 minuti di riscaldamento né, qualora si convertisse un motore da benzina a gas di legna, ci si può aspettare le medesime prestazioni: anzi, il calo di potenza del motore è tra il 35% e il 50%.

auto legna chip
impianto gassogeno

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Ma questo lo è o ci fa? :shock:
11-7-2016 19:10

@ Silent Runner In realtà c'è anche questa :P
11-7-2016 07:22

L'unica auto a emissioni zero e un'auto ferma a motore spento.
7-7-2016 10:01

Oserei aggiungere che secondo quel ragionamento, anche l'utilizzo di carbone fossile sarebbe a emissioni zero, visto che deriva da legno che ai suoi tempi aveva assorbito CO2 e sarebbe quindi una semplice reimmissione (differita di qualche milione di anni). Leggi tutto
6-7-2016 15:07

{ice}
TUTTI i comustibili fossili sono a emissioni neutre Leggi tutto
6-7-2016 11:33

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una donna è stata querelata per una recensione negativa di un ristorante scritta su Trip Advisor. Quale di queste affermazioni trovi più vicina al tuo pensiero?
Non è giusto che un'opinione scritta su Internet sia considerata pari a un articolo su un giornale. Bisogna rivedere al più presto le leggi sulla difesa dell'onore e sulla diffamazione.
E' giusto che anche sui forum o su Facebook o sui siti di recensioni si applichino le leggi relative alla diffamazione. Un'opinione negativa può rovinare la reputazione di un locale.
Gli utenti devono poter esprimere con la massima libertà la propria opinione su ristoranti, alberghi, ma anche prodotti o servizi acquistati. Un'opinione negativa non dovrebbe essere considerata diffamazione.
Trovo che oggi più che mai sia necessario prestare la massima attenzione a quello che si scrive online.
Le recensioni su Internet sono in gran parte inaffidabili: quelle positive sono scritte dai proprietari, quelle negative dalla concorrenza. In ogni caso l'opinione dei pochi singoli onesti non è significativa.
Vorrei dire la mia sul forum di Zeus News ma temo che prima dovrei procurarmi un buon avvocato, non si sa mai.

Mostra i risultati (3976 voti)
Settembre 2022
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 settembre


web metrics