Vaccini e autismo: nessuna correlazione anche secondo la Procura di Trani



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-06-2016]

trani

La magistratura è stata spesso criticata per le sue ingerenze in una questione schiettamente scientifica come il presunto (e smentitissimo) legame fra vaccini e autismo, rivelatosi poi una truffa. Molti genitori, comprensibilmente preoccupati, hanno considerato alcune sentenze come prove inoppugnabili di questo legame, dimenticando che i criteri giuridici di assegnazione di una pena o di un risarcimento sono molto diversi da quelli dei risultati scientifici.

In particolare è stato dato peso alla sentenza del Tribunale di Rimini del 2012, poi ribaltata in appello.

Ora arriva la notizia che la Procura di Trani ha concluso che "non sussiste alcuna relazione tra vaccinazione e insorgenza della malattia" nell'ambito di un'indagine partita in seguito alla denuncia di una coppia di genitori, secondo i quali l'autismo che ha colpito i loro due figli sarebbe stato causato dalla vaccinazione trivalente contro morbillo, parotite e rosolia.

Non voglio assolutamente mettere in secondo piano la sofferenza della famiglia o mettere in dubbio la sua buona fede: capisco benissimo che di fronte a una situazione drammatica, circondati da un bombardamento mediatico disinformante, dei genitori possano volere una spiegazione e cercare un colpevole.

Ma questa ricerca di una giustificazione e di un colpevole sta causando danni seri. Il rifiuto delle vaccinazioni, istigato da dicerie che non hanno alcuna prova oggettiva, sta facendo riemergere malattie quasi dimenticate e sta causando sofferenze e morti. Sì, morti: se non ci si vaccina, di morbillo si può morire: ci sono stati 114.900 morti nel mondo nel 2014, secondo i dati dell'OMS. Prima delle vaccinazioni di massa erano due milioni e seicentomila l'anno.

Che cosa è successo alla Procura di Trani? Molto semplicemente, la Procura ha incaricato degli esperti (un neurologo, un medico legale, un pediatra, un cardiologo e il direttore del dipartimento di malattie infettive, parassitarie e immunomediate dell'Istituto Superiore di Sanità) e li ha ascoltati. Quello che in teoria dovrebbe succedere sempre. Questi esperti hanno portato una montagna di prove: in positivo, ricordando che il legame vaccini-autismo è una truffa architettata da un ex medico britannico, Andrew Wakefield: e in negativo, presentando gli studi scientifici che hanno cercato in mille modi qualche traccia di correlazione e non l'hanno trovata.

Sondaggio
Qual Ŕ la pi¨ grande inquietudine che hai a casa e che la domotica potrebbe risolvere?
Sentirsi insicuri in casa quando si Ŕ lý da soli.
Che le persone lascino le luci accese quando non serve.
Dimenticarsi se le porte sono state chiuse a chiave o se le finestre sono state chiuse a dovere.
Familiari anziani non autosufficienti quando in casa sono soli.
Preoccuparsi della sicurezza quando siamo lontani.
Perdere tempo a girare per casa ad accendere o spegnere le luci.
Preoccuparsi che le attrezzature della cucina (per esempio il forno) siano state lasciate accese accidentalmente.
Preoccuparsi che la casa sembri vuota quando siamo lontani.
Possibili incidenti nelle zone della casa che non sono adeguatamente illuminate durante la notte.
La casa Ŕ troppo calda o troppo fredda per il dovuto comfort.

Mostra i risultati (957 voti)
Leggi i commenti

L'autismo, insomma, ha altre cause: quali siano non si sa ancora, ma è ora di piantarla di sprecare tempo e soldi cercandole dove sappiamo benissimo che non ci sono. Ed è ora che chi dissemina la balla del legame vaccini-autismo si renda conto che sta aiutando un truffatore, Wakefield, che s'è intascato mezzo milione di euro fregandosene delle vite dei bambini che metteva a rischio ed è ancora in giro a far danni. Io non sono un medico, ma conosco le truffe. Ed è ora di dire chiaro e tondo che chi fa antivaccinismo spalleggia un truffatore.

Per quanto riguarda le critiche degli esperti della Procura di Trani alle linee guida dell'OMS sulle vaccinazioni e la loro proposta di "eseguire alcuni esami ematochimici nei soggetti a rischio e, in particolare, nei bambini piccoli" per "avere qualche elemento in più per capire se sono nella condizione di sopportare lo stress immunitario delle vaccinazioni senza rischi gravi per la salute", va sottolineato che le linee guida sono calibrate sulle condizioni sanitarie di tutti i paesi del mondo. Ci dimentichiamo spesso che gran parte dell'umanità non ha acqua potabile, ha disperato bisogno dei vaccini per evitare decine di migliaia di morti l'anno e non può permettersi il nostro lusso di chiedere esami su esami nella remota ipotesi che ci sia un eccessivo stress immunitario. Questi sono atteggiamenti da primo mondo.

In questo senso sono chiare le parole di Alberto Villani, vicepresidente della Società italiana di Pediatria: "Le linee guida dell'Oms sui vaccini sono elaborate per tutto il mondo, e vanno poi adattate ai singoli paesi... tengono conto della situazione di tutti, poi sta al singolo stato adattarsi". Sullo "stress immunitario" la sua risposta è altrettanto chiara: "Un banale raffreddore determina in un organismo una risposta anticorpale equivalente ad eseguire più di mille vaccinazioni". Quindi l'idea che la vaccinazione trivalente causi uno stress eccessivo è una bufala. E il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Walter Ricciardi, ha rincarato la dose: "Non c'è alcun test del sangue da fare prima delle vaccinazioni per indicare il rischio di eventuali effetti collaterali... sarebbe inaccettabile, sia dal punto di vista etico che scientifico, sottoporre bambini piccolissimi a test invasivi, inutili e costosi".

Infine va chiarito, giusto per scrupolo, che questi ipotetici "esami ematochimici" non avrebbero assolutamente lo scopo di rivelare eventuali sintomi di autismo.

Fonti aggiuntive: Wired, ANSA.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Red Ronnie e la Sindrome delle Due Campane

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)

Siamo troppi su questo pianete e continuiamo a crescere, la Terra non ce la fa pi¨ a sostenerci quindi basta vaccinazioni - ma basta del tutto. ChissÓ che fra un po, invece di avere una bambino autistico ogni centomila vaccinazioni (sempre che sia vera la correlazione), non abbiamo qualche nuova (vecchia) sana epidemia che decima un... Leggi tutto
10-7-2016 14:21

{ictuscano}
@giogio tu fai delle domande che sono anche giuste, io le risposte le ho già avute da varie trasmissioni tv, poteva essere Geo, o Elisir, o Omnibus, vediamo: "Considerate anche che nei bambini vi è un sistema immunitario giovane..." Risposta: i vaccini di oggi contengono una frazione del materiale... Leggi tutto
9-6-2016 18:43

Immagino che per affermare con certezza tutto ci˛ tu sia un pediatra o un immunologo, vero? Leggi tutto
8-6-2016 21:19

io sono pro e contro. i pro li sappiamo i vaccini seervono quello che mi preoccupa Ŕ: cosa c'Ŕ nella soluzione oltre i vaccini? Poi riflettete un attimo voi sareste capace di sollevare 100 Kg di botta? La domanda sta a significare che in italia sono obbligatori 3 vaccini, quindi non comprendo la necessitÓ di un ESAVALENTE o il vecchio... Leggi tutto
8-6-2016 19:31

{ictuscano}
"Più insistono sulla non correlazione del vacino e l'autismo dei bambini..." per forza tocca insistere, visto che su queste teorie farlocche e dimostrate tali, c'è gente che decide di non vaccinarli! così creando problemi non solo a loro stessi, ma anche agli altri bambini che frequentano. E dire... Leggi tutto
8-6-2016 11:32

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In Parlamento una proposta di legge vorrebbe obbligare i nuovi esercizi pubblici (ristoranti, negozi e via dicendo) a mettere a disposizione gratis degli utenti la possibilitÓ di navigare col Wi-Fi in Internet. Secondo te...
╚ una novitÓ giusta e moderna.
╚ un obbligo (costoso) in pi¨, da evitare.
Ottimo, ma si dovrebbero prevedere degli sconti fiscali per l'esercente.
La connessione sarÓ lenta, e poi con gli smartphone il Wi-Fi chi lo usa oggi?
Non mi interessa.
Non saprei.

Mostra i risultati (2455 voti)
Aprile 2020
Coronavirus, ragazzini si divertono a creare malware in tema
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Tutti gli Arretrati


web metrics