Android, malware in Google Play scaricato un milione di volte

La regola di fidarsi solo delle app che sono in Google Play e sono popolari non vale più.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-11-2016]

Se usate un telefonino basato sul sistema Android (cioè praticamente tutti gli smartphone di qualunque marca a parte quelli di Apple e Microsoft), una delle prime raccomandazioni di sicurezza è fidarsi soltanto delle app che si trovano nel negozio ufficiale di Android, Google Play, e non installare mai app trovate al di fuori di Google Play, come purtroppo invece fanno in molti, finendo per infettare il proprio smartphone.

Per maggiore prudenza, inoltre, si consiglia di solito di fidarsi soltanto delle app che in Google Play risultano molto popolari, perché se fossero pericolose o infette gli utenti e gli esperti di sicurezza informatica se ne sarebbero già accorti da tempo e le avrebbero fatte rimuovere.

Infatti anche in Google Play capita di trovare app ostili che causano danni, ma di solito si tratta di meteore: app di scarsa popolarità, la cui pericolosità sfugge ai controlli di Google, degli utenti e degli esperti proprio perché vengono scaricate da pochi.

Di recente, però, questo criterio di prudenza è stato sovvertito: sulla fonte ufficiale delle app Android è stata pubblicata infatti un'app infetta che è stata poi scaricata da più di un milione di utenti prima che qualcuno si accorgesse della sua pericolosità.

Sondaggio
Secondo te, gli autovelox e i sistemi automatici di rilevamento...
Contribuiscono a rendere più sicure le strade.
Sono dei mangiasoldi utilizzati senza ritegno dalle amministrazioni locali.
Vanno evitati e contrastati con tutte le tecnologie a disposizione.

Mostra i risultati (7575 voti)
Leggi i commenti (25)

L'app si chiama Multiple Accounts, ed è stata segnalata dalla società di sicurezza Doctor Web: consente di creare account multipli per giochi, mail, messaggi e altro software, e per questo è diventata molto popolare, ma in realtà include una trappola ingegnosa: un'immagine che contiene istruzioni cifrate che scaricano e installano applicazioni aggiuntive indesiderate sullo smartphone della vittima e visualizzano pubblicità indesiderata. In alcune versioni, l'app tenta addirittura di prendere il controllo del dispositivo, diventando quasi impossibile da rimuovere perché ha ottenuto i privilegi di root.

La regola di fidarsi solo delle app che sono in Google Play e sono popolari, insomma, non vale più. Per evitare questo genere di problema è opportuno installare sul dispositivo un antivirus e tenerlo aggiornato, in modo che possa impedire l'installazione di app pericolose. Gli antivirus per Android delle principali case produttrici sono in Google Play. Assicuratevi, ovviamente, di installare gli antivirus veri, che sono riconoscibili guardando il nome del produttore in Google Play oppure cercandoli direttamente nel sito ufficiale del produttore stesso. Molti sono gratuiti o comunque molto economici, e di certo costano molto meno di quel che vi costerebbe ripulire uno smartphone infettato. Anche in questo caso, dunque, vale il principio che prevenire costa meno che curare.


Fonte aggiuntiva: Graham Cluley.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Concordo con @ictuscano, un caso non è sufficiente per dichiarare insicure le app che sono Google Play e sono molto popolari, in ogni caso un antivirus ed un anti malware anche sullo smartphone non fanno certo male... :wink:
29-11-2016 19:16

Ottima domanda Leggi tutto
25-11-2016 19:23

Ma se un banale antivirus da market può scoprire una app malevola, è così difficile per Google controllare le app prima di inserirle nel market? E se i potentissimi computer di Google non riescono a scoprire un virus, come può farlo il mio misero telefonino?
24-11-2016 15:41

Sono d'accordo, tra l'altro la maggior parte di antivirus, per rendersi acattiv anti, hanno una pletora di funzioni inutili. All'inizio della mia esperienza Android ne usavo uno (lookout), ma alla fine ho smesso, anche perché sono diventato un po' più esperto ed attento ai problemi di sicurezza Leggi tutto
24-11-2016 15:35

{Paolo Del Bene}
Non sarà appunto vero l'opposto, che le applicazioni su Google Play sono infettate volutamente e che contengono pure routines che monitorano che tipo di attività vengono svolte? Come si può affermare che apps che sono su altri stores rendano infette? Si facciano i nomi degli stores. Fortunatamente F-DROID link... Leggi tutto
24-11-2016 12:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Negli ultimi 12 mesi hai danneggiato accidentalmente un oggetto tecnologico portatile? (per esempio smartphone, fotocamera, notebook, tablet, ebook reader)
Sì, mi è caduto a terra.
Sì, mi è caduto in acqua (o ci ho versato dei liquidi).
Sì, ci ho lasciato giocare un bambino.
Sì, mi ci sono seduto sopra.
Sì, mentre lo lanciavo a un amico (o sulla scrivania).
No.

Mostra i risultati (2156 voti)
Novembre 2019
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Tutti gli Arretrati


web metrics