Google rinuncia all'auto che si guida da sola

Alphabet cancella la Google Car e stringe accordi con le case automobilistiche tradizionali.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-12-2016]

google veicolo autonomo

Dopo anni passati a sviluppare un veicolo autonomo completamente made in Google, il gigante di Mountain View ha deciso di fare un passo indietro.

A rivelarlo è un articolo di The Information, secondo il quale Alphabet, la holding cui Google fa capo, avrebbe deciso di iniziare una collaborazione con diversi produttori di automobili per sviluppare soluzioni per veicoli più tradizionali, e lanciare nel prossimo futuro un servizio di car sharing autonomo.

La decisione sarebbe stata presa da Larry Page in persona: egli riterrebbe che la realizzazione da zero di un'auto senza volante e in grado di guidarsi da sola - com'era nei piani originari di Google - sarebbe irrealizzabile.

In quest'ottica, tutto il settore di sviluppo dei veicoli autonomi è stato separato dal Google X Lab per essere trasformato in un'azienda separata (ma sempre posta sotto l'ombrello di Alphabet), che però non si occuperà della progettazione del veicolo vero e proprio.

Questa azienda continuerà a lavorare sulla tecnologia per i veicoli autonomi, ma il compito di integrarla nelle auto spetterà alle case automobilistiche.

Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1591 voti)
Leggi i commenti (7)

Il risultato non sarà un veicolo del tutto diverso da ciò cui siamo abituati - senza volante né pedali, per esempio - ma semplicemente una normale auto dotata della tecnologia di Google per funzionare in autonomia.

Tra le prime aziende ad aver iniziato un progetto di collaborazione con Google c'è Fiat Chrysler: già da maggio è in corso lo sviluppo di una monovolume dotata di funzionalità autonome.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google rinuncia ai droni a energia solare
Google svela una flotta di minivan autonomi
L'auto che frena da sola terrorizzata dall'autolavaggio
Apple rinuncia all'auto senza pilota
Germania: ''Tesla non usi il termine autopilota''

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Punto interessante quello di arymar che sostanzialmente condivido, meglio incassare e lasciare le beghe agli altri, tanto più che voglio vedere, dopo, l'azienda automobilistica che riuscirà a dimostrare che l'eventuale incidente è esclusivamente causato del SW per la guida autonoma installato sul veicolo e fornito da Google o chi per... Leggi tutto
22-1-2017 16:06

LA questione è molto semplice e banale Vendere la tecnologia incassandone i diritti (dato che il tutto è già stato protetto con chissà quanti brevetti) rende molto di più che produrre la tecnologia stessa. Mette inoltre al riparo da fastidiose cause nel malaugurato caso ad esempio che un veicolo autonomo si schiantasse causando la morte... Leggi tutto
14-12-2016 17:55

{chamberi}
"..egli riterrebbe che la realizzazione da zero di un'auto senza volante e in grado di guidarsi da sola - com'era nei piani originari di Google - sarebbe irrealizzabile..". Secondo me c'è dell'altro. Molte piccole realtà hanno iniziato da zero (con fior di capitali, ovviamente) a fare veicoli... Leggi tutto
14-12-2016 13:11

Probabilmente ormai hanno acquisito il knowhow di base tale da poterlo rivendere per l'integrazione in modelli commerciali, finanziati d'ora in poi direttamente dalle stesse case automobilistiche, ovviamente non possono creare dal niente un'azienda che produce auto.
14-12-2016 11:46

No, veramente così si dimostra solo che non ci si può improvvisare produttori di automobili (leggi tutto l'articolo, non solo il titolo!). Google FARA' auto autonome, ma indirettamente; diventerà uno dei tanti fornitori di parti di un'auto: sedili, specchietti, ruote, autopilota,...
14-12-2016 11:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te come stanno cambiando gli attacchi informatici?
Ci sono sempre più attacchi automatizzati verso i server anziché verso gli individui.
Gli attacchi sono più globali, dall'Europa all'America all'Asia all'Australia.
L'impatto maggiore è sui conti aziendali e sui patrimoni medio alti.
Gli attacchi colpiscono istituzioni finanziarie di tutte le dimensioni.
Gli hacker sono sempre più veloci.
I tentativi di transazioni sono più estesi e più elevati.
Gli attacchi sono più difficili da rilevare.
E' aumentata la sopravvivenza dei server.

Mostra i risultati (1496 voti)
Novembre 2019
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Tutti gli Arretrati


web metrics