Yahoo cambia nome e diventa Altaba

Il cofondatore David Filo e il CEO Marissa Mayer lasciano l'azienda.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-01-2017]

yahoo altaba

Alla fine gli scandali legati ai furti di dati non sono bastati per convincere Verizon a cambiare idea circa l'acquisizione di Yahoo, come si paventava.

In cambio di 4,8 miliardi di dollari, le attività principali di Yahoo - come il portale, il motore di ricerca, il servizo email, le notizie - entrano a far parte del mondo di AOL-Verizon, mentre ciò che resta dell'azienda rimarrà indipendente, ma dovrà cambiare nome.

La nuova società si chiamerà Altaba e sarà sostanzialmente formata dalla divisione di Yahoo che controlla il 16% del gigante cinese dell'ecommerce Alibaba e quella che gestisce il 36% di Yahoo! Japan.

Sarà una società di investimenti, senza di dipendenti, la cui unica ragione di vita sarà la gestione delle azioni che possiede.

Lo smembramento di Yahoo è, in buona sostanza, la fine di un'azienda che ha segnato gli anni dell'espansione del web ma che negli ultimi tempi stava ormai boccheggiando.

Con il passaggio di proprietà e il cambio di nome se ne vanno anche diversi dirigenti a partire da Marissa Mayer, fino a oggi CEO di Yahoo, che ha cercato senza riuscirci di riportare l'azienda ai fasti del passato, ma ha potuto soltanto firmarne l'atto di morte.

Sondaggio
Devi indicare un indirizzo email per creare un account temporaneo su un sito Internet (ad esempio, per effettuare un ordine). Quale indirizzo email digiti?
Ho un solo indirizzo email che uso per tutte le registrazioni
Ho un indirizzo email che uso esclusivamente in queste situazioni
Uso l'indirizzo email dell'ufficio

Mostra i risultati (1219 voti)
Leggi i commenti (13)

Un altro nome importante che lascia il Consiglio di Amministrazione è quello di David Filo, uno dei due fondatori di Yahoo.

Entrambi dovrebbero avere un ruolo in Verizon, anche se al momento non è chiaro quale possa essere; è certo, tuttavia, che la responsabilità sarà decisamente inferiore a quella avuta sinora.

L'intera operazione dovrebbe concludersi nel mese di marzo: a quel punto Yahoo sarà soltanto un marchio nelle mani di AOL, a sua volta controllata da Verizon, e Altaba inizierà la propria vita, pallidissima ombra di una delle società che hanno contribuito a plasmare il web

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Ancora sul disastro Yahoo: che cosa fare
Yahoo violata, colpiti 1 miliardo di utenti
Yahoo in imbarazzo, Verizon potrebbe rinunciare
Yahoo spiava le email degli utenti per ordine della NSA
Yahoo, gli account violati sono mezzo miliardo
Verizon ha comprato Yahoo

Commenti all'articolo (1)

Forse l'acquisizione da parte di Verizon - AOL porrÓ fine a questi continui scandali legati alla scarsissima attenzione da parte di Yahoo alla sicurezza dei propri clienti. In ogni caso questa era una fine annunciata da tempo e procrastinata solo a seguito di un accanimento terapeutico senza ragione logica.
15-1-2017 16:37

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l'impatto dei tempi di indisponibilitÓ di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttivitÓ e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l'obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (1276 voti)
Aprile 2021
Aggiornamento Windows 10, problemi di tutti i tipi
Se l'FBI, zitta zitta, si mette a patchare i server altrui
Colpevoli di ransomware
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Robot assassini crescono
Tracker nelle app: cosa sta succedendo in Rete?
Recupero IVA: oltre il 50% non viene rivendicata
Quiz: sei in una zona senza copertura cellulare
Bitcoin, un dilemma etico
Hackerate 150mila videocamere di sorveglianza, tra cui quelle di Tesla
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 22 aprile


web metrics