Piccolo allarme virus: Sober

E' arrivato Sober, il nuovo virus che al momento sta facendo vittime principalmente in Germania e Regno Unito.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 29-10-2003]

Non è nulla di speciale: si tratta di un e-mail il cui testo ingannevole cerca di indurre la vittima ad aprire l'allegato infetto che viaggia insieme al messaggio. L'e-mail fa leva sulla paura dei virus usando titoli come ad esempio "hai mandato spam", "nuova variante del worm Sobig", "c'è un worm nel tuo computer" e simili e offrendo un allegato il cui nome fa sembrare che si tratti di un aggiornamento antivirus.

I dettagli tecnici sono disponibili (in inglese) presso i siti dei produttori di antivirus, come ad esempio F-Secure.

Sober attinge, come al solito, alla rubrica degli indirizzi dell'utente infetto e pertanto si autoinvia ai suoi conoscenti e colleghi. Il virus ha effetto su Windows 2000, 95, 98, ME, NT, Server 2003 e XP. Non ha effetto, come al solito, sugli altri sistemi operativi.

Il messaggio in sé non è pericoloso, a meno che il vostro software sia così scellerato da aprire automaticamente gli allegati. E' sufficiente cancellarlo senza appunto aprire l'allegato. Se abboccate, il virus visualizza un falso messaggio di errore che può farvi credere, ironicamente, di aver evitato l'infezione.

La raccomandazione è sempre la solita: mai fidarsi degli allegati, chiunque ne sia il mittente (e ripeto chiunque), tenere aggiornato l'antivirus, e comunque non aprire subito gli allegati anche se l'antivirus dice che sono a posto: lasciateli in giacenza qualche ora, riaggiornate l'antivirus e poi ricontrollare l'allegato. Meglio ancora, verificate col mittente se intendeva davvero mandarvi un allegato e se l'allegato è indispensabile. Se non lo è, cestinatelo senza pietà.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (2)

Stefano Barni
zeus linux? caaaarinoooo! Leggi tutto
30-10-2003 16:15

Danilo
il sistema operativo...... Leggi tutto
30-10-2003 15:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che cosa utilizzi prevalentemente per la posta elettronica?
Una webmail
Un client di posta
Entrambi

Mostra i risultati (2691 voti)
Aprile 2020
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Tutti gli Arretrati


web metrics