Panico: i dati di navigazione degli utenti saranno messi in vendita

Sì, ma solo in USA.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-04-2017]

privacy

C'è molto panico in Rete per l'annuncio che il Congresso statunitense ha deciso di smantellare le norme sulla riservatezza della navigazione online degli utenti: in sintesi, si dice, i fornitori di accesso a Internet (i provider) d'ora in poi saranno liberi di vendere ai pubblicitari la cronologia dei siti visitati dai propri abbonati, senza dover chiedere permessi a nessuno (men che meno agli abbonati stessi). È partita una corsa generale per procurarsi contromisure informatiche per tutelarsi da questa nuova profilazione potenzialmente imbarazzante e si parla molto di VPN e di Tor. Vale la pena di fare un po' di chiarezza.

Prima di tutto, niente panico! Il provvedimento riguarda soltanto gli Stati Uniti e comunque le norme statunitensi ora smantellate in realtà non erano ancora entrate in vigore, per cui i provider americani erano già liberi di vedere quali siti vengono visitati da un utente e condividere la sua cronologia con i pubblicitari.

In secondo luogo, non è detto che usare una VPN migliori le cose. Una VPN (Virtual Private Network) è un'applicazione che fa passare tutto il vostro traffico Internet attraverso i computer di un'azienda fornitrice. La vostra navigazione sembra quindi provenire da quell'azienda e il vostro provider non può sapere che siti visitate, perché il collegamento dal vostro dispositivo all'azienda che offre la VPN è cifrato.

Ma questo significa che tutta la vostra navigazione passa attraverso il fornitore della VPN, che a sua volta potrebbe venderla o leggerla per esempio per ricattarvi se visitate siti discutibili. Usare una VPN gratuita o fornita da sconosciuti, insomma, rischia di ridurre la vostra privacy di navigazione.

Se decidete di adottare una VPN per qualunque ragione, scegliete quindi fornitori di buona reputazione che non archiviano la cronologia di navigazione, come per esempio Freedome, TunnelBear o PIA. Potreste anche usare il browser Opera, che ha un'opzione per navigare con una VPN inclusa.

Sondaggio
Secondo te gli scanner aeroportuali...
Contribuiscono efficacemente a combattere il terrorismo.
Violano la privacy senza migliorare la sicurezza.

Mostra i risultati (2716 voti)
Leggi i commenti (11)

Tor, invece, è un browser che maschera piuttosto efficacemente l'origine delle vostre navigazioni, e ci sono anche prodotti come Invizbox che fanno passare automaticamente tutto il vostro traffico, su tutti i vostri dispositivi, attraverso Tor oppure una VPN, ma il servizio è spesso lento in maniera esasperante.

In realtà la nostra cronologia di navigazione è già piuttosto protetta per il semplice fatto che moltissimi siti oggi usano automaticamente il protocollo cifrato HTTPS al posto di HTTP: in parole povere, se usate HTTPS il vostro provider può sapere quale sito avete visitato, ma non può sapere quale pagina del sito avete consultato. Se fate una ricerca in Google con HTTPS, il vostro provider sa che avete consultato Google, ma non sa che cosa gli avete chiesto.
Fonti aggiuntive: Lifehacker, New York Times.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (3)

Il fatto che la cosa, per ora, riguardi solo gli USA non significa che poi non si estenda la possibilità anche all'Europa, i dati di navigazione degli utenti fanno troppo gola per poter continuare ad impedirne un uso sempre più invasivo per noi e proficuo per chi ci guadagna.
8-4-2017 13:50

{Paolo Del Bene}
TOR The Onion Router link[/url] ed [url=http://forum.zeusnews.com/link/410784]link[/url] Una VPN la si può fare da soli vedasi [url=http://forum.zeusnews.com/link/410785]link[/url] ed [url=http://forum.zeusnews.com/link/410786]link[/url] oltre a leggere [url=http://forum.zeusnews.com/link/410787]link[/url] Il software per la VPN è... Leggi tutto
5-4-2017 19:42

Direi che l'utilizzo di una VPN basata in USA probabilmente peggiora le cose, poiché equivale a nascondere il traffico al provider italiano, soggetto alla legislazione italiana ed europea, per rivelarlo invece al gestore VPN americano che sarà soggetto ad una legge meno stringente.
4-4-2017 04:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale delle seguenti affermazioni concordi maggiormente?
Il cloud computing può migliorare il contributo della funzione IT alla strategia aziendale.
Il cloud computing può aumentare la capacità di innovazione dei dipartimenti IT.
La mia azienda ha già implementato servizi cloud o progetta di farlo.
I servizi cloud sarà una componente importante per il successo della mia azienda nei prossimi 12 mesi.
Il cloud computing consente una riduzione dei costi di manutenzione dell'IT.
Il cloud computing consente una diminuzione dei costi IT e di gestione e miglioramento nell'efficienza dei processi.
Il cloud computing offre maggiori vantaggi per il business rispetto all'outsourcing tradizionale.

Mostra i risultati (642 voti)
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Windows 11, inizia la seconda fase degli update
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 1 dicembre


web metrics