Brexit: lasciare i britannici a se stessi? Sicuramente gli attuali governanti!

Per una campagna di ingerenza.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-05-2017]

london

Si chiama ingerenza negli affari interni, quello che noi auspichiamo nei confronti della Gran Bretagna rispetto alle prossime elezioni in quel Paese. Perché non dovremmo farlo, visto che questa ingerenza, per esempio, è una delle caratteristiche degli interventi "occidentali" in luoghi tipo Afghanistan, Iraq, etc? Sono due contesti diversi, sicuramente, ma sono anche contesti che minano la nostra economia e la nostra sicurezza, con notevoli risvolti a livello internazionale.

L'ingerenza che auspichiamo è quella di una massiccia campagna, della UE e dei singoli Paesi membri, perché i britannici alle prossime elezioni vadano a votare il più possibile e lo facciano contro i partiti che hanno portato il loro Paese alla Brexit. La situazione di emergenza lo impone, così come accade per altre emergenze nel mondo, ognuna con le sue peculiarità, e il fatto che in GB non mettano alla gogna i non britannici, non significa che non li stiano civilmente ammazzando, così come stanno cercando di ammazzare tutti i rapporti economici che non siano solo a loro ed esclusivo vantaggio nazionale ed autarchico.

Siamo riconoscenti (e lo saremmo per sempre) alla Gran Bretagna che ci ha salvato con gli Usa e gli altri alleati dagli orrori di nazismo e fascismo nel secolo scorso, ma per l'appunto ci ha salvato e non ci ha fatto diventare suoi sudditi o, come accade ora, portatori d'acqua.

Questa valutazione ci nasce dalla presa d'atto delle enormi difficoltà che questo Paese, tramite il suo specifico ministro alla Brexit David Davis, sta ponendo per rispettare i risultati del referendum che li ha portati fuori dell'UE. è di oggi la notizia che Davis, non volendo pagare il costo dell'abbandono del mercato unico, quantizzato sembra in 100 miliardi di euro, ha preannunciato resistenze, dilazione dei tempi, turbolenze, insomma tutte le tipiche strategie che alla fine portano ad una riduzione di spesa per coloro che sono debitori e, in pratica, un danno economico per gli altri... che nella fattispecie saremmo tutti noi membri dell'Unione.

Questa si chiama guerra! Con metodi diversi rispetto ai secoli scorsi, ma pur sempre guerra. Dobbiamo assistere supini all'aumento dei dazi delle nostre merci e servizi per il loro territorio, mentre dovremmo genufletterci e continuare imperterriti a ricevere le loro merci e servizi alle attuali condizioni? No.

Sondaggio
Qui sotto trovi in ordine alfabetico i 20 marchi pi pregiati nel 2014, secondo la celebre classifica compilata da Millward Brown. Secondo te qual il pi pregiato? Confronta poi il tuo voto con questo link.
Amazon
Apple
AT&T
China Mobile
Coca-Cola
GE
Google
IBM
Industrial and Commercial Bank of China
McDonald's
Marlboro
Mastercard
Microsoft
SAP
Tencent
UPS
Verizon
Visa
Vodafone
Wells Fargo

Mostra i risultati (2352 voti)
Leggi i commenti (5)

Nel 2017 si può vivere anche senza questa GB! In termini di consumi, di servizi e di alleanze: a quando una comunicazione del primo ministro May che, in cerca di voti per le prossime elezioni, non è escluso che minacci l'uscita dalla Nato in nome della supremazia dei loro sistemi e servizi di sicurezza? Non ce ne stupiremmo.

Per quanto ci riguarda, rafforzando i nostri (UE) metodi e sistemi di import ed export all'interno e all'esterno del nostro mercato, dovremmo far presente che l'Unione può ben fare a meno dei britannici (se gli levassimo anche Gibilterra, sarebbe anche un buon segnale). Ed è questo che dovremmo cercare di comunicare al corpo elettorale britannico (anche e soprattutto a quello che non partecipa alle decisioni elettorali): l'isolamento auspicato dai partiti al governo può essere combattuto, in nome del benessere nazionale, comunitario e internazionale: all'Europa e al mondo non interessa, se non marginalmente, una GB a sè stante, ma interessa molto una GB protagonista e attrice in prima fila; potrebbe esserla non dando più ascolto e credito alle politiche protezioniste, nazionaliste e da Commonwealth dei tempi andati che oggi vengono proposte come benefiche.

Se l'Unione sta dando battaglia contro le politiche ungheresi e polacche di nazionalismo, disumanità e isolazionismo (con il loro aspetto furbesco di comunque restare in Unione per cuccarsi i vari soldi), non può non fare altrettanta battaglia contro la GB. E farlo con ingerenza nei loro cosiddetti affari interni - A.D. 2017, era globalizzazione avanzata e Internet e multinazionali regnanti con scarse regole - è un nostro dovere politico, economico e culturale. Proprio come, con un'altra Gran Bretagna, era accaduto nel secolo scorso per ridare dignità, civiltà e democrazia a tanti Paesi che poi sono stati motori dell'Unione.

Un prezzo politico molto alto? Certamente. Ma è la Politica (con la "P" maiuscola) quella a cui dobbiamo riferirci per il bene comune, non alla politica (con la "p" minuscola) quella a cui sottometterci.

I britannici - storicamente, politicamente, civilmente, culturalmente, economicamente - servono a noi dell'Unione e a tutto il mondo, ma non questi britannici, quelli di Theresa May e compagni. Siamo in tempo per aiutare tutti i cittadini oltremanica, e questa volta tocca proprio a noi farlo, proprio perché salvati da loro nel secolo scorso in nome di politiche oggi sono loro che stanno negando.

Vincenzo Donvito, presidente Aduc

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

Premetto che in linea generale sono assolutamente d'accordo con te ma qualche dubbio sul fatto che "siano sufficientemente dotati di intelletto per decidere" ce l'ho sentendo un'intervista ad un abitante di un paesino della Cornovaglia che dopo un bella tirata a favore del giusto voto sula Brexit chiese al cronista che lo... Leggi tutto
18-3-2018 15:11

io credo che una delle motivazioni della uscita dell'UE della gran bretagna dovuta all'assalto incessante al welfare, con immigrati e fannulloni, poi non ne parliamo degli attentati, qui in italia non e' successo niente perch siamo popolo accogliente, e pecorone, infatti il costo lo paghiamo ad ogni persona 35 euro e c gente che... Leggi tutto
25-5-2017 15:27

C' qualcosa che non mi torna... Cio noi dovremmo dire a chi, alle urne, ha liberamente scelto di lasciare l'UE, di votare alle prossime elezioni partiti pro-UE :?: Penso che i cittadini britannici siano sufficientemente dotati di intelletto per decidere se A) ritengono la scelta della brexit sia la cosa giusta e continuare su questa... Leggi tutto
23-5-2017 17:10

{antonio}
io comincio a non comprare una evoque
23-5-2017 12:46

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Durante un lungo viaggio in treno o in aereo, che cosa preferisci fare?
Ascoltare la musica
Chiacchierare coi vicini
Dormire
Giocare (con il notebook, il tablet, lo smartphone ecc.)
Guardare un film o una serie Tv
Guardare il panorama... o le hostess
Lavorare al computer
Leggere un libro, o un ebook
Navigare su Internet (vale solo in treno)
Telefonare (vale solo in treno)

Mostra i risultati (2521 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics